Michael B. Jordan

Perché Fahrenheit 451 aveva bisogno di Millie Montag e avrebbe dovuto essere una miniserie

>

Il romanzo distopico del 1953 di Ray Bradbury Fahrenheit 451 è un ammonimento sulle ramificazioni di un mondo in cui la tecnologia agisce come un oppio. Esplora cosa succede quando le persone sono così radicate nel pensiero di gruppo da esitare davanti alle conversazioni intellettuali e alla letteratura stimolante. Nell'universo del libro, il ruolo dei vigili del fuoco è stato reinventato per renderli aggressori invece che eroi. Il protagonista Guy Montag è un pompiere il cui compito è bruciare i beni di chiunque venga sorpreso con un libro, ora considerato contrabbando. L'analfabetismo ha permesso ai poteri in carica di riscrivere la storia e convincere la società che i libri sono pieni di propaganda pericolosa per creare gerarchie e divisioni tra le persone. Montag alla fine diventa deluso da questo mondo e attraversa un risveglio mentale e spirituale. Si ribella al suo capitano dei vigili del fuoco, lascia il lavoro e si unisce a un gruppo di resistenza per diffondere la conoscenza delle opere letterarie del mondo.

Il regista/sceneggiatore Ramin Bahrani ha iniziato a sviluppare una versione aggiornata del romanzo di Bradbury nel 2016 — 40 anni dopo il debutto dell'adattamento cinematografico originale. Ha poi firmato Ritenere la star Michael B. Jordan nei panni di Guy Montag, con Michael Shannon (Fire Captain Beatty), Sofia Boutella (Clarisse McClellan) e Laura Harrier (Millie Montag) che completano il solido cast. Quando Bahrani ha iniziato ad affrontare la sceneggiatura, il mondo era diventato un luogo che solo Bradbury avrebbe potuto immaginare nei primi anni '50. La gente passava più tempo davanti alla televisione e si assorbiva nelle infinite tane di coniglio di Internet. Media curati, travolgenti fonti di informazione e piattaforme sociali stavano offuscando i confini tra realtà, finzione, conformità e individualità. Bahrani sapeva che questo film avrebbe dovuto tenere in maggiore considerazione l'influenza dei media e la tecnologia, quindi ha consegnato una versione aggiornata che si espande sull'attuale clima sociale e tecnologico.

HBO Fahrenheit 451 aveva il fascino visivo, la piattaforma Internet futuristica (The 9) e gli elementi tecnologici previsti in un futuro non così lontano. L'illuminazione cupa giustapposta alle fiamme che saltano dalla torcia di Montag mentre trasforma i libri in cenere e le luci al neon degli schermi che pubblicano bruciature in tempo reale per Mi piace, commenti e condivisioni non sembrano troppo lontane dalla nostra società. Gli atti performativi sono all'ordine del giorno sui social media poiché le persone pubblicano di tutto, dai momenti privati ​​a filmati raccapriccianti per l'attenzione e la convalida. Guy Montag di Jordan era una celebrità dei media e un eroe famoso, il che ha solo aumentato la sua pressione iniziale per mantenere lo status quo. Era una versione più aggressiva e sicura di sé del protagonista, ma ha mostrato la necessaria gravità emotiva per mostrare i pensieri conflittuali di Montag sul mondo. Le aggiunte di colliri che alterano la memoria prendono il posto dei sonniferi e i libri presenti in questo film sono un buffet di classici passati e presenti come Figlio nativo , Franz Kafka , Le avventure di Huckleberry Finn , anche un Harry Potter romanzo. Comprese versioni elettroniche di libri e altro materiale nascosto su dischi rigidi realizzati Fahrenheit 451 più plausibile per un pubblico del 2018 e il concetto di spogliare l'identità di una persona colpevole in trasmissione e condannarla a diventare anguille (leggi: persone illegali) ha portato una nuova interpretazione della censura. Questi nuovi concetti combinati con le solide prestazioni di Jordan, Shannon e Boutella sono Fahrenheit 451 i punti salienti di.



