Nicolas Cage

WTF Moments: la lotta con la motosega che ha reso Mandy il film più metal del 2018

>

Non ci sono molti film che superano il livello di clamore che generano, in particolare quando l'hype è incandescente come quello Mandy ricevuto dopo il suo debutto al Sundance del 2018. Nella migliore delle ipotesi, puoi sperare che siano all'altezza dell'elogio espansivo, e nella peggiore delle ipotesi temi di essere l'unico nella stanza ad alzare le spalle mentre i titoli di coda scorrono, o di dare a tutti intorno a te un 'Davvero? Questo è quello che ti piace?' occhio laterale.

Mandy non ha solo superato il meritato clamore. La prima volta che l'ho visto - mesi dopo di quanto avrei dovuto, sono triste a dirlo - mi ha fatto dimenticare lì era montatura pubblicitaria. Il peso delle aspettative e delle opinioni e anche la capacità di confronto del mio cervello Mandy ad altri film mentre lo guardavo si è semplicemente sciolto insieme al resto del mio cervello.

Mandy è solo quel rad da sciogliere la mente.



Il film del regista Panos Cosmatos, su un taglialegna addolorato (Nicolas Cage) che cerca vendetta dopo che il suo amore (Andrea Riseborough nei panni della titolare Mandy) è stato assassinato da un pazzo leader di una setta (Linus Roache), è la cosa più vicina Non ho mai guardato un concept album prog metal sotto forma di film. È pieno di immagini che Ritchie Blackmore, Bruce Dickinson e Ronnie James Dio potrebbero vedere quando chiudono gli occhi nel calore di un concerto dissoluto. È il film più metal del 2018, pieno di momenti che ti fanno venir voglia di alzare le corna al cielo, per poi alzarle più in alto perché il film ha fatto qualcosa di ancora più interessante pochi secondi dopo.

Mandy è pieno di momenti WTF, ma se parleremo di un momento WTF per dominarli tutti (almeno per me), dovremo parlare delle motoseghe.



^