La Guerra Dei Mondi

Perché il produttore di La Guerra dei Mondi George Pal era lo Spielberg del suo tempo?

>

La scorsa settimana, il sempre notevole Raccolta di criteri ci ha portato la prima versione Blu-ray del classico di fantascienza del 1953 La guerra dei mondi . Il film, basato sul romanzo del 1898 del grande H.G. Wells, è stato rifatto più volte da allora, ma questa prima versione ha stabilito uno standard elevato per le altre che sono seguite. Mentre il regista Byron Haskin ha fatto un lavoro ammirevole dando vita agli invasori marziani, l'eroe non celebrato del film (insieme al comune raffreddore, ovviamente) potrebbe essere il produttore George Pal, uno dei pionieri della fantascienza filmata come la conosciamo.

'George è considerato il padre dei film di fantascienza', afferma Bob Burns in Il cielo sta cadendo , il documentario di realizzazione incluso nel pacchetto Criterion. “E praticamente lo è, perché è stato il primo a fare davvero film di fantascienza con quel nome.

Secondo un saggio illustrato del critico J. Hoberman incluso anche nel Blu-ray, Pal ha iniziato la sua carriera come designer e animatore nell'industria cinematografica ungherese. Pal, nato György Pál Marczincsak in Ungheria nel 1908, ha lavorato per la prima volta negli anni '30 a Berlino, Praga, Parigi e in Olanda, dove ha perfezionato il suo stile di animazione dei burattini sia in cortometraggi che in pubblicità. Pal è stato attirato a Hollywood nel 1939, dove ha creato più di 40 cortometraggi animati per la Paramount Pictures, conosciuti come 'Puppetoons'.



Il suo primo lungometraggio come produttore, Il grande Rupert , secondo quanto riferito presentava uno scoiattolo animato così realistico che alcuni spettatori erano convinti che fosse un animale addestrato. Ma era il secondo film di Pal, anni '50 Luna di destinazione (diretto da Irving Pichel), che ha cambiato il corso della sua carriera e forse quella del cinema di fantascienza.

Basato liberamente su un romanzo del leggendario autore di fantascienza Robert A. Heinlein (che ha anche lavorato alla sceneggiatura), il film è stato il primo grande film di genere prodotto negli Stati Uniti che ha affrontato i dadi e i bulloni dei viaggi nello spazio in modo serio.

quando è uscito il coraggio il cane codardo?

'Se credi in (il tuo concetto), davvero, fai un'immagine migliore', dice Pal in una registrazione audio inclusa nel Blu-ray di un seminario che ha tenuto all'American Film Institute (AFI) nel 1970. 'Perché mostra la sincerità. In altre parole, non si scherza o si dice: 'Oh, che diavolo, il pubblico non sa questo o quello.' Non è così. Il pubblico si sente se sei sincero nel tuo sforzo.'

George Pal e Michael Anderson sul set di Doc Savage: The Man of Bronze

Il regista Michael Anderson discute un'intricata configurazione della telecamera con il produttore George Pal durante le riprese di 'Doc Savage: The Man of Bronze', 1975. (Credit: Warner Brothers/Getty Images)

Anche se certamente può sembrare datato e noioso ora - il noto critico John Baxter lo definì 'visione piuttosto noiosa' solo 20 anni dopo nel suo libro Fantascienza al cinema - Luna di destinazione ha rappresentato un importante passo avanti per la fantascienza filmata in generale.

È stato un importante passo avanti anche per Pal, il cui prossimo film da produttore, Quando i mondi si scontrano , è uscito solo un anno dopo. Basato sul romanzo del 1933 di Philip Wylie e Edwin Balmer, ruotava attorno agli sforzi per costruire un''arca spaziale' su cui rappresentanti selezionati dell'umanità potessero sfuggire a una collisione catastrofica in arrivo tra la Terra e una 'stella canaglia' chiamata Bellus atterrando su Bellus' unico pianeta, Zyra.