MBJ (3)

Credito immagine: HBO

Come la sua controparte del libro, Montag ha iniziato il suo viaggio come soldato rispettoso che ha contribuito a mantenere questa società edonistica. Era dedito al rogo, ma la sua naturale curiosità lo spinse a raccogliere e rimuginare su contenuti di contrabbando. Clarisse, un'adolescente anti-establishment, è stata usata per piantare i semi della ribellione nel libro. Il film ha preso una decisione intelligente per invecchiare Clarisse e darle alcune somiglianze con il personaggio del libro Faber, un ex professore che ha suscitato l'interesse di Montag per i libri un anno prima di incontrare Clarisse. Aiutò Montag a ideare un piano iniziale di rivolta e poi lo aiutò a fuggire dalla città. Lo spirito libero e la curiosità di Clarisse avrebbero dovuto contrastare sua moglie Millie Montag, la cui ossessione per la tecnologia la rendeva ignara della loro società oppressiva. Le scene di Laura Harrier nei panni di Millie, tuttavia, sono state rimosse dal film poco prima del suo debutto per risparmiare tempo e consentire a Clarisse di brillare. Il ruolo ampliato di Clarisse ha aggiunto elementi interessanti alla sua caratterizzazione rendendola un doppiogiochista che forniva informazioni a Beatty sulle anguille e lavorava anche con un gruppo di resistenza, ma non era ancora un personaggio completamente definito e il rapporto che ha sviluppato con Montag dovrebbe è stato concesso più tempo sullo schermo. Erano accomunati dal senso di colpa e dalle domande sul suicidio di una donna, ma l'aspetto romantico sembrava fuori luogo. Il personaggio di Millie è una parte importante del Fahrenheit 451 narrativa e avrebbe chiarito diverse cose per gli spettatori che sono nuovi alla storia.

The 9 presenta una serie di messaggi di commentatori non identificati che lodano e in seguito demonizzano Montag. Alcuni di loro sono visti sullo sfondo e nel film viene mostrata una classe scolastica che viene preparata a odiare i libri, ma gli spettatori non conoscono nessuna delle persone comuni in questo mondo. Millie avrebbe dato loro un volto e una storia. Rappresenta le pecore di questa società: lealisti compiacenti che sono disposti a rinunciare alla scelta e alla felicità in cambio di cose tangibili. Persone come Millie trovano la felicità nel disconnettersi dalla realtà e soccombere alla routine quotidiana dettata dalla tecnologia. Sono così distaccati dagli altri che la morte e la distruzione sono diventate il loro intrattenimento notturno. Esistono indirettamente attraverso personaggi televisivi e celebrità al punto da non essere coinvolti nelle proprie vite. L'ignoranza volontaria, il lavaggio del cervello e la paura giocano tutti un ruolo nella loro obbedienza.

Nel romanzo, Montag vede i risultati delle sue azioni come vigile del fuoco riflessi nella persona di Millie e si rende conto della sua responsabilità di scegliere un nuovo percorso. Quando inizia a immergersi nei libri e a pensare liberamente, l'assorbimento di Millie nella tecnologia e la mancanza di connessione con altri umani lo fanno arrabbiare e rattristare. Lei è la persona che vuole vedere lui, amalo e cresci con lui, ma la sua superficialità e paura non le permetteranno di affrontare la realtà. L'ingenuità di Millie dovuta al condizionamento sociale per tutta la vita insieme alla sua naturale mancanza di profondità è la vera antitesi di Clarisse, che è stata cresciuta come una libera pensatrice e ha un cuore per gli altri. Senza Millie nel film, Montag non aveva la motivazione aggiuntiva per ribellarsi al di fuori del vedere una donna suicidarsi. Questo evento si è verificato anche nel libro, ma è stato accompagnato dal crescente disagio di vedere sua moglie continuare a negare la verità. Beatty non può ricoprire questo ruolo perché è una persona colta e che usa le sue conoscenze in una posizione opprimente. Il sistema domestico simile ad Alexa Yuxie interroga Montag, ma anche lei fa parte dello stesso sistema. Il dilemma di Montag e il disfacimento mentale erano un pezzo centrale del romanzo e Mille ha svolto un ruolo importante nel suo processo decisionale e di pensiero. Anche dopo che lei lo ha esposto ed è fuggita dalla loro casa, simpatizzava ancora con sua moglie. Il libro in seguito implicava che Millie fosse rimasta in città, che fu colpita da una bomba atomica. Probabilmente ha pagato con la vita il rispetto delle regole. La loro relazione ha rafforzato l'arco del suo personaggio e la sua assenza nel film lascia un vuoto.

Fuoco Fahrenheit 451 (3)

Credito immagine: HBO

Fahrenheit 451 ha preso un romanzo pieno di commenti intellettuali e profondità emotiva e lo ha stipato in un film di 101 minuti. Il viaggio di Montag ha una traiettoria unica che sarebbe stata meglio esplorata in un formato miniserie. Il libro originale è stato suddiviso in tre atti per mostrare l'evoluzione specifica di Montag: la sua lealtà alla società interrotta dai suoi momenti di interrogatorio, l'acquisizione della conoscenza che ha portato alla sua uscita e la sua intensa fuga verso la libertà. Un formato simile avrebbe dato loro più tempo per immergersi nella psiche di Montag mentre iniziava a riesaminare il mondo e il suo ruolo nel mantenere lo status quo. Uno dei suoi momenti più avvincenti nel film è stato quando ha spiegato come le parole del suo primo libro scorrevano attraverso di lui come la sabbia passava attraverso il suo setaccio da bambino. Questa brillante metafora lo ha fatto sentire più stratificato e mostra come un'ulteriore esplorazione del suo passato avrebbe fornito un contesto migliore alla sua personalità.

Una miniserie avrebbe anche consentito una versione aggiornata di Millie Montag. Il suo amore per la tecnologia l'avrebbe mostrata allo specchio del bagno, scegliendo con cura le foto per il suo profilo online. Sarebbe stata più coinvolta nella celebrità sociale di Montag di quanto non fosse lui, controllando i suoi post per reazioni e commenti. Gli spettatori avrebbero visto a disagio una parte di se stessi nell'amore di Millie per i social media. La tensione crescente tra i Montag sarebbe aumentata quando ha iniziato a cercare informazioni da Clarisse. Un'interazione tra Millie e Clarisse sarebbe stata un evento senza precedenti e avrebbe consentito un ricco dialogo tra le menti opposte. Forse Clarisse avrebbe potuto sfondare il muro emotivo di Millie e dare un vero volto agli emarginati sociali. In ogni caso, ci sarebbe stato ampio spazio per entrambe le donne nella storia. Una miniserie avrebbe potuto aprire la porta a così tante possibilità e fare spazio a un terzo atto meno sconclusionato e confuso, che includeva l'incontro di Montag con un gruppo di emarginati amanti dei libri a cui era stato iniettato un uccello con OMNIS, un filamento di DNA che potrebbe curare gli esseri umani perso la sete di informazioni. Perché hanno scelto gli animali? In che modo esattamente questa informazione si diffonderebbe agli umani? Così tante informazioni sembravano perse nel tentativo di risparmiare tempo.

Fahrenheit 451 ha preso un grande diversivo con Beatty che bruciava Montag vivo, che era l'opposto del libro. La scomparsa di Montag avrebbe avuto un impatto maggiore se avessero mostrato un po' delle conseguenze della sua morte. In che modo ha influito sul capo Beatty, che considerava Montag il suo più grande successo? Ha iniziato a vedere la luce o ha coperto la morte di Montag e si è occupato degli affari come al solito? Dove sono finiti Clarisse e il resto della banda della resistenza? E, se Millie è stata inclusa nella narrazione, come potrebbe la sua morte cambiarle la vita? Gli spettatori non avevano necessariamente bisogno di vedere un lieto fine, ma poteva essercene uno che suggerisse una traiettoria futura per i personaggi rimanenti. Il finale improvviso ha mostrato l'uccello DNA di OMINIS che volava per trovare altri uccelli. Forse doveva essere una svolta poetica fantascientifica, ma ha lasciato più domande che risposte agli spettatori.

Fahrenheit 451 La trama frettolosa e l'esclusione di Millie Montag hanno portato a un film che sembrava disarticolato e incompleto in alcuni aspetti. C'erano diverse parti in movimento, ma nessuna di esse sembrava fluire insieme nonostante il messaggio tempestivo dietro questa storia. Gli attori e le modifiche aggiornate erano promettenti, ma i pezzi mancanti non hanno permesso a questo adattamento di massimizzare il suo potenziale.



^