Star Wars: Episodio Ix - L'ascesa Di Skywalker

Cosa vogliono realmente i fan di Star Wars e cosa dovrebbe dare loro Lucasfilm?

>

Quantitativamente parlando, non c'è mai stato un momento migliore per essere a Guerre stellari fan. La saga spaziale manichea ha visto un'espansione senza precedenti nel 2019, con il debutto del primo programma televisivo live-action del franchise e parchi a tema abbinati, tutta una serie di prodotti multimediali e, infine, l'epica conclusione di giovedì dei nove film Skywalker Saga. Ma i finali definitivi possono anche suscitare domande persistenti e, in questo caso, i fan stanno già speculando su cosa potrebbe venire dopo.

Sulla base degli ultimi anni, ciò potrebbe dipendere da cosa Guerre stellari i fan vogliono, una domanda allettante e complicata in sé e per sé.

Per cercare di indovinare anche solo le risposte a entrambe le domande, o almeno tentare di capire i loro parametri, aiuta a guardare al passato recente (anche se Kylo Ren suggerisce di lasciare morire il passato). L'acquisizione del franchise da parte della Disney, avvenuta con l'acquisto di Lucasfilm alla fine del 2012, fornisce un punto di partenza ordinato per gli storici dei media e i fan arrabbiati e cospiratori su Twitter.



Da quel momento, i dirigenti della Lucasfilm si sono lanciati nell'iperguida creativa, producendo cinque film e Il mandaloriano programma TV, creando parchi a tema Galaxy's Edge e costruendo un vasto universo di fumetti, videogiochi, esperienze VR e romanzi. Tre dei film hanno superato un miliardo di dollari al botteghino, e non c'è dubbio che L'ascesa di Skywalker , nonostante le recensioni mediocri, supererà quel marchio abbastanza presto. Dal punto di vista finanziario, la Disney ha sicuramente fatto sembrare i suoi 4 miliardi di dollari iniziali un vero affare.

Ma non è stato tutto così facile. La presidente della Lucasfilm Kathleen Kennedy ha licenziato diversi registi di alto profilo da Guerre stellari film (tra cui Il film Lego Chris Miller e Phil Lord); i creatori di Game of Thrones abbandonare la loro trilogia pianificata sul grande schermo; la serie ha visto il suo primo flop finanziario sul grande schermo in Ron Howard's Solo: una storia di Star Wars ; e una piccola minoranza vocale di fan ha confuso la conversazione sul franchise, specialmente dal 2017 Gli ultimi Jedi .

incontri ravvicinati del terzo tipo di alieno alto

È ancora un record invidiabile per qualsiasi società di produzione hollywoodiana moderna, soprattutto in un'era di concorrenza senza precedenti e divisioni culturali più ampie che inevitabilmente toccano e talvolta scuotono violentemente l'industria dell'intrattenimento. e Guerre stellari ha resistito a terreni molto più rocciosi - ricordi i prequel? - quindi non c'è dubbio che non continuerà a prosperare generalmente. Ma ora deve anche servire una sezione trasversale colossale di fan, con richieste in competizione da varie fazioni e dati demografici.

**Avviso spoiler: ci sono spoiler per Star Wars: L'ascesa di Skywalker sotto**

Ritorno a scuola Rodney Dangerfield
I fan in costume della premiere di Rise of Skywalker

Fan/Getty in costume di Star Wars

Chi è il pubblico?

Coloro che sono cresciuti con la trilogia originale sono entrati nell'età adulta – forse non Boomers, ma almeno Gen-X – in molti casi differiscono dai millennial che hanno guardato i prequel e le serie animate non gravati dal passato. Sebbene sia una generalizzazione, è spesso un caso in cui il primo ha bisogno che la serie rimanga la stessa, mentre il secondo chiede di vedere una versione più progressiva della galassia molto, molto lontano. Ogni gruppo ha anche degli attaccamenti a personaggi particolari, il che rende ancora più complessa la valutazione delle loro reazioni alle decisioni creative.

