Il Morto Che Cammina

The Walking Dead, Stagione 6: cosa pensavamo della premiere di 90 minuti

>

Avviso spoiler: quanto segue discute i punti della trama di Sunday Night's Il morto che cammina Prima della sesta stagione.

Quando la stagione 5 di Il morto che cammina confezionato lo scorso marzo, il Team Rick era saldamente radicato ad Alexandria e la loro filosofia 'uccidi o sii ucciso' sembrava colpire a casa gli accoglienti residenti della città. Certo, tutto questo è successo solo dopo che Rick è diventato pazzo di ragazze, poi solo pazzo, e ha agitato una pistola contro tutti. E Glenn è stato quasi ucciso da Nicholas, dopo che quest'ultimo ha praticamente ucciso Noah. Oh, e Daryl e Aaron sono quasi diventati un'esca per vaganti per gentile concessione dei Lupi, ma sono stati salvati all'ultimo momento dal samurai Morgan. Parlando di Morgan, è entrato in città per salutare il suo vecchio amico Rick, ma ha invece trovato Grimes che giustiziava Pete, che voleva già uccidere alcuni episodi prima.

Le cose riprendono poco dopo la situazione di Pete nella premiere della sesta stagione, in un episodio di 90 minuti diretto da Greg Nicotero. L'episodio mostra l'equipaggio Grimes in gran parte in controllo di Alexandria e progettando un enorme rastrellamento di vaganti per portare i non morti lontano dalla comunità. Nel corso della premiere, l'azione scorre avanti e indietro nelle fasi di pianificazione del recinto degli zombi. Sebbene ci sia azione, la storia è in gran parte guidata dai personaggi, poiché la trama esplora come Alexandria ha cambiato i nostri sopravvissuti e viceversa.



Ma è una premiere di successo? Editor at Large Aaron Sagers e Redattore collaboratore Tara Bennett abbattere l'episodio di Il morto che cammina , in onda domenica alle 21. su AMC. Continua a leggere, poi facci sapere cosa ne pensi del calcio d'inizio della stagione 6.

Tara: Quando una serie TV di successo supera le cinque stagioni, lo scenario è di solito uno di showrunner stanchi, scrittori e attori creativamente spesi e annoiati di fare lo stesso vecchio, lo stesso vecchio. Tuttavia, sono entusiasta di annunciare che la sesta stagione di apertura per Il morto che cammina sta sfacciatamente contrastando quella tendenza scontrosa. Guidato dalla visione creativa dello showrunner Scott Gimple ed elevato dalle capacità visive del regista Greg Nicotero, 'First Time Again' offre una narrazione non lineare che richiede l'attenzione del pubblico e ricompensa con un'eguale misura di tensione, azione, enigmatici battiti del personaggio e uscite grossolane che soddisferanno tutti gli spettri del fandom dello show.

Aronne: Tanto quanto Il morto che cammina a volte mi stanca sentendomi ripetitivo, questa premiere diretta da Greg Nicotero racchiudeva molta narrazione. I recenti flashback, in bianco e nero (che evocano i fumetti) sono serviti a riprendere la storia subito dopo il finale della scorsa stagione, spostando la trama.

Tara: Per quanto riguarda la struttura epica dell'obiettivo generale dell'episodio, incanalare un enorme branco di vaganti lontano da Alessandria, funziona sia come un set impressionante (che è difficile da fare da uno spettacolo che ha un bisogno incessante di sfornare fresco, scenari precari) e una posta in gioco fondamentale per impostare la stagione. Sposalo con l'audace decisione di Gimple e Nicotero di girare una buona parte dell'episodio in bianco e nero, e otterrai un episodio che è vitale e, oserei dire, straordinariamente artistico.

Aronne: Mi è piaciuto guardare Rick e la Grimes Gang lavorare all'interno della comunità di Alexandria per creare un piano enorme per attirare i vaganti lontano dalla loro fattoria. Questo in realtà mi ha colpito come il più intelligente che questi sopravvissuti si siano comportati da un po' di tempo; creare barriere e deviazioni strategiche per mantenere in movimento i vaganti è stato meglio della forza bruta che mi aspetto dai nostri protagonisti. In effetti, Rick ha guadagnato il suo ruolo di leader più di quanto abbia fatto da un po' di tempo.

Tara: Sono stato anche colpito da come Alexandria abbia cambiato il Team Rick solo nel breve periodo della loro residenza. Questo baluardo della sicurezza (sebbene davvero disfunzionale su molti livelli) è finalmente qualcosa che vale la pena rafforzare e combattere perché potrebbe essere la loro nuova 'normalità'. La premiere è incentrata su quanto faranno per proteggerla, dal lavorare fianco a fianco con i loro 'nemici' di Alexandria a Rick che mostra moderazione (cosa?!), a piccoli battiti di Sasha che scende dalla sua torre da cecchino, e anche Padre Gabriel forse fa un passo indietro dal lato oscuro (completo di un sottile schiaffo che è un punto culminante dell'episodio).

Aronne: Desidero anche applaudire Nicotero e Gimple (così come Matt Negrete, che ha co-scritto questo episodio con Gimple). Questa è la terza stagione di Gimple come showrunner (dopo aver preso il posto di Glen Mazzara, che ha preso il posto di Frank Darabont), e continua ad affrontare questa serie con una nuova energia. Ammetto di essermi stancato dei sopravvissuti che vagano da un accampamento all'altro, e sono fiducioso che rimarranno ad Alessandria per un po'. Questa premiere sembrava l'inizio di un nuovo capitolo dello spettacolo.