Mentre Luna di destinazione almeno tentato accuratezza scientifica, Pal ha buttato tutto questo fuori dalla finestra con Quando i mondi si scontrano e concentrato sullo spettacolo puro. Il film, diretto da Rudolph Mate, è ricordato soprattutto per le scene di enorme devastazione che hanno preceduto le epiche successive come Giorno dell'Indipendenza e Forte impatto da decenni.

Quando i mondi si scontrano costa quasi 1 milione di dollari da realizzare nel 1951 (equivalente a circa 10 milioni di oggi ancora un affare!) e, come Luna di destinazione , ha vinto l'Oscar per i migliori effetti speciali, aprendo la strada al prossimo e quasi certamente più grande successo di fantascienza di Pal con La guerra dei mondi .

Una sonda marziana ne La guerra dei mondi

Credito: Criterio Collection

'Molti scrittori e produttori hanno provato a farcela, ma non sono riusciti a leccare la sceneggiatura', dice Pal nel seminario dell'AFI. 'Nessuno stava pensando alla cosa più semplice, che è davvero seguire il libro il più da vicino possibile. Sono andato alla Paramount, l'ho trovato nei file e ho pensato: 'Questo è meraviglioso, Guerra dei mondi è una grande storia.''

Quest'ultimo a sua volta assunse il regista Byron Haskin, la cui conoscenza degli effetti speciali, secondo John Brosnan nel suo libro Tempo futuro , ha reso Haskin una 'scelta azzeccata' per dirigere un film tanto complesso quanto La guerra dei mondi . Haskin avrebbe lavorato con Pal altre due volte, mentre in seguito avrebbe anche diretto Robinson Crusoe su Marte e diversi episodi classici della serie TV degli anni '60 I limiti esterni , incluso il capolavoro dello show, 'Demon With a Glass Hand'.

i migliori episodi di Star Trek tng

Nonostante La guerra dei mondi aveva un budget relativamente robusto di $ 2 milioni, Pal, Haskin e lo sceneggiatore Barre Lyndon hanno fatto delle sistemazioni per mantenere il film finanziariamente fattibile. Il primo è stato aggiornare la storia dall'Inghilterra vittoriana di Wells alla moderna California meridionale. 'Con tutto il parlare di dischi volanti, Guerra dei mondi era diventato particolarmente opportuno', ha detto Pal Cinefantastique nel 1977. 'E questo è stato uno dei motivi per cui abbiamo aggiornato la storia'.

Il secondo stava cambiando le macchine da guerra marziane di Wells da treppiedi ambulanti a navi a forma di mante, con lunghi colli e teste simili a serpenti che emettono i raggi della morte marziani (sebbene le macchine siano visibilmente supportate da tre raggi di energia che toccano il terreno sottostante , che li rendono ancora in un certo senso treppiedi).

Una terza decisione è stata quella di scegliere il film con per lo più sconosciuti. Lo scienziato principale Clayton Forrester è stato interpretato dall'attore teatrale e televisivo Gene Barry solo alla sua seconda apparizione sul grande schermo. 'George Pal ha prodotto tipi di film meravigliosamente strani e diversi', dice Barry in Il cielo sta cadendo , ricordando la sua apparizione in quella che allora era una produzione massiccia. 'Film che avevano risultati fisici in loro che dovevano essere fatti, e li ha fatti. Li ha fatti accadere. Magia. Ha portato una magia sullo schermo».

Gene Barry e Ann Robinson ne La guerra dei mondi

Raccolta di criteri

In effetti lo ha fatto. Anche per un film realizzato 67 anni fa, La guerra dei mondi funziona come uno spettacolo a tutto campo, spesso terrificante. Le città vengono cancellate, i militari vengono sconfitti e le macchine della morte marziane dilagano nelle campagne. Proprio come il libro di Wells è stato uno dei primi a descrivere in dettaglio un'invasione su vasta scala da un altro mondo, il film di Pal e Haskin ha effettivamente portato a casa il puro orrore di come potrebbe sembrare. Secondo Hoberman, Haskin ha detto: 'Volevo sottolineare la totale impotenza dell'umanità'.

