Netflix

Yasuke: Come il primo samurai nero è diventato l'ultimo anime di Netflix

>

Nel 1579, Alessandro Valignano, un gesuita italiano che fu determinante nell'introdurre il cattolicesimo in molte parti dell'Asia, arrivò a Kyoto, la sua visita provocò rivolte in quella che allora era la capitale del Giappone. I residenti non si stavano letteralmente arrampicando l'uno sull'altro per poter apprendere la storia e gli insegnamenti di Cristo, ma piuttosto erano tutti disperati per intravedere la misteriosa figura che serviva al fianco di Valignano. In piedi a un imponente 6'2' con la pelle scura, Yasuke, come sarebbe stato conosciuto, era diverso da chiunque altro la gente di Kyoto avesse mai visto prima.

è laurie michael myers sorella

Gli studiosi differiscono sul suo luogo di nascita e sul modo in cui è diventato la guardia del corpo di Valignar, ciò che è concordato è che poco dopo il suo arrivo, Yasuke avrebbe ottenuto un'udienza con Nobunaga Oda, uno dei signori feudali più potenti del Giappone, uno dei tre uomini che unirono Giappone durante il periodo Sengoku. I due si unirono rapidamente, il daimyo fece in modo che Yasuke si unisse a lui prima come guardia del corpo, poi lo promosse al rango di samurai, rendendolo il primo uomo di origine straniera a detenere il titolo. Avrebbe servito Oda fino a quando il signore non avesse commesso seppuku (suicidio rituale) nel 1582, per evitare la cattura o la morte per mano di Mitsuhide Akechi, il generale dei samurai di Oda trasformatosi in traditore in quello che è noto come l'incidente di Honnō-ji.

Secondo il 2020 di Thomas Lockley e Geoffrey Girard biografia , Yasuke è stato catturato da Akechi subito dopo la caduta di Oda, il voltagabbana lo ha rilasciato perché non era giapponese. Il samurai nero avrebbe preso parte alla battaglia di Okitanawate, combattendo al fianco dei gesuiti prima di scomparire dalla storia.



Mentre il suo tempo in Giappone è stato di breve durata, l'eredità di Yasuke è sopravvissuta. Oltre 400 anni da quando ha raggiunto per la prima volta le coste del Giappone, la storia del primo samurai nero del Giappone ha attratto i creatori di varie forme di cultura pop giapponese, comparendo in libri per bambini, manga, drammi in costume, videogiochi e persino in Sudafrica belle Arti . Si dice che Afro Samurai, il protagonista dell'omonimo manga di Takashi Okazaki, sia stato ispirato da Yasuke. Per quanto riguarda l'uomo stesso, fino al mese scorso, quando Netflix ha presentato in anteprima una serie fantasy di avventura originale di sei episodi che porta il suo nome, il samurai era stato in gran parte assente dall'animazione, lasciando il resto del mondo sconosciuto alla sua storia.

Il coinvolgimento di Ellison con Yasuke iniziato quando è stato avvicinato da un produttore con cui aveva collaborato a una serie separata per Apple TV+, ha accettato immediatamente, solo che gli era stato detto che si trattava di una serie incentrata su un samurai nero. Per Ellison, unirsi al progetto significava fare di più che semplicemente creare Yasuke 's suono. Avrebbe anche lavorato al fianco di Thomas e Stanfield nello sviluppo della personalità di Yasuke, poiché avrebbe aiutato a introdurre personaggi ed eventi per promuovere la narrativa della serie. 'Onestamente, anche se stessi solo componendo musica, sarei stato altrettanto eccitato, ma essere coinvolto come lo sono stato in qualcosa del genere, è un sogno che si avvera', dice.

Yasuke La colonna sonora di, un misto di strumenti a percussione giapponesi, hip hop e sintetizzatori, è un rinfrescante contrasto con l'uso eccessivo di J-Pop e J-Rock che si trova nella maggior parte delle serie di anime. Lavorando con scadenze più strette di quelle a cui è abituato, Ellison ha voluto sorprendere se stesso, esplorare un suono diverso, offrire qualcosa che coloro che hanno seguito la sua carriera dalla Los Angeles del 2008 non sarebbero in grado di prevedere.