Tale era il caso di Gli ultimi Jedi . Quel film è stato tanto divisivo quanto qualsiasi acclamato dalla critica, con un guadagno di $ 1,3 miliardi può essere. Parte del vetriolo online derivava dal razzismo impenitente e dalla misoginia dei fan - le donne competenti e toste e le persone di colore sono ancora estremamente minacciose per molti americani, come ci è stato ricordato così spesso in questo decennio - mentre altre lamentele sono nate da un più dolce nostalgia per un passato immaginario.

'Mi sembra strano che gli 'adulti' parlino di quanto Guerre stellari pensati per loro da bambini, eppure sono così ipercritici di questa nuova era e delle cose che non gli piacciono come se gli fosse dovuto qualcosa,' dice Dave Scheidt , uno scrittore di fumetti che ha lavorato su importanti franchise come Tempo di avventura e Avatar: L'ultimo dominatore dell'aria . 'Non pensano mai alla bambina o al ragazzo nero che vede qualcuno dentro' Guerre stellari chi li assomiglia per la prima volta, sai? È così importante che i bambini si ritrovino nella narrazione.'

'Ci sono un sacco di persone orribili che odiano' Gli ultimi Jedi , e ci sono alcune persone che semplicemente non capiscono perché Luke Skywalker non fosse il ragazzo che [hanno] sognato da bambino nel nuovo film', aggiunge Jason Ward, il proprietario del sito di notizie. Fare Star Wars e una voce di primo piano nel fandom. 'Se Luke fosse [ciò che la gente sognava da bambini], non ci sarebbe un film. Se non ci fosse attrito per Luke e niente per Luke da fare o in cui ricrescere, semplicemente non ci sarebbe una storia. E semplicemente non lo vedono. Perché non vedono la storia, vedono il personaggio.'

Al di là dell'odio viscerale per gli eroi Rey (Daisy Ridley) e Rose Tico (Kelly Marie Tran), molte delle lamentele su Gli ultimi Jedi incentrato sulla rivelazione che Luke Skywalker fallì nelle sue successive missioni Jedi e si ritirò dalle sue responsabilità. La versione moderna di Luke del regista Rian Johnson era amareggiata e si ritirò sul pianeta isolato di Ahch-To, determinato a porre fine alla decantata religione Jedi. In seguito inverte la rotta, ma si sacrifica nel processo, un viaggio da eroe complesso (sebbene ancora classico) che ha negato ai fan di vecchia data lo spavaldo Maestro Jedi di cui avevano letto in decenni di libri, fumetti e, senza dubbio, fanfiction.

'Il Guerre stellari la narrazione è gravata da quanto tutti amiamo i film originali; abbiamo avuto così tanto tempo per studiare quei film e pensare a quei personaggi che la deviazione dalla nostra interpretazione è ritenuta sbagliata', afferma Steele Saunders , un prominente Guerre stellari podcaster. 'C'è troppo peso su questi personaggi.'

vin diesel d & d film

Il respingimento del film ha diviso il fandom lungo le sue linee di faglia precedentemente sottili. C'erano più posti di cui parlare Guerre stellari che mai, ma alcuni non sono esattamente spazi sicuri. Per ogni Tempio Jedi, c'è un discorso Mos Eisley, pieno di motivazioni assortite, irascibilità e grilletti rapidi.

USS Enterprise Star Trek discovery

'Mi sono sentito davvero triste dopo Gli ultimi Jedi , non perché non mi piacesse il film, ma perché mi piaceva il film e navigare negli spazi online era estenuante', afferma Lindsey Romain , editore di Nerdist. 'Fortunatamente, quando ho iniziato a cercare più voci femminili nel fandom, ho trovato un intero mondo in cui c'era un grande apprezzamento per i nuovi film e un sacco di grandi analisi e conversazioni. Ci sono così tante voci fantastiche e positive nel fandom, devi solo guardare. Ma postare qualcosa su Guerre stellari invita anche molta tossicità e chiacchierate stancanti. È davvero un azzardo».

Star Wars Ultimi Jedi Luke e Yoda

Credito: Disney / Lucasfilm Ltd.

