Scienza

Costellazioni sconosciute vengono alla luce dai misteri di un antico tempio egizio

>

Quanti misteri si nascondono dentro l'oscurità dello spazio , che l'umanità potrebbe non capirli mai tutti, figuriamoci trovarli tutti, ma la prova di questo non è stata trasmessa sulla Terra da un telescopio.

I telescopi di nuova generazione in grado di vedere a miliardi di anni luce di distanza non esistevano nell'antico Egitto. I primi astronomi osservavano il cielo notturno, facendo del loro meglio per allineare le stelle con meraviglie architettoniche, come la Sfinge e la Grande Piramide, che sarebbero sopravvissute alle ingiurie del tempo. Le piramidi di Giza erano allineate con le tre stelle sulla Cintura di Orione. Ma qual è la costellazione identificata solo come Le oche di Ra , emerso di recente mentre gli egittologi stavano spolverando la fuliggine dal Tempio di Khnum a Esna ? A parte gli antichi egizi che probabilmente lo vedevano come una visione di oche cosmiche che appartenevano al dio Sole, nessuno lo sa.

Khnum è la divinità creatrice dalla testa di ariete spesso associata all'inondazione del Nilo vivificante e pensata per formare corpi umani con l'argilla prima di metterli nel grembo delle loro madri. Il tempio di Esna era dedicato a lui insieme a sua moglie, la dea della guerra Mehnit dalla testa di leone, e al figlio Heka, il dio della medicina e della magia. Mentre il tempio aveva iniziato a essere sottoposto a pulizia e restauro nel 1976, i lavori sono stati sospesi per decenni fino a quando non sono stati finalmente ripresi nel 2018. Sotto gli strati di fuliggine c'era letteralmente un intero universo. Sono emerse immagini di costellazioni conosciute, come l'Orsa Maggiore (Mesekhtiu) e Orione (Sah), ma anche cose come Le oche di Ra, che hