X-Men

Gli X-Men, Sabretooth e quando la redenzione fallisce

>

Un tema costante dell'Universo Marvel è stato che l'isteria anti-mutante dell'umanità ha portato la specie conosciuta come homo superior, o 'genere mutante', a nascondersi per evitare la violenza. Servendo come metafora per le persone emarginate durante l'era dei diritti civili, gli X-Men lottano contro quella minaccia che il bigottismo pone loro e altri come loro. Credendo che ci debba essere un modo migliore e più pacifico, Xavier riunisce gli X-Men per aiutare a colmare il divario tra umani e mutanti. Pertanto, gli X-Men sono stati a lungo definiti dalla loro passione per la protezione di un mondo che li odia e li teme.

La metafora mutante a volte riesce, e l'elemento più positivo della serie è stato il numero di persone emarginate di ogni tipo che si sono collegate ai temi dei libri. D'altra parte, può anche servire a distrarre da questioni del mondo reale come il razzismo, il sessismo e l'omofobia rendendo queste cose secondarie all'odio dei mutanti. Oltre a ciò, il sogno di Xavier di una pacifica convivenza con l'umanità pone i mutanti nella scomoda posizione di dover dimostrare la loro umanità a persone che li odiano in modo irrazionale. Rispetto ai movimenti che hanno ispirato il concetto, diventa alquanto offensivo. L'implicazione che ogni gruppo oppresso dovrebbe avere per dimostrare di meritare diritti mettendo a rischio la propria vita per aiutare i propri oppressori a imparare a tollerarli è un concetto intrinsecamente errato. Al centro dei temi più problematici degli X-Men c'è lo stesso Professor Xavier, il cui 'sogno' non solo ha portato a paragoni imprecisi tra lui e Martin Luther King Jr. che servono a ridurre il vantaggio politico dello stesso MLK, ma che ha spesso ha posto la sua importanza al di sopra della sicurezza degli studenti che dipendono da lui.

Entra Sabretooth



Ad un certo punto della storia degli X-Men, Xavier fu attaccato dal malvagio mutante Victor Creed, altrimenti noto come Sabretooth, che era un noto serial killer e nemico giurato degli X-Men. Xavier è entrato nella mente di Creed per fermare la sua furia psichica, momento in cui ha scoperto che Creed ricorda davvero le sue vittime. Stranamente, questo convinse Xavier che Sabretooth apprezzava davvero la vita, nonostante le prove schiaccianti del contrario, e insistette per prenderlo prigioniero e portarlo nella residenza per curarlo e teoricamente curarlo dalle sue furie omicide. Il fatto che non sia assolutamente così che funziona la riforma non è affrontato nel piano di Xavier, e gli X-Men vengono gettati nel caos.

Uno dei primi problemi con Xavier che affronta Sabretooth è che non consulta gli X-Men, che intende costringere a condividere il loro spazio vitale con un uomo che ha ucciso gli ex partner di 2 membri del team. Nel X-Men #33 , Sabretooth racconta a Rogue una storia poco lusinghiera di Gambit per creare un cuneo tra loro, ma il fatto che lo stesso Creed abbia ucciso la ragazza di Gambit nella storia sembra cadere in qualche modo nel dimenticatoio per Rogue e gli altri X-Men, che avvertono le loro paure su Gambit sono in fase di conferma. Nel frattempo, il passato di Logan con Creed è lungo e leggendario, perché non solo Creed ha ucciso la moglie di Logan Silver Fox, ma ha anche cercato di uccidere Wolverine ogni anno per il suo compleanno.

