Il Ritorno Del Cavaliere Oscuro

Perché The Dark Knight Returns di Frank Miller è ancora il fumetto più influente?

>

Nel 1986, lo scrittore e artista Frank Miller aveva solo 29 anni quando ha affrontato il fumetto che ha cementato il suo posto tra le icone: Batman: Il ritorno del Cavaliere Oscuro . Insieme all'inchiostratore Klaus Janson e alla colorista Lynn Varley, Miller ha raccontato la storia di un Bruce Wayne di 55 anni che esce dalla pensione per ristabilire l'ordine in una Gotham City che da tempo ha superato Batman. Lungo la strada, la serie ha presentato Carrie Kelley come la prima donna Robin, ha offerto agli spettatori un'orribile resa dei conti finale tra Batman e Joker e ha caratterizzato una leggendaria battaglia con Superman.

Il ritorno del Cavaliere Oscuro ha rinvigorito Batman come un eroe molto più oscuro di prima. Ha anche ispirato decenni di fumetti successivi, oltre a un adattamento cinematografico d'animazione. Batman v Superman: Dawn of Justice ha anche colto il confronto tra i migliori supereroi della DC. Ma secondo Miller, l'Uomo d'Acciaio non era nello schema originale della storia!

'Quando ho messo insieme per la prima volta Il ritorno del Cavaliere Oscuro , la mia versione iniziale non aveva nemmeno Superman', ha detto Miller. 'Era solo Batman contro criminali e poliziotti. Poi, ho capito che inevitabilmente Bruce si stava dirigendo verso un conflitto con Superman.'



Per il meglio o il peggio, Il ritorno del Cavaliere Oscuro cambiato il settore. Secondo Janson, ' Cavaliere Oscuro ottiene il merito e la colpa [per i fumetti che sono venuti dopo]. Condividerò con voi quel [editor] Dick Giordano, molti anni dopo Il ritorno del cavaliere oscuro , mi ha detto [che] se ne è pentito.'

Per maggiori dettagli su Il ritorno del Cavaliere Oscuro ' incredibile eredità, dai un'occhiata all'ultimo episodio della serie originale di SYFY WIRE, Dietro il pannello !



^