Robert Kirkman

L'attore di The Walking Dead rivela di aver chiesto di essere ucciso

>

Uno di Il morto che cammina I membri del cast ufficiale dicono che la morte improvvisa del suo personaggio è avvenuta perché voleva uscire.

film crisi sulle terre infinite

L'attore veterano Jeffrey DeMunn, che ha interpretato il nonno Dale Horvath durante le prime due stagioni del lungo successo horror di AMC, ha detto in una nuova intervista con Cleveland.com che la scioccante scomparsa del suo personaggio nello show è stata tutta una sua idea. Ha spiegato che il licenziamento da parte di AMC dell'originale Morti che camminano lo showrunner Frank Darabont – con il quale DeMunn ha avuto una lunga relazione creativa e personale – è ciò che lo ha scatenato:

«La morte di Dale è stata una mia decisione. Ero furioso per come Frank fosse stato cacciato dallo show. Ho passato una settimana senza riuscire a prendere un respiro completo. E poi ho capito: 'Oh, posso smettere.' Così li ho chiamati e ho detto: 'È uno spettacolo di zombi. Uccidimi. Non voglio più farlo.' Per me è stato un immenso sollievo».



Dale è stato inviato nell'episodio 'Judge, Jury, Executioner', colpito alla testa su sua richiesta da Daryl (Norman Reedus) dopo essere stato sbranato dagli zombi. L'uscita raccapricciante del personaggio è stata una delle tante morti precoci e sorprendenti che hanno dato Il morto che cammina la sua reputazione iniziale come uno spettacolo in cui anche personaggi amati potevano incontrare una fine improvvisa e brutta.

Improvviso e brutto è stato anche il modo in cui il mandato di Darabont nello show si è concluso. Dopo aver sviluppato la serie per AMC e averla guidata durante la sua prima stagione e mezza, è stato licenziato a metà della seconda stagione dopo essersi scontrato con la rete per problemi creativi e di budget, nonché per il suo presunto comportamento abusivo verso gli altri nella produzione (lui da allora ha citato in giudizio AMC per una parte consistente dei profitti dello spettacolo, in un caso che è ancora in corso).

DeMunn è stato portato su Il morto che cammina di Darabont dopo che i due avevano lavorato insieme su La redenzione di Shawshank , Il miglio verde , e La foschia , la trilogia di adattamenti di Stephen King diretta da Darabont. Ha detto che la scrittura delle prime due stagioni dello show girato in Georgia è stata 'semplicemente fantastica, così come lo era il cast originale', aggiungendo: 'Non si può parlare di Il morto che cammina senza parlare del caldo estremo... Il caldo ha avuto il modo di unire tutti noi, cast e troupe.'

Quindi, anche se la morte di Dale è stata definita 'monumentale' da Morti che camminano creatore Robert Kirkman e considerato uno degli eventi che hanno determinato il tono imprevedibile dello spettacolo, sembra che sia stato meno un atto di creatività audace e più dovuto al semplice desiderio dell'attore di lasciare lo spettacolo. Pensi che DeMunn abbia fatto la cosa giusta rimanendo fedele a Darabont e uscendo quando l'ha fatto? Ho le morti casuali da allora in poi Il morto che cammina stato drammaticamente potente o arbitrariamente scioccante?

(attraverso io9 )



^