Grande Bocca

Ciò che Big Mouth ha ragione e torto sulla bisessualità

>

Grande bocca ha abbandonato la sua terza stagione su Netflix con la solita sfilza di recensioni positive. Lo spettacolo, co-creato da Andrew Goldberg e Nick Kroll, è una visione animata istericamente divertente degli orrori dell'adolescenza immaginati in un mondo in cui i mostri letterali fungono da guide della pubertà per adolescenti sconcertati. In questa stagione, la serie ha preso una svolta positiva per quanto riguarda uno dei suoi personaggi più divertenti ma meno sviluppati, che ha portato a una grande rappresentazione della scoperta della propria bisessualità, rapidamente seguita da una sorta di confutazione severamente mal giudicata.

Jay Bilzerian, doppiato da Jason Mantzoukas, è sempre stato qualcosa di anomalo nel cast principale di Grande bocca . È il più sfacciatamente sessuale e il più grande deviato del gruppo, con i suoi hobby preferiti tra cui mangiare il proprio seme e copulare con cuscini senzienti. Nella prima stagione (e per gran parte della seconda), mentre Nick, Andrew, Jessi e, in misura minore, Missy, cercavano di capire chi fossero e il modo più sicuro per affrontare il tradimento della pubertà, Jay sembrava avere tutto pronto - o, almeno nelle menti pubescenti dei suoi amici, era lui quello che non aveva bisogno di guida. In particolare, Jay è l'unico ragazzo del cast principale che non ha il suo mostro ormonale. Ad un certo punto, Maury, che condivide la passione per il 'piccolo mostro del cazzo', scherza dicendo che potrebbe essere il suo mostro ormonale, suggerendo un livello di sicurezza che nessuno degli altri ragazzi possiede.

che aspetto ha l'unico pezzo?

Le cose cambiano nel penultimo episodio della seconda stagione quando Jay, prima per obbligo e poi di sua spontanea volontà, bacia Matthew, l'unico ragazzo apertamente gay della scuola. Il giorno dopo, si scrolla di dosso l'incidente, scherzando: 'Mi ricordo a malapena o ci penso tutto il tempo'. Ovviamente, quando ha bisogno di tempo per interrogare la sua situazione interiore, Jay fa quello che sa fare meglio: si fotta dei cuscini, solo che ora è aperto anche ai cuscini del divano con codice maschile.



Nella terza stagione, Jay è un po' perso. Si sente bloccato tra le nozioni binarie di gay ed etero perché è tutto ciò che ha mai sperimentato nella sua vita quotidiana. Con l'eccezione di Matthew, a tutti i ragazzi della sua vita piacciono le ragazze e suo padre è un misogino impettito che vede ogni segno di vaga debolezza come 'gay' e quindi qualcosa di cui schernire. Non c'è nessuno a cui rivolgersi da quando Coach Steve è stato licenziato (e compatisce il povero bambino che gli chiede consigli di vita) e gli manca un mostro ormonale che lo spinga nella giusta direzione. Invece, ha Netflix.

Grazie all'algoritmo stranamente specifico del servizio di streaming, a Jay viene consigliata una serie canadese chiamata Il viaggio di Gordie , su un uomo che cerca la sua identità sia in termini di sessualità che di ambizione di essere un mago. Non potrebbe essere più perfetto per Jay in quel momento della sua vita a meno che non ci fossero dei cuscini parlanti. Si abbuffa di guardare l'intero spettacolo sperando di trovare risposte. Sicuramente se Gordie (doppiato da Martin Short) scopre la definizione esatta di chi è, allora può farlo anche Jay. Quando ciò non accade, diventa frustrato fino a quando Gordie e gli assortiti fantasmi che popolano lo spettacolo si uniscono a lui in un sontuoso numero musicale che spiega il glorioso spettro del genere e dell'identità sessuale.

Come con tutti Grande bocca canzoni, è un vero successone, ma ciò che lo rende particolarmente meraviglioso è la gioia esuberante del suo messaggio centrale: ci sono tante etichette là fuori quante sono le persone, sono tutte valide, puoi essere chi vuoi essere, e puoi cambiare quelle etichette quanto vuoi. E così Jay si rende conto di essere bisessuale ed è pronto a scendere. Be 'quasi. Primo, ha un po' più di esplorazione creativa da fare, e questo lo porta a quel più grande degli sbocchi per venire a patti con i propri desideri: la Fanfiction.