L'ascesa di Skywalker suona come se fosse stato progettato per affrontare tutte le preoccupazioni dei fan nostalgici che sono scaturite da Gli ultimi Jedi , dalla storia delle origini di Rey agli archi dei personaggi finali di vecchi eroi e cattivi.

Il ritorno dell'imperatore Palpatine (e le sue implicazioni familiari) è stato molto divisivo, per molte ragioni. Alcune persone, in particolare i critici, la preferivano come una 'nessuna', come Gli ultimi Jedi suggerito. Ward dice che alcuni altri volevano che Luke Skywalker fosse il padre di Rey, e c'erano anche molti altri risultati desiderati che fluttuavano su Internet. Se la decisione di Abrams sia stata la giusta mossa creativa è ora oggetto di accesi dibattiti tra critici e fan (o critici contro fan), il che dimostra quanto sia diventata divisa l'intera conversazione. Non c'è una risposta giusta o sbagliata, ma non lo sapresti dal discorso. Che fa parte del divertimento di Guerre stellari , purché sia ​​rispettoso.

Eppure, ora c'è una sorta di tabula rasa, senza domande immediate sulla storia a cui rispondere, solo più grandi sul futuro. Innanzitutto, cosa può portare di più Guerre stellari fan insieme? È anche possibile? Dovrebbe essere anche un obiettivo?

Scavando più a fondo

Tra i tre nuovi ingressi nella Skywalker Saga, Lucasfilm ha rilasciato due film, soprannominati ' Guerre stellari Storie', che ingrandiscono i momenti citati ma non visti durante i primi sei film. Il primo, Rogue One , incentrato sulla banda che ha rubato i piani alla Morte Nera nei giorni precedenti l'azione descritta in Una nuova speranza . L'altro era Solo , che raccontava la storia delle origini del contrabbandiere diventato eroe.

Il primo ha inventato nuovi personaggi ed è stato un successo miliardario nonostante i problemi di produzione; l'altro, che ha avuto anche problemi di produzione, ha rifuso forse l'eroe più iconico nella storia del franchise e ha subito un rapido rifiuto.

Quindi, tornare a spazi familiari, ma non ai volti più famosi, è una strada da percorrere.

data di uscita della gabbia di luke della meraviglia

'Penso Rogue One e Il mandaloriano mostra come puoi connetterti con successo agli eventi principali della trilogia originale e allo stesso tempo creare storie, personaggi e contenuti originali,' afferma Versha Sharma , un corrispondente senior per NowThis News e una vita Guerre stellari fan. 'Con l'eccezione del giovane Lando, Solo non ne è stato un buon esempio. Rimani con i veri personaggi secondari (più giovane Lando!), Non con gli eroi ben sviluppati e amati, o con personaggi freschi come Il mandaloriano .'

Le due serie di cartoni animati, Le guerre dei cloni e Ribelli di Star Wars , incentrato su alcuni personaggi principali: Obi-wan e Anakin erano al centro di Le guerre dei cloni – ma ha anche introdotto nuovi e presto amati eroi, come Ahsoka Tano, uno dei personaggi più cosplay dell'intera serie. Come hanno sottolineato Scheidt e Romain, la serie non ha cambiato la traiettoria complessiva dei film, ma ha riempito spazi vuoti importanti, specialmente nella seconda serie, arricchisce i personaggi ed esplora concetti più profondi come la Forza.

Il mandaloriano è diventato rapidamente forse il gold standard per esplorare nuovi elementi del preesistente Guerre stellari timeline per il plauso universale. Impostare a volte tra Il ritorno dello Jedi e Il Risveglio della Forza , segue un misterioso cacciatore di taglie su a Lupo solitario e cucciolo odissea con un adorabile bambino di nome The Child ma noto a un Internet estatico come Baby Yoda.

'Immagino che sarà un modello per le cose che andranno avanti: un aspetto tangibilmente familiare, con specie e concetti che riconosciamo ma in un nuovo contesto', dice Romain. 'Il Mandalorian titolare è come Boba Fett, ma non è Boba Fett. Il bambino è come Yoda, ma non è Yoda. Li vedo strappare altri idoli riconoscibili nell'universo e trasformarli in nuove proprietà.'



^