Kevin Lewis

Il regista di 'Willy's Wonderland' vede il suo invio di Evil Dead come la prossima grande voce horror nel 'genere' di Nic Cage

>

I nostri anni di accaparramento di biglietti per la sala giochi sono finalmente stati ripagati. Siamo stati in grado di scambiarli tutti per il premio finale: Il paese delle meraviglie di Willy , un film in cui un Nicolas Cage totalmente non verbale batte il letteralmente ripieno di animatronics malvagie mentre trascorre una sola notte in un centro di gioco per famiglie infestato di fosse di palline simili a Tartarus e flipper appariscenti.

Non c'è niente di quella frase che non ci piace e per di più, il film potrebbe essere visto come una storica capsula del tempo che aiuta a preservare l'eredità delle pizzerie della vecchia scuola con orribili artisti di robot. Questi franchise erano già in declino negli ultimi anni, ma la loro scomparsa è stata purtroppo affrettata dalla crisi sanitaria del COVID-19.

«Ho due bambini più piccoli, di cinque e sette anni, e sono andati da Chuck E. Cheese. Ma sfortunatamente con la pandemia, è chiuso e ora ho sentito dire che è chiuso. È davvero triste,' Willy's il regista Kevin Lewis racconta a SYFY WIRE durante una conversazione telefonica. 'Ma penso solo che sia un ritorno al passato retrò al vecchio Pizze ShowBiz con cui siamo cresciuti, ma non credo che ne avremo più... È triste ma vero.'

**ATTENZIONE SPOILER: Quanto segue contiene spoiler lievi per Il paese delle meraviglie di Willy. **



^