Ritorno Al Futuro

Quello che pensiamo di sapere sui viaggi nel tempo

>

È strano vivere in un post- Ritorno al futuro mondo. Non solo abbiamo superato la data del futuro ritratta in Ritorno al futuro parte II , siamo anche a 30 anni dall'uscita di il terzo e ultimo film , che ha debuttato nelle sale il 25 maggio 1990.

Nel corso di tre film, abbiamo visto Marty McFly e Doc Brown viaggiare attraverso la storia umana recente e il prossimo futuro, andando indietro nel tempo fino al selvaggio West e fino all'inimmaginabilmente lontano 2015. Ritorno al futuro i film sono fantasiose commedie di fantascienza, non pensate per essere prese sul serio. La scienza è accurata solo nella misura in cui serve a raccontare una buona storia.

fantasma della formica e della vespa

Tuttavia, è possibile andare avanti e vedere i nostri errori prima che accadano? È possibile tornare indietro e sistemare cose che sono già nel nostro passato? Ecco cosa sappiamo - o pensiamo di sapere - sui viaggi nel tempo.



Quando è stata pubblicata la Relatività Speciale, queste idee erano solo numeri su una pagina, ma sono state confermate dall'osservazione e dalla sperimentazione. In effetti, gli ingegneri devono tenere conto della dilatazione del tempo durante la progettazione dei satelliti.

Poiché orbitano a velocità molto più elevate di quelle a cui siamo abituati a terra, gli orologi interni di un satellite funzioneranno più lentamente. La differenza è molto piccola, ma può accumularsi nel tempo. Poiché i satelliti spesso devono avere un'indicazione dell'ora accurata, questa dilatazione del tempo deve essere considerata e corretta.

Diventa ancora più complicato a causa della gravità.

La gravità piega lo spaziotempo e, poiché i satelliti GPS orbitano così lontano dalla superficie della Terra, sentono gli effetti della gravità meno di noi, il che ha l'effetto opposto di far ticchettare più velocemente gli orologi. Tutto sommato, i satelliti GPS in orbita andrebbero alla deriva 38 microsecondi nel futuro ogni giorno se non teniamo conto della relatività.

È una piccola quantità, ci vorrebbero circa 72 anni perché i loro orologi si spostino davanti ai nostri di un secondo, ma è abbastanza per provocare il caos con i servizi GPS, abbastanza rapidamente.

Inoltre, la sincronicità dei nostri orologi non è la cosa importante. Ciò che è importante è la realtà che quei satelliti stanno effettivamente viaggiando nel tempo alla velocità di un secondo ogni 72 anni. L'effetto è lento, ma è solo perché la frazione della velocità della luce alla quale viaggiano è piccola.

Il tempo non è statico. È personale. Non stiamo tutti vivendo il passare del tempo allo stesso modo o allo stesso ritmo. Ogni volta che sali in macchina, in treno o in aereo, ogni volta che vai a fare jogging o addirittura barcollando verso il bagno nel bel mezzo della notte, stai alterando il tuo modo di viaggiare nel tempo.

GRAVITÀ E VELOCITÀ

Ora che sappiamo che possiamo alterare il nostro rapporto con il tempo, alterando la nostra velocità o manipolando la gravità, come possiamo usarlo a nostro vantaggio e viaggiare in luoghi temporali distanti?

ciao foto ad alta risoluzione di pluto

La velocità è probabilmente la nostra migliore scommessa in questo momento.

Considerando la scala temporale dell'esistenza umana, negli ultimi decenni abbiamo fatto passi da gigante nell'aumentare la nostra velocità massima. Una volta si credeva che non avremmo mai infranto la barriera del suono; che è stato realizzato da Chuck Yeager nel 1947, poco più di 70 anni fa.

Quella era la prima volta che un essere umano viaggiava più veloce di 343 metri al secondo. È circa il decimillesimo di percento della velocità della luce. Abbastanza veloce per gli standard umani, molto lento su scala cosmica.