Oltre a uccidere i soci di più di una degli X-Men, Creed era stato anche uno della squadra di mercenari di Mister Sinister conosciuti come i Malandrini, che aveva ucciso in massa gli inquieti alleati degli X-Men, i Morlock, in un attacco non provocato così brutale da essere chiamato Il massacro dei mutanti . Oltre a massacrare molti dei Morlock relativamente pacifici e indifesi, i Malandrini erano stati responsabili dell'intrappolamento di Angel nelle fogne sotto New York e della distruzione delle sue ali, il che lo portò a tentare il suicidio e alla fine a diventare lo schiavo dell'Apocalisse noto come Morte prima di tornare al X-Men nei panni dell'Arcangelo emotivamente danneggiato. Con tutto questo in mente, il fatto che Xavier non abbia nemmeno consultato gli altri prima di trasportare Creed ha mostrato una sorprendente mancanza di considerazione per il benessere mentale di coloro che già vivono nella villa.

Disegnare una falsa equivalenza tra Sabretooth e Wolverine

I confronti sono stati fatti da Storm e Xavier tra i loro tentativi con Creed con precedenti casi in cui Xavier aveva fatto atti di fede con mutanti come Rogue e Wolverine dopo la loro attività criminale, ma questa è una falsa equivalenza. È impossibile tracciare un parallelo tra Wolverine, il cui omicidio commesso mentre era sotto controllo mentale, con Creed, un serial killer, figuriamoci con Rogue, che aveva accidentalmente danneggiato la psiche di Carol Danvers ed era rimasto traumatizzato dall'atto. Il desiderio di Storm di fare ammenda per i suoi rimpianti passati ha reso la sua posizione comprensibile. Si era sentita a lungo in colpa per aver inizialmente rifiutato di riconoscere Rogue come redimibile e, allo stesso modo, si era pentita del proprio incontro con il Morlock Callisto, che aveva portato alla morte apparente di Callisto. Le motivazioni di Xavier sono più oscure. Perché sentiva che era così importante contattare Creed, ma inoltre perché era cruciale tenerlo in un edificio destinato a essere una scuola per giovani mutanti che lottavano per controllare i loro poteri? Perché è stato costretto ad alienarsi irrimediabilmente e dividere la sua squadra sulla base di nient'altro che la sensazione che Creed potesse essere redimibile?

x20

Quando Sabretooth arrivò alla villa, Wolverine se ne andò, rifiutando logicamente di condividere lo spazio con qualcuno che aveva fatto di tutto per causare terrore e caos specificamente mirato a Wolverine per quasi un secolo a quel punto. La reazione di Xavier è stata del tutto antipatica nei confronti di Logan, arrivando persino a paragonare Logan a Creed. Nel Wolverine #90 , Sabretooth ha tentato di fuggire dalla villa, e Wolverine è tornato solo per fermarlo e ucciderlo. Ha messo uno dei suoi artigli nel cranio di Creed, danneggiando il suo cervello, lasciando di nuovo la squadra e rimproverandosi per aver perso il controllo nonostante il fatto che il suo modo di farlo probabilmente ha salvato delle vite.

Jean Grey contro Sabretooth

Jean Gray aveva assecondato la decisione di Xavier all'inizio, ma alla fine ha perso la pazienza con la situazione quando ha visto l'effetto che stava avendo su Jubilee, che è stato colpito particolarmente duramente dalla partenza di Logan. Contro i desideri di suo marito Ciclope, Jean ha affrontato Xavier a testa alta, condannandolo per il suo atteggiamento blasfemo nei confronti della partenza di Wolverine e per l'effetto che Creed stava avendo sulla squadra. Respinta come irragionevole dagli altri X-Men, Jean ha annunciato la sua intenzione di confrontarsi con Creed stesso.

La resa dei conti tra Jean e Sabretooth è una delle cose più interessanti che accadano in questa era degli X-Men. Entra, spegne il sistema di sicurezza, insulta senza pietà Creed, lo sbatte contro un muro più volte, lo informa che non è nemmeno all'altezza di Logan, figuriamoci un suo pari, e nega di dargli la pace mentale chiamata bagliore che gli altri telepati che lavorano con lui gli hanno concesso mentre esce dalla cella, senza lasciare dubbi sul fatto che non lo teme né crede nel suo potenziale di riabilitazione. Ritorna a Jubilee e offre il suo sostegno alla giovane donna in difficoltà, segnandosi forse come l'unica persona qualificata per riferirsi a se stessa come mentore di Jubilee in questo particolare arco narrativo.

