Screamgrrls

Perché tutti ricordano l'episodio di Patricia Arquette di Tales From The Crypt

>

Racconti dalla cripta è ancora ricordato come una delle grandi antologie horror televisive, e rimane facilmente il più brutale: la messa in onda su HBO significava che lo spettacolo non aveva bisogno di aderire alla censura standard dell'epoca. Il fatto che molte delle storie abbiano avuto il loro punto di origine nei fumetti venduti in edicola negli anni '50 potrebbe rendere la violenza grafica un po' sorprendente, ma la maggior parte delle volte sono stati fatti relativamente pochi aggiornamenti.

Ci sono episodi inquietanti di Racconti dalla cripta – e poi c'è l'episodio di Patricia Arquette 'Four-Sided Triangle', che porta le cose a un livello completamente nuovo di sconvolgimento. La descrizione di questo episodio sul cofanetto del DVD è 'Una donna apparentemente pazza tenuta prigioniera in una fattoria insiste sul fatto che lo spaventapasseri è vivo, il che racconta la trama essenziale senza nemmeno minimamente accennare a cosa tratta questo episodio'. Alla domanda su quale sia stato l'episodio più spaventoso o sconvolgente di TFTC è, molte persone indicano questo. Non c'è da meravigliarsi: questa uscita diretta da Tom Holland è piena di sconvolgenti colpi di scena, svolte e commenti sociali che contribuiscono alla realizzazione di un cortometraggio horror perfetto.

Avvertenza: questo pezzo tratta il tema della violenza sessuale, nonché la discussione del finale contorto dell'episodio e del fumetto su cui è basato.



triangolo a 4 lati 3

Credito: HBO

Questo episodio si apre su Mary Jo, una giovane donna che è stata colta mentre cercava di rubare ed è stata tenuta prigioniera come domestica dai contadini sposati George e Luisa. George ha intenzioni lascive con Mary Jo e un giorno la segue nel fienile. Quando si dibatte, la colpisce alla testa, portandola a fuggire e crollare ai piedi dello spaventapasseri nel campo. Dopo questo, sembra aver subito una lesione cerebrale che la porta a credere che lo spaventapasseri sia il suo uomo e che alla fine la salverà dagli orrori della vita in questa fattoria. George, essendo l'incredibile mostro che è, decide di travestirsi da spaventapasseri. Questo porta Luisa a tentare di dimostrare che lo spaventapasseri non è vivo pugnalandolo con un forcone. Troppo tardi, Luisa si rende conto che questo era il piano di fuga di Mary Jo, e Mary Jo balla via nei campi verso la libertà.

Il casting di Racconti dalla cripta è stata quasi sempre una delle cose migliori a riguardo, e questo episodio non è diverso. Ogni attore sembra divertirsi molto con i propri ruoli, anche se detti ruoli implicano che si comportino come persone piuttosto terribili. Come Mary Jo, Arquette è facilmente uno dei fattori che rendono questo episodio così indimenticabile. Regia di Holland ( Notte di paura, un gioco da ragazzi ) al culmine della sua carriera, questo è uno degli episodi più grandi, oltre che emotivamente più carichi, di tutta la serie.

Alla fine del 1954, subito dopo i processi molto pubblicizzati stimolati dal libro Seduzione dell'Innocente che sosteneva, tra le altre cose, che l'editore della CE William Gaines stava più o meno attivamente sottoponendo i bambini americani a una vita criminale attraverso i suoi fumetti dell'orrore, questa storia oscura è apparsa in ShockSuspenStories #17. Questo è stato il penultimo numero della serie prima che i problemi finanziari e il diffuso odio pubblico nei confronti di Gaines costringessero la EC a chiudere i battenti. Ancor più di alcune delle altre serie horror della CE, ShockSuspenStories trattava questioni di giustizia sociale attraverso un'allegoria graficamente violenta, e quindi era uno dei titoli più usati per condannare i fumetti come mezzo intrinsecamente violento e sovversivo. Shock SuspenStories era un'antologia bimestrale destinata a combinare vari generi di narrativa speculativa, ma finì per appoggiarsi abbastanza pesantemente all'horror. Come tale, è stato spesso utilizzato come materiale di partenza per il Racconti dalla cripta serie HBO.

Sebbene il titolo fosse apparentemente usato fuori contesto, Triangolo a quattro lati è il nome di un romanzo di fantascienza del 1949 di William F. Temple, successivamente adattato per il cinema nel 1953, su due uomini innamorati di una donna. Quando lei sceglie uno di loro ma non l'altro, il disprezzato sceglie di creare un suo clone con il quale può essere felice. Tuttavia, essendo una copia esatta della donna, si innamora anche dello stesso uomo. L'uomo rifiutato decide che la cosa migliore da fare sarà darle una vasta terapia d'urto nella speranza di distruggere il suo amore per il suo amico. Questo, ovviamente, finisce in tragedia.

triangolo a 4 lati 4

Credito: EC Comics / Copertina di George Evans

L'originale Triangolo a quattro lati Insomma, non ha fatto nulla per dare corpo al personaggio di Mary Jo, e il racconto non ha fornito alcun contesto in cui capiva che lo spaventapasseri non era reale. Modernizzata, con Arquette nel ruolo, la storia ha mantenuto tutti i suoi orrori ma è diventata la storia di una giovane donna che scappa dai suoi aguzzini attraverso un piano elaborato e sorprendentemente vendicativo che ha assicurato che non avrebbero mai più fatto del male a nessun altro. Anche se questo episodio farà quasi sicuramente trasalire qualsiasi spettatore durante la visione, ha comunque aggiornato la storia in un modo interessante e ci ha fornito uno dei grandi colpi di scena dell'intera serie.

Gli spaventapasseri non sono spesso usati per tenere lontani uccelli o cervi nel mondo reale in questi giorni, ma il tropo nell'orrore potrebbe non scomparire mai perché c'è qualcosa di innegabilmente inquietante in un pagliaccio imbalsamato in un campo da solo di notte. Eppure, anche con innumerevoli altre storie di spaventapasseri con cui competere, Il 'triangolo a quattro lati' è riuscito ad aumentare il fattore di creep di circa il mille percento e a spaventare diverse generazioni di persone mentre lo faceva.



^