Per quanto riguarda Nicotero, il mago degli effetti visivi è cresciuto enormemente come regista da quando ha affrontato per la prima volta i webisodes nel 2011. Ora, 12 episodi dopo, ha realizzato un grande mini-film che riesce a rendere minacciosi i vaganti quando sono solo , beh, camminando. E gli escursionisti hanno ancora un bell'aspetto. Quello che si stava infilando tra i due camion e si stava strappando la pelle per tutto il tempo? Delizioso.

Tara: Quella gag è fantastica e i fan con gli occhi da falco adoreranno la continuità che lo riguarda durante l'episodio. Ho anche avuto la pelle d'oca dall'ultima inquadratura dell'episodio per la pura audacia di ciò che Nictotero e il suo team di KNB Effects hanno praticamente messo insieme per questo episodio (più di 900 veri camminatori in questo episodio!).

Aronne: Non credo che si possa parlare della prima senza entrare in Lennie James nei panni di Morgan. Questo era l'episodio di Rick, certo, ma Morgan è una bella presenza che ricorda Caine di Kung Fu . Ha camminato sulla terra e ha lavorato attraverso la sua follia (e mentre voglio il retroscena su quando ha imparato a combattere con il personale bo, voglio anche che rimanga un mistero). Invece di essere una bussola morale per tutti i sopravvissuti, alla Hershel e Dale, Morgan sembra essere specificamente il samurai Jiminy Cricket sulla spalla di Rick, ed è presente per le decisioni chiave di quest'ultimo. Mi piace questo perché ricorda a Rick, anche se solo un po', l'ufficiale di pace che inizialmente incontrò Morgan tanto tempo fa. Rick dice a Morgan: 'Tu non mi conosci', ma lo fa (A parte: speravo che Morgan fosse un'invenzione della mente di Rick. Che avrebbe ricevuto una guida da questo collegamento con il suo recente passato, e poi sarebbe essere rivelato che nessuno poteva vederlo o sentirlo. Questo ovviamente non funziona dal momento che altri personaggi interagiscono con lui; tuttavia, c'era la possibilità di Sesto senso roba lì).

Tara: Questo è uno scenario interessante lì. Lo guarderei, ma sto scavando questo Zen Morgan. Ma sto anche ricevendo molto enigmatico dal suo personaggio, il che rende la sua riscoperta eccitante da anticipare. Come diavolo è riuscito a passare dal solitario, genio assassino di camminatori di Wile E. Coyote in 'Clear' a Morgan freddo come un cetriolo? Non vedo l'ora di vedere come è successo e se rivela forse un Morgan meno che stabile all'interno.

Aronne: Altrimenti, tutti hanno mostrato un'incredibile moderazione nella premiere. Daryl sembra essere un vero sostenitore della filosofia della comunità di Alessandria secondo cui hanno bisogno di più persone; Glenn mostra un incredibile perdono nel non uccidere il tizio che lo ha incastrato in 'Conquer'; persino Rick si trattiene dall'uccidere qualcuno che cerca di dare il via a un colpo di stato.

Forse è perché Rick sta crescendo una triglia che Eugene approverebbe, ma questo è il più simpatico che questi personaggi siano stati in almeno una stagione o giù di lì.

Quindi cosa non ha funzionato per te in questo episodio? Ci sono stati un paio di momenti in cui ho pensato che i residenti di Alessandria apparissero un po' troppo infantili, ma non era un grosso problema per me. E spero che Abraham non diventi così avventato da diventare un adolescente impulsivo nel campo dei sopravvissuti. Voglio anche vivere ad Alessandria per un po' di tempo prima di affrontare le minacce umane esterne. So che i Lupi non sono lontani, ma spero che non siano nemmeno nella porta accanto. Servire una minaccia vagante per un po' di tempo prima di ottenere un'altra malvagia tribù di sopravvissuti.

Tara: Penso che la giustapposizione di alcune delle stupidità latenti degli alessandriti sia ancora intelligente da mostrare. Rende la posizione di leadership di Rick più difendibile per i residenti e Deanna sulla scia del caos finale della quinta stagione. E l'avanti e indietro delle linee temporali che si svolgono nella storia è un modo ispirato per continuare da dove è stato interrotto il finale, ma anche per far progredire lo sviluppo dei clan che si fondono in un modo che non è noioso o faticoso da vedere svolgersi.

Altrimenti, non sono sicuro che il montaggio finale sarà un po' ristretto per la prima notte, ma c'erano alcune inquadrature di camminatori persistenti che sembravano un po' troppo lunghe mentre si aggiravano nel loro gregge. È pignolo solo perché il montaggio e il ritmo dell'intero episodio sono complessivamente così serrati. Penso che sia una delle migliori anteprime degli spettacoli in quanto copre tutte le basi dell'azione, del sangue, della posta in gioco e della progressione del personaggio o delle sottili prefigurazioni (cioè un grande momento di Carol e Morgan). Ero arrabbiato quando l'episodio è finito perché volevo di più e se riesci a farmi questo per 83 ore in una serie, hai la mia ammirazione e il mio continuo impegno a guardare.



^