x1

L'etica discutibile di Xavier

Per essere un telepate, Xavier è incredibilmente ingenuo nel modo in cui tratta Creed. Per cominciare, i problemi psicologici all'X-Mansion vengono affrontati solo tramite la terapia psichica privata con Charles, che solleva molte bandiere rosse considerando la sua storia con i suoi studenti. Non solo l'integrità di Xavier è stata compromessa contro la sua volontà a causa del possesso del suo corpo da parte di criminali come The Brood e Shadow King molte volte nel corso degli anni, ma è anche noto che lui stesso ha commesso incredibili errori di giudizio quando ha a che fare con gli studenti. Non c'è bisogno di guardare oltre il suo trattamento di Jean Gray per raggiungere il consenso sul fatto che un sano sistema di controlli e contrappesi sarebbe stato necessario all'Istituto Xavier se gli fosse stato permesso di continuare a curare le persone oltre l'età dell'argento. Storie come Genesi mortale ha dipinto Xavier in una luce oscura che risale a molto tempo fa nella sua storia. La sua etica è lungi dall'essere irreprensibile, quindi lasciarlo come unico consigliere e consigliere di una squadra di giovani mutanti traumatizzati, responsabili solo verso se stesso, non è un grande piano.

Oltre a ciò, mesi dopo, in Uncanny X-Men # 328 , Jean Grey trascorre tutti i cinque minuti con Creed prima di dedurre che i suoi impulsi omicidi sono tutt'altro che svaniti, e sta davvero truffando il bizzarro ottimista Xavier, il cui desiderio di dimostrare a se stesso che ha ragione e dargli una pacca sulla spalla ha superato di gran lunga la sua preoccupazione per i suoi studenti. A merito di Jean, la sua analisi di Creed era stata accurata fin dall'inizio, ed è uno dei pochi X-Men che non ha mai mostrato nemmeno un accenno di paura in sua presenza né una risposta emotiva alle sue provocazioni. In effetti, Gray di livello Omega non aveva quasi nulla da temere da Creed, ed era forse per questo motivo che affrontava la sua presenza con più calma della maggior parte dei suoi compagni X-Men. La sua lealtà a Logan l'ha anche portata ad avere una visione particolarmente negativa di Creed, ma quando suo marito e altri hanno ridotto la sua antipatia nei suoi confronti alle emozioni residue della sua attrazione di breve durata per Logan, le hanno fatto un disservizio. La sua apprensione nei suoi confronti era più che logica, con o senza l'influenza di Logan.

Psylocke e Tabitha Smith

Nel frattempo, la ricaduta per le altre donne nella villa è stata grave. Tabitha Smith, l'adolescente conosciuta anche come Boomer, aveva essenzialmente adottato Creed, portandogli il latte ogni giorno e legandosi con lui nel tempo. Sebbene fosse nota per essere chiassosa e dalla pelle spessa al punto da essere apparentemente insensibile, Tabitha non era mai stata vista come un personaggio più complicato di così fino a quel momento. La sua prima infanzia è stata trascorsa con il padre alcolista violento, e quando ha lasciato la casa lo ha fatto per salvarsi la vita. Sebbene essere coinvolta con il suo compagno di squadra della X-Force relativamente ben adattato Samuel Guthrie abbia portato una grande stabilità e conforto nella sua vita, tendeva ancora a nascondere le sue insicurezze e preoccupazioni sotto le spoglie di preoccupazioni casuali e superficiali. Raggiungere e permettersi di essere vulnerabile con Creed era un tentativo fallito di riconnettersi emotivamente con suo padre con la speranza che l'uomo che aveva abusato di lei potesse essere redento, ma Victor Creed era un serial killer e uno stupratore. Non poteva essere riscattato. Era altamente irresponsabile per Xavier costringere i suoi studenti a vivere nella stessa casa di un uomo che aveva commesso crimini eccessivi e violenti. Li ha messi tutti in pericolo, specialmente Tabitha Smith, che ha portato le cicatrici dei suoi incontri con Creed molto più a lungo di chiunque altro. Tranne, ovviamente, per Psylocke, le cui cicatrici erano più letterali.