'Ho usato tutto quello che avevo, tutta la mia conoscenza musicale, tutti i miei trucchi, li ho usati tutti', dice, spiegando che avrebbe lavorato sulla musica fino a 'il giorno in cui mi avrebbero costretto a dargliela'. ' Una volta che finalmente è riuscito a vedere il prodotto finito e ha visto sia la sua musica che le sue idee implementate nel creare qualcosa di unico in un mezzo che ama, non solo ha aumentato il suo apprezzamento per gli anime, ma gli ha fatto venire voglia di fare di più.

'Mi piacerebbe passare del tempo qui per un po'', dice Ellison, 'Sento che è uno spazio perfetto per lavorare in questo momento'.

Per animare la serie, Netflix ha acquisito i servizi dello studio MAPPA ( Jujutsu Kaisen, Attack on Titan: The Final Season ), che stava emergendo come uno dei maggiori hitmaker dell'industria degli anime grazie al successo rivoluzionario del 2016 Yuri!!! sul ghiaccio per animare la serie. Il presidente e CEO di MAPPA, Manabu Otsuka, sarebbe poi uscito e avrebbe acquisito il più grande successo della serie, assumendo il leggendario animatore, character designer e regista Takeshi Koike ( Redline, Lupin III: la donna chiamata Fujiko Mine ) per lavorare sui disegni dei personaggi.

guerre stellari che non è luna

Per Thomas, il coinvolgimento di Koike ha dato all'artista l'opportunità di lavorare al fianco di uno dei suoi eroi anime, che ha passato gli ultimi anni a dirigere una serie di Lupin Terzo film a sé stanti. 'Tutti hanno i loro artisti che copiano, hanno il loro illustratore preferito e Koike è stato questo per me', dice Thomas.

Il fascino di Thomas per Koike è iniziato dopo aver visto Record mondiale , un cortometraggio del film antologico del 2003 L'Animatrice con una stella nera dell'atletica leggera che spinge i confini di Matrix. 'Non ho mai visto un anime giapponese incentrato per tre, cinque minuti su un personaggio nero, non riuscivo a smettere di guardarlo.' Per Thomas, l'idea di collaborare con il suo idolo (e persino di dargli degli appunti) è qualcosa che non avrebbe potuto prevedere quando ha aperto quel file PDF dieci anni fa. 'Questo ragazzo ha fatto il pilota per Afro Samurai , quanto è fortuito che sia tornato a disegnare i personaggi per l'anime basato sul primo samurai nero? È tutto troppo perfetto».

Dal momento che Netflix si è prefissato l'obiettivo di diventare una delle principali destinazioni per gli anime a livello globale, sia acquistando accordi di licenza con alcuni degli studi più prestigiosi del Giappone sia producendo serie originali, i risultati sono stati un miscuglio. Per ogni Devilman piagnucolone e Gran bugiardo , c'è una serie di serie mediocri che sembrano semplicemente mescolare tropi familiari e tipi di personaggi nella speranza che un numero sufficiente di fan degli anime non si accorga che ciò che stanno guardando è fondamentalmente una ricostruzione di ciò che era popolare uno o due anni prima.

Yasuke , per fortuna, è una serie che non rientra in quest'ultima categoria. Racchiude molte idee in soli sei episodi, anche se il conteggio condensato degli episodi lascia gli spettatori a desiderare di più. È traboccante di stile e si sente diverso in modi che vanno oltre il suo protagonista pionieristico. Yasuke , una storia ispirata a un racconto che ha più di 400 anni, è qualcosa che si sarebbe potuto realizzare solo in questo momento. È un passo avanti per Thomas e il suo team creativo, e se saranno in grado di continuare il viaggio di Yasuke, potrebbe segnare un passo avanti anche per gli anime.



^