Opinione

Quali lamentele sulla cultura dell'annullamento dimenticano della caccia alle streghe nella vita reale

>

La cultura dell'annullamento è ovunque, a quanto pare. Internet e il discorso pubblico sono spesso invasi da fischietti di cani in malafede e cicli infiniti di whataboutism, ma l'attuale raffica di individui di alto profilo che urlano dai tetti di essere censurati dai mali della cultura dell'annullamento si è rivelata particolarmente irritante. La cosa più esasperante di questa corrente eccessiva di argomenti - a parte il fatto che nessuno vede l'ironia negli scrittori più famosi e influenti del pianeta che si lamentano tramite i principali media che la loro libertà di parola viene ostacolata - è che i pali sono in costante movimento quanto alla definizione stessa di cultura dell'annullamento. Oh, chiamando J.K. La retorica transfobica pericolosa e scientificamente viziata della Rowling è cancellare la cultura. Il boicottaggio delle aziende sfruttatrici che costringono i dipendenti ad andare a lavorare senza protezione durante una pandemia è cancellare la cultura. Le recensioni negative sono cultura dell'annullamento.

Non c'è rima o ragione per un dibattito che è intrinsecamente distorto nelle sue intenzioni, specialmente quando la narrazione è spinta da coloro che hanno tutto il potere, i soldi e le piattaforme. È solo una scusa per esagerazioni ridicole al posto della comprensione sfumata di un problema reale che è stato trasformato in un altro ariete per mettere a tacere i già emarginati. Ciò significa che continuiamo a sentire gli stessi argomenti più e più volte, che utilizzano tutti lo stesso vocabolario. Non potresti fare un film o un'uscita di Mel Brooks lolita oggi a causa della segnalazione di virtù (che trascura il fatto che lolita a malapena è stato pubblicato a suo tempo ed è stato vietato da molte autorità locali). Quegli SJW ipersensibili non sono preparati per il mondo reale. Se me lo chiedi (dice il miliardario), è tutta una caccia alle streghe.

Evocare l'immagine di una caccia alle streghe è uno strumento comune nel discorso politico e culturale, ed è stato usato in modo improprio e appropriato molto più che cancellare la cultura. Ogni senatore o presidente che ha affrontato un minimo di critiche ama invocare l'idea di essere sotto assedio nello stesso modo in cui lo erano le donne di Salem centinaia di anni fa. Sembra che ci siamo dimenticati che la caccia alle streghe era una cosa molto reale e rimane un segno nero nella nostra storia, quindi abbiamo completamente spogliato il passato del suo contesto per usi meschini e punteggio ottenuto.



Il definizione del dizionario di una caccia alle streghe è 'uno sforzo intenso per scoprire ed esporre slealtà, sovversione, disonestà o simili, di solito basato su prove lievi, dubbie o irrilevanti'. Essenzialmente, è un attacco infondato contro un nemico percepito, di solito fatto in modo da attirare l'attenzione, con l'intenzione di mettere a tacere i dissidenti con il pretesto di scoprire attività pericolose o sovversive. Il termine come lo conosciamo oggi è in uso da diversi decenni, più noto nel suo uso di eventi come le udienze del comitato per le attività antiamericane della Camera del senatore americano Joseph McCarthy, una presunta indagine sull'infiltrazione comunista della società americana che è stata ampiamente condannato per aver distrutto la vita di persone innocenti. I processi McCarthy sono diventati indelebilmente collegati alla caccia alle streghe in gran parte grazie alla commedia di Arthur Miller Il crogiolo , che usava i processi alle streghe di Salem come allegoria del maccartismo e delle sue persecuzioni infondate.



^