Il Morto Che Cammina

Il governatore di Walking Dead spiega la sua terrificante caverna umana

>

Dopo l'accumulo di vedere il Governatore come un personaggio malvagio e malvagio nel Morti che camminano fumetti: l'uomo apparentemente simpatico ma losco che abbiamo incontrato la scorsa settimana nella serie di successo di AMC non sembrava troppo familiare. Almeno, non fino a quella scioccante scena finale. Quindi cosa significava tutto questo? Spoiler avanti!

David Morrissey, che interpreta la versione televisiva del Governatore, sta dando un po' più di sfumature a uno dei più grandi cattivi della serie. Sembra abbastanza gentile, mantenendo la città di Woodbury al sicuro e ispirando i cittadini, almeno fino a quando non elimina un'unità della Guardia Nazionale e massacra le poche truppe rimaste per i loro rifornimenti.

Ma poi le cose sono diventate davvero strane molto velocemente, quando siamo stati presentati alla 'grotta dell'uomo' del Governatore, piena di teste di zombi nervose intrise d'acqua negli acquari. Naturalmente, l'iconica rivelazione non è stata una sorpresa per i lettori del fumetto. Ma non diminuiva il fatto che fosse da brividi.



Per Morrissey, l'hobby raccapricciante del Governatore è solo un altro modo per affrontare il dopo-apocalisse. Disse centrale del terrore :

'Beh, per me c'è un senso di: se hai intenzione di sopravvivere in questo mondo è meglio che tu abbia una pelle spessa ed essere in grado di desensibilizzarti alle cose che vedrai intorno a te. E certamente penso che ci sia la sensazione che il Governatore lo faccia. È anche il suo giocattolo. È la sua caverna da uomo. È dove va, quindi si tratta di dove guarda nel posto più profondo dentro di sé ed è lì che va per quello. Quella stanza è molto speciale per lui».
Morrissey porta ancora oltre il concetto di profondo e oscuro segreto, spiegando come quella stanza delle teste rappresenti il ​​squallido ventre della società stessa:
'[Y] esci in qualsiasi strada suburbana negli Stati Uniti o nel Regno Unito o ovunque e non sai mai cosa c'è dietro quelle tende. Quindi, sento che è riflessivo: può riflettere qualsiasi comunità e anche noi stessi. Ma mi piace che il pubblico abbia un rapporto diverso con il Governatore rispetto agli altri personaggi dello spettacolo. Possiamo vederlo in un luogo personale dove gli altri personaggi non lo fanno. Quindi noi come pubblico abbiamo un rapporto con lui che nessun altro ha, ed è quello che mi piace davvero.'
Cosa ne pensi? Ti piace la versione per il piccolo schermo del Governatore o preferisci la versione puramente malvagia dei fumetti?

(Attraverso centrale del terrore )



^