In un altro errore di giudizio, Saverio condannò a voce Creed, poi Bishop e Cyclops discussero sull'etica. In seguito, la stanza in cui era tenuto Creed fu lasciata incustodita e Tabitha Smith entrò per affrontarlo per averla ingannata. Non solo era impenitente, ma l'ha anche derisa e inimicata fino a quando lei si è scagliata e ha distrutto accidentalmente la sua cella di detenzione, permettendogli di fuggire. Quando inseguì Tabitha per ucciderla, Psylocke balzò in sua difesa, senza esitare un momento a gettare la sua vita in prima linea per salvarla. In una scena di combattimento atrocemente breve che avrebbe dovuto andare avanti per almeno un numero intero ma invece dura solo poche pagine, Psylocke e Creed si scontrano. Quando tenta di usare i suoi poteri psionici su di lui, scopre che il suo fattore di guarigione ha effettivamente sviluppato un'immunità nei loro confronti, e consegna un colpo devastante prima che gli X-Men siano in grado di rispondere. Ancora una volta, l'irresponsabilità di Xavier è alquanto scioccante qui. Lasciare Creed quasi completamente inosservato dopo ciò che è stato appena rivelato su di lui sembra nella migliore delle ipotesi sconsigliato. Wolverine e Angel si sono uniti per salvarla, ma Psylocke è quasi morta e ha preso una lunga pausa dalla squadra dopo il suo combattimento con Creed. Non solo Xavier ha messo i suoi studenti in posizioni pericolose e pericolose per la vita, ma ha inavvertitamente portato Creed alla fuga dalla giustizia.

x15

Rilevanza moderna

In un contesto moderno, i passi falsi di Xavier rispecchiano l'ethos delle persone che disegnano false equivalenze tra oppressori e oppressi, dichiarando che le lotte di Wolverine con i suoi demoni interiori sono le stesse del completo disprezzo di Creed per la vita umana. Sebbene Xavier a volte si fosse comportato bene dai suoi studenti e avesse persino salvato alcuni di loro da morte certa, quello che si aspettava in cambio era forse troppo da chiedere ad adolescenti senza altro posto dove andare, e questo ha mai messo la sua etica in una discutibile leggero. Non solo la sua incapacità di rispettare le opinioni e i sentimenti degli X-Men lo dimostra come un mentore inadatto, la pura condiscendenza e i molti colpi bassi che ha servito sia contro Rogue che contro Logan lo hanno visto sfruttare le loro debolezze contro di loro per manipolare loro di conformarsi ai suoi desideri.

È vero che dobbiamo lavorare come società per aiutare e capire gli altri, ma non dovremmo mai in un miliardo di anni costringere le ragazze adolescenti a vivere nella stessa casa di un noto manipolatore e stupratore, né dovremmo aprire noi stessi e coloro a cui teniamo in procinto di nuocere nei nostri tentativi di guarire gli altri. I tentativi da cartone animato di Xavier di raggiungere il livello morale con Sabretooth non lo hanno solo fatto sembrare sciocco, ma hanno anche ferito molte persone che si fidavano di lui. A Xavier non è mai stato chiesto o aspettato di fare ammenda con Tabitha Smith, Psylocke, Logan o Gambit, e i suoi gravi errori sono stati attribuiti all'eccessiva ottimismo riguardo alla sua capacità di aiutare gli altri. Resta il fatto, aveva la responsabilità di tenere al sicuro queste persone, e lo ha completamente evitato nella speranza di dimostrarsi nel giusto, e solo per questo avrebbe dovuto assolutamente perdere la sua posizione di autorità nell'Istituto Xavier. Questo può servire da lezione per le persone che mettono la loro moralità al di sopra della loro responsabilità di non mettere in pericolo le persone vulnerabili. Alla fine, Xavier si è sbagliato, e sono stati i suoi studenti a pagarne il prezzo.

x17


^