Missy e Jay collaborano a un'epica storia di genere romantico, avventura e feticismo dei cavalli che coinvolge Nathan Fillion (doppiando se stesso) e Gustavo l'uomo-cavallo di La Rocca di Gibilterra , il romanzo storico che ha fatto arrossire tutte le donne nella Stagione 1. Se Il viaggio di Gordie era un modo per Jay di realizzare la sua identità attraverso la creatività degli altri, la co-scrittura di fanfiction è il suo modo di prendere le redini e scoprirlo da solo, con tutti gli scenari strani e deliziosamente contorti che la sua mente può evocare (e questo è molto dato che è Jay Bilzerian).

Molte persone LGBTQ+ troveranno familiare il viaggio di Jay. In una società queerfobica che così spesso nega ai giovani l'accesso all'educazione sessuale e promuove l'astinenza e l'ignoranza sulla conoscenza, ci rivolgiamo agli strumenti che abbiamo prontamente disponibili. A volte, è un libro in cui i personaggi sono romantici l'uno con l'altro attraverso il binario di genere e non è mai posizionato come nient'altro che normale. Altre volte, è la gioia di sentire un comico trasformare il proprio passato in qualcosa con cui tutti possiamo ridere in modi riconoscibili. Noi del Team FANGRRLS abbiamo parlato molto dell'importanza della rappresentazione della cultura pop e del potere cruciale che deriva dall'essere in grado di raccontare le nostre storie dalle nostre esperienze uniche e apprezzate. Non puoi essere ciò che non puoi vedere e un panorama dell'intrattenimento che non riflette l'inclusività incredibile e in espansione della nostra società è uno che ci lascia tutti impreparati per il futuro. Grande bocca , per quanto rozzo, lo capisce perfettamente nella terza stagione e ha usato quella dinamica per dare corpo a uno dei suoi personaggi più strani in un modo che sembra così dolorosamente e familiarmente umano. Se le persone nella vita di Jay non affermeranno la sua sessualità, allora è fantastico che ci siano ancora cose là fuori per fargli sapere che non è solo.

Questo è quello che Grande bocca ha ragione sulla bisessualità. Ahimè, nella terza stagione, ha anche lasciato cadere un inferno di un frastuono che ha annullato molto di quel grande lavoro.

Questa stagione ha visto l'introduzione di un nuovo personaggio, Ali (doppiato da Ali Wong), che si annuncia con orgoglio come pansessuale per la classe. Quando le viene chiesto da Jay se è simile all'essere bisessuale, respinge la sua affermazione e afferma che la bisessualità è troppo binaria per lei, quindi offre una spiegazione della propria identità che coinvolge una metafora alimentare discutibile che non è né divertente né accurata. Il messaggio dato qui era che i bisessuali sono interessati solo agli uomini e alle donne cis, il che semplicemente non è vero. Gli showrunner finito per chiedere scusa e ha ammesso di aver mancato il bersaglio con questo momento. Anche se è positivo che lo abbiano fatto (ci sono così tanti scrittori che si sarebbero semplicemente raddoppiati e avrebbero iniziato a urlare sulla 'cultura del risveglio' invece), è stato qualcosa che è sembrato tanto più deludente perché Grande bocca aveva passato tre stagioni a essere migliore di quel momento.

star wars rogue one carrie fisher

Grande bocca è uno spettacolo che, nonostante la sua sfacciata immaturità, ha sempre cercato di essere onesto ed empatico nei confronti dell'adolescenza. Tra queste abbondanti battute sulla masturbazione ci sono intuizioni sul body shaming, la mascolinità tossica, i doppi standard applicati alle ragazze contro i ragazzi, l'angoscia ormonale e la pornografia. Questa è una serie che ti fa sapere che tutte quelle terribili emozioni che sembrano porre fine al mondo sono valide, normali e universali. Questo non vuol dire che imbianca la realtà, anche in questo mondo in cui tali concetti sono assolutamente elastici. Jay sperimenta la bifobia quando fa coming out e persino Matthew lo liquida come un altro ragazzo gay troppo insicuro per fare coming out, un insulto comune rivolto ai bisessuali. Questo sembra reale e ben ponderato, mentre la descrizione della pansessualità di Ali sembra una presa in giro del concetto progettato per abbattere.

Questo è uno spettacolo che ha fissato i suoi standard in alto e il suo pubblico si aspetta di più come risultato. Questa è una buona cosa e di gran lunga preferibile all'alternativa. Grande bocca ha il potere di essere molto di più. Potenzialmente, potrebbe essere lo spettacolo che fa per alcuni bambini cosa Il viaggio di Gordie e le fanfiction lo hanno fatto per Jay.



^