La guerra dei mondi ha stabilito Pal come uno dei grandi uomini di spettacolo della sua epoca e un importante regista nel regno della fantascienza. Il film, il terzo film di amici a vincere un Oscar per i migliori effetti speciali, rifletteva le paure atomiche dell'era della Guerra Fredda e per lo più regge. Probabilmente non c'è stato un film di invasione aliena dal momento che non deve qualcosa a questo classico davvero straziante, da Giorno dell'Indipendenza a Confine del domani a quello di Steven Spielberg, versione ancora più oscura della stessa storia nel 2005.

t rex scena jurassic park

Pal avrebbe continuato a fare film di fantascienza e fantasy dopo La guerra dei mondi , sebbene il suo seguito del 1955 a Luna di destinazione , La conquista dello spazio , è stato un costoso flop. Iniziò anche lui stesso a dirigere le immagini, a partire dalla fantasia musicale del 1958, Pollicino , e nel 1960 tornò a H.G. Wells per quello che potrebbe essere considerato il suo secondo grande film, La macchina del tempo .

'H.G. Le idee di Wells sono sempre state molto, molto buone per i film', ha ricordato Pal, che ha detto di aver ottenuto i diritti per La macchina del tempo dopo che la tenuta di Wells ha visto La guerra dei mondi e lo ha approvato. 'Vorrei che fosse vivo oggi perché penso che sarebbe un meraviglioso sceneggiatore'.

Un po' più fedele al libro di La guerra dei mondi , La macchina del tempo presentava un'altra lista di effetti visivi innovativi da premio Oscar, mentre la sua combinazione di viaggi nel tempo con l'ambientazione del periodo della fine del XIX secolo potrebbe essere vista come il precursore dello steampunk. Ha rappresentato il lontano futuro in un modo che non era mai stato visto prima sullo schermo, e la miscela di azione e idee strabilianti del film è echeggiata in molti dei film di oggi.

Pal è tornato nella fantasia per i suoi prossimi tre film - Atlantide, il continente perduto (1961), Il meraviglioso mondo dei fratelli Grimm (1962), e 7 volti del dottor Lao (1964) - ma solo il secondo film ha generato risultati al botteghino. La sua ultima uscita di fantascienza, 1968's Il potere , ha riunito Pal con il regista Byron Haskin per una storia trippy e cerebrale su un team di ricerca che scopre che uno dei loro membri è un mutante con poteri mentali potenziati.

Sebbene Il potere ha guadagnato un piccolo seguito di culto nel corso degli anni, quello e l'ultimo film di Pal, 1975's Doc Savage: L'uomo di bronzo - basato sull'eroe dell'avventura pulp degli anni '30 e '40 - non è stato molto visto dal pubblico. Mentre cercava di sviluppare altri progetti, come un adattamento abbandonato di La corsa di Logan alla fine degli anni '60 e un seguito di Quando i mondi si scontrano - non ha prodotto un altro film finito prima della sua morte nel 1980.

aggrappati a star trek

Tuttavia, il posto di Pal sarebbe sicuro nella storia del cinema di fantascienza anche se avesse solo prodotto La guerra dei mondi . Ma questo, combinato con altri successi come Quando i mondi si scontrano e La macchina del tempo , per non parlare della visione e della fantasia che ha portato in tutti i suoi quadri, ne fa una figura importante nella continua evoluzione del genere.

'Era l'era atomica e (Pal) aveva sempre avuto un interesse per la fantasia, le fate, gli gnomi e le creature dei boschi, ma ora li ha trasposti in un nuovo genere', afferma l'artista degli effetti visivi Robert Skotak in Il cielo sta cadendo . 'Ha fatto dei bei film su questi temi popolari, e per un po' è stato quello che George Lucas, Steven Spielberg e James Cameron sono per le generazioni successive'.

La guerra dei mondi , che è stato restaurato con una straordinaria presentazione visiva 4K, accompagnata dalla sua colonna sonora mono originale e da una nuovissima traccia surround 5.1 creata dal leggendario Guerre stellari il sound designer Ben Burtt, è ora disponibile in Blu-ray dalla Criterion Collection.



^