Zia Maggio

Perché la zia May di Spider-Man: Far From Home è la migliore zia May?

>

Gli architetti del Marvel Cinematic Universe si sono presi cura di rendere la loro versione di Spider-Man molto più giovane dei suoi predecessori striscianti sui muri, mantenendolo un adolescente imbarazzante fino alla sua quinta apparizione nel franchise, il Spider-Man: Lontano da casa . Il nuovo approccio si è esteso al mondo di Peter Parker nel Queens, inclusa una zia May che, interpretata da Marisa Tomei, è molto più giovane di qualsiasi precedente iterazione. E grazie alla sua relativa giovinezza, sembra sia naturale che molto meritato che quando, alla fine di Spider-Man: Ritorno a casa , May scopre la verità, lancia una bomba F (che è, opportunamente, interrotta dai titoli di coda del film).

Con questo grande momento, l'MCU cementa la versione di Tomei di zia May come la migliore versione cinematografica dell'iconico personaggio di Spidey, e lei rimane fantastica in Lontano da casa .

**Avviso spoiler: ci sono alcuni spoiler per Spider-Man: Lontano da casa sotto**



Anche prima che la zia May scopra il segreto di Peter, è ancora più interessante di quanto lo sia stata la zia May del passato - senza mancare di rispetto a Rosemary Harris o Sally Field, che ha interpretato May negli originali di Sam Raimi e in due Sorprendente film, rispettivamente. Poiché Tomei è più giovane, si sente immediatamente più rilevante per la trama di Peter. Ci sono un sacco di storie incredibili e commoventi da raccontare su personaggi anziani e anziani, ma è un po' complicato far combaciare queste storie con le buffonate del liceo e dei supereroi di Peter. C'è solo un divario di una generazione tra May e Peter, piuttosto che le due generazioni che implicano i May più anziani.

Poiché zia May è un po' più giovane del normale, è anche un po' più alla moda. Non è necessariamente 'figo' con Peter, un adolescente, ma può relazionarsi meglio con la sua vita e conosce un po' il gergo. Lei lo capisce, e può più facilmente entrare in empatia con Peter, dandogli saggi consigli quando ne ha bisogno e facendogli anche un po' di merda quando ne ha bisogno.

Zia May Tie

Credito: Sony

May può anche flirtare con Tony Stark (e, in seguito, avere un'avventura con Happy Hogan). Anche se questo è uno spasso, e rende Peter terribilmente a disagio, questa è davvero una conseguenza del modo in cui l'MCU ha gestito lo zio Ben – o meglio, di come non lo ha gestito. Forse perché Spider-Man di Tom Holland ha fatto il suo debutto all'interno di un altro film, e poiché il pubblico aveva già visto due storie sulle origini di Spidey negli ultimi dieci anni o giù di lì, l'MCU salta oltre il morso del ragno e la morte di Ben. Non lo vediamo mai nella carne, e non lo sentiamo mai pronunciare il suo discorso 'da un grande potere derivano grandi responsabilità'.

Anche se si presume che tutto ciò sia accaduto fuori dallo schermo, ciò significa che Peter del MCU – e, soprattutto, zia May – non sono così innatamente legati a Ben e alla sua morte. La zia May è tecnicamente una vedova, ma l'MCU la introduce molto più tardi nel processo di lutto, consentendo una May con più agenzia e indipendenza. Non sta solo piangendo il suo defunto marito e si preoccupa per Peter. Beh, almeno no appena preoccupato per Pietro.

Ritorno a casa finire con May che ha scoperto il segreto di Peter significava che i futuri film MCU di Spidey non avrebbero dovuto ricostruire le stesse trame che avevano fatto i film più vecchi. Non sarebbe stato particolarmente eccitante vedere di nuovo Peter in punta di piedi intorno a sua zia, il che fa sempre sentire la zia May un peso, il che non è giusto per il personaggio. Far conoscere il segreto a May in anticipo e farglielo abbracciare, come visto in Lontano da casa — la mette sullo stesso piano di Peter. (La zia May di Lily Tomlin in Spider-Man: Into the Spider-Verse era fantastica anche per questo motivo, dato che era praticamente l'impertinente Alfred di Spider-Man.)



^