Rappresentazione

Perché ci sono così poche donne nere in mosse animate?

>

Per anni ho lottato con l'assenza di personaggi femminili neri in vari generi, inclusa l'animazione. Qualche settimana fa, ho menzionato l'assenza visiva del personaggio Honey Best in Incredibili 2 , e come non solo ci sia stata l'occasione persa di mostrare un'amicizia tra lei e Helen, ma ha evidenziato la mancanza di personaggi femminili neri nelle principali produzioni di animazione nel complesso.

Dall'inizio dei film d'animazione quasi cento anni fa, ci sono stati pochissimi personaggi che sono donne nere, siano esse protagoniste o di supporto. Non è stato fino ai Muse nel 1997 Ercole che abbiamo avuto un tempo significativo sullo schermo o un'importanza della storia, grazie a Calliope, Clio, Thalia e Terpsichore (doppiati rispettivamente da Cheryl Freeman, Lillias White, Roz Ryan, Vanéese Y. Thomas e LaChanze) che narrano la storia di come è nato Hercules. Con canzoni orecchiabili da karaoke come 'Gospel Truth' e 'Zero to Hero', sono diventate rapidamente le preferite dai fan.

La successiva donna nera visibile in una grande produzione di animazione è stata nel 2001, quando la Disney ha pubblicato la sua avventura di fantascienza Atlantis: L'Impero Perduto con Kidagakash 'Kida' Nedakh, la principessa di Atlantide . Con la sua pelle marrone scuro, i capelli bianchi e gli occhi azzurri, Kida era diversa da qualsiasi altro personaggio animato visto in precedenza. Ma a differenza delle muse, Kida era in primo piano, doppiata dall'incredibile Cree Summers, Kida è stata la prima volta che abbiamo visto una donna di colore in una posizione di potere. Dopo la morte di suo padre, assunse il ruolo di protettrice e divenne regina di Atlantide. Anche con questo passo in avanti nella rappresentazione, Kida è anche una delle poche principesse Disney ad essere escluse dalle promozioni e dai rastrellamenti del cast.

Ad oggi, l'unica Principessa Disney nera 'ufficiale' Tiana da La principessa e il ranocchio , uscito nel 2009. Sebbene Tiana sia la seconda principessa Disney nera, delle 11 principesse Disney ufficiali è l'unica che ha trascorso la maggior parte del suo film in forma di animale (come una rana), e questo di per sé è un problema. Sì, Tiana è tornata alla sua forma umana alla fine del film, ma quando si tratta di rappresentazione, il modo in cui è fatto conta altrettanto.

morte del quarzo rosa dell'universo di Steven
Principessa Tiana

Con così pochi personaggi femminili neri positivi nei film di animazione nel loro insieme (non solo dagli studi Disney), dobbiamo effettivamente vedere che sono neri. Trasformarli non solo in un'altra forma, ma in un animale che è considerato viscido e volgare dalla maggior parte dei bambini - e degli adulti - ha una connotazione negativa, che lo si voglia ammettere o meno.

quando Gli incredibili è stato rilasciato nel 2004, i fan si sono innamorati di Honey (doppiato da Kimberly Adair Clarke). Anche se non abbiamo potuto vederla, la sua breve interazione verbale con Lucius ha incuriosito e intrattenuto il pubblico. Incredibili 2 sarebbe stata la prima volta che abbiamo visto una supereroina nera dalla pelle scura in un importante film di animazione. Le bambine nere, le loro mamme, sorelle, zie e persino le nonne stavano aspettando di vedere un personaggio come Honey. Per decenni abbiamo aspettato di vedere più personaggi che ci assomigliano, in un mezzo di intrattenimento in cui investiamo e ci divertiamo.

Quando si tratta di rappresentazione cinematografica, non importa se si tratta di live action o di animazione. Tutti vogliono vedere se stessi sullo schermo. È ora di avere più eroi e principesse di colore a cui i bambini possono guardare.



^