Poco più di un decennio dopo, Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins sono decollati su un razzo, diretti verso la Luna. La loro velocità massima era di 25.000 miglia all'ora, più di 32 volte più veloce di Yeager. Tuttavia, l'equipaggio dell'Apollo 11 stava viaggiando a sole 6,94 miglia al secondo, circa lo 0,0037 percento della velocità della luce.

Avvicinandosi, alcuni di quegli zeri stanno cadendo. Eppure, è molto lontano.

Questo è il punto in cui finiamo, per ora. Almeno per i veicoli con equipaggio. Abbiamo creato veicoli spaziali più veloci.

avatar l'ultima serie di dominatori dell'aria

La Parker Solar Probe, lanciata nel 2018, è stata inviata in missione per studiare la corona solare. Si avvicinò a 18,7 milioni di chilometri, concedendogli l'onore del massimo avvicinamento di qualsiasi oggetto artificiale.

Al suo più veloce, stava viaggiando 430.000 miglia all'ora, o 119,4 miglia al secondo. Questo ci porta a 0,064 della velocità della luce.

Dovremmo muoverci più di 15 volte più velocemente dell'astronave più veloce che abbiamo mai costruito per raggiungere l'uno per cento della velocità della luce.

Anche a quelle velocità, noteremmo una differenza di tempo relativo di circa 26 minuti nel corso di un anno.

Se vuoi davvero viaggiare nel tempo in modo significativo, devi diventare molto più veloce.

Al 90% della velocità della luce (167.653,8 miglia al secondo), un'astronave che viaggia per 10 anni secondo il proprio orologio sarebbe tornata sulla Terra per scoprire che erano passati quasi 23 anni.

Al 99,99 percento della velocità della luce, un'imbarcazione che viaggia per un anno ritornerebbe in un mondo che in loro assenza è invecchiato di più di 70 anni.

Al 99,99999 percento della velocità della luce, per un anno, passerebbero più di 2000 anni sulla Terra.

Il punto è che più ti avvicini alla velocità della luce, più si sperimenta la dilatazione del tempo.

Raggiungere quelle velocità, tuttavia, è incredibilmente improbabile e probabilmente impossibile. La fisica cospira contro di noi in questo senso. Qualsiasi oggetto con massa aumenta di massa man mano che si avvicina alla velocità della luce . In effetti, diventa più pesante, il che richiede più carburante per continuare ad accelerare. Alla fine, raggiungi una massa infinita e un fabbisogno energetico infinito. È come spingere un sasso su una collina in continua pendenza. Diventa più difficile più ti avvicini alla cima.

Il che è un peccato, perché avvicinarsi alla velocità della luce ci permetterebbe di viaggiare avanti nel tempo, con un investimento minimo di tempo personale. E, se potessimo infrangere la barriera della velocità della luce, tutte le scommesse sarebbero saltate. La matematica suggerisce che potrebbe permetterci di violare la causalità e tornare indietro.

lestat regina dei dannati

Se la velocità non è la risposta, allora che dire della gravità?

Poiché sappiamo che lo spazio e il tempo sono intimamente legati insieme e che la gravità ha un impatto su entrambi (vedi i satelliti GPS, sopra), una deformazione sufficiente dello spazio-tempo creerebbe cicli temporali chiusi. Almeno secondo una ricerca del fisico teorico Amos Ori al Technion-Israel Institute of Technology di Haifa.

Ori suggerisce di utilizzare campi gravitazionali focalizzati per piegare lo spaziotempo in un vuoto a forma di ciambella.

C'è un dosso: un viaggiatore sarebbe in grado di andare solo a destinazioni temporali che si sono verificate dopo la creazione della ciambella. Non tornare indietro per vedere i dinosauri o salvare tua madre dallo sposare la persona sbagliata. Nessuna prevenzione di cose che sono già accadute prima della creazione della macchina. Inoltre, i campi gravitazionali richiesti sono dell'ordine di quelli creati dai buchi neri, ben oltre ciò che siamo in grado di creare o controllare.

Per ora, il viaggio nel tempo è al di fuori delle nostre capacità, almeno come viene rappresentato nei film. Se vuoi davvero evitare il ticchettio dell'orologio, la soluzione migliore è correre il più velocemente possibile.



^