Matt Reeves

Il regista e il cast di WonderCon: Dawn of the Planet of the Apes parlano della sopravvivenza del più forte

>

Sabato, il cast e la troupe di L'alba del pianeta delle scimmie è sceso ad Anaheim, in California, per il WonderCon 2014. Il regista Matt Reeves e le star Andy Serkis, Keri Russell e Gary Oldman hanno partecipato a una conferenza stampa a sostegno del loro nuovo film. Reeves e Oldman hanno rivelato alcune curiosità sull'evoluzione della sua storia e su come Alba non gioca nella mentalità del 'noi contro di loro'. Non ci sono eroi o cattivi distinti.

'Sappiamo tutti che non diventa il pianeta degli umani e delle scimmie', ha detto Reeves. 'La cosa che era davvero importante per me era che portiamo avanti le scimmie in un modo emotivo con cui ti puoi relazionare, e che prendiamo gli umani [in un modo davvero diverso da Salita ] e li ritraggono in un modo in cui non sono nemmeno dei cattivi. Non ci sono cattivi nella nostra storia. Si tratta di sopravvivere e cercare di trovare un modo per dominare la nostra natura e gli impulsi dentro di noi.'

La struttura della storia di scimmie franchising è molto diverso dalla maggior parte. Avere un risultato prestabilito ha permesso a Reeves di esplorare ogni aspetto dell'origine della società.



'Ho avuto un insegnante di sceneggiatura che amavo molti anni fa, che mi parlava di storie. Ha detto: 'Ci sono il tipo di storie che riguardano il cosa, poi ci sono le storie che riguardano il perché'. Se sai già cosa è successo, allora si tratta del perché, e il perché riguarda la psicologia e il carattere', ha spiegato Reeves. Quando sono stato coinvolto, in realtà erano saltati più in là lungo la linea, più vicino a Pianeta delle scimmie di quanto avrei mai voluto. Pensavo che non avrei fatto questo film. Ho pensato: 'Oh, è quello che volete fare, perché penso che dovreste iniziare prima. C'è una strada lunga e interessante che riguarda queste persone e il modo in cui vengono influenzate in questa situazione. L'idea sarebbe che la prossima fase di questa storia sarebbe come quelle vite continuano in questa lotta.'

Come accennato in precedenza, gli umani e le scimmie non sono necessariamente l'uno alla gola dell'altro. È principalmente perché non hanno idea che l'altra metà esista. Star Gary Oldman ha spiegato che hanno vissuto vite molto separate.

'Inizialmente, non sappiamo che ci sono scimmie lì. Questa comunità è sopravvissuta all'influenza, all'epidemia, che ha spazzato via gran parte del mondo. Crediamo che i militari abbiano fatto il loro lavoro e che abbiano spazzato via le scimmie. Il fatto è che abbiamo cibo, acqua, ma la valuta nel film in mancanza di una parola migliore è l'elettricità. Questa è la valuta», dichiarò Oldman. “Ci serve per comunicare con il mondo esterno per scoprire effettivamente se c'è qualcuno là fuori. O quanti sono là fuori? Chi è là fuori? Crediamo a tutti gli effetti che potremmo essere gli unici sopravvissuti. Poi ovviamente scopriamo: stacco su una comunità di scimmie che fanno le loro cose con la loro famiglia e pensano che siamo stati spazzati via. Poi, naturalmente, ci scopriamo.'

L'alba del pianeta delle scimmie è davvero una storia di due famiglie. Ma uno sta salendo, mentre l'altro sta scendendo.

scoperta di star trek dove guardare

Secondo Reeves, 'C'è una famiglia umana e c'è una famiglia di scimmie. Ecco cos'è la Colonia. Questa è la famiglia umana. La differenza è che le scimmie sono in ascesa. L'idea è di iniziare in questo mondo delle scimmie e seguire il loro sviluppo. In un certo senso rispecchia quasi il nostro tipo di sviluppo tribale. Vedi il linguaggio mentre sta nascendo. Vedete tutti i legami che si sono formati e la prossima generazione che sta arrivando e la civiltà che stanno costruendo. Stanno davvero salendo».

«Ma agli umani, alla Colonia, è appena successa la più grande tragedia. Sono una famiglia che cerca di guarire se stessa. Quindi queste due famiglie devono trovare un modo per sopravvivere e la posta in gioco riguarda tutte le cose a cui tengono. C'è una domanda profonda per gli umani, su cosa hanno perso. Questa storia per gli umani è: 'Cosa c'è voluto per essere ancora qui e cosa si è perso lungo la strada. Per cosa vale la pena lottare a questo punto?''

L'alba del pianeta delle scimmie esce nelle sale l'11 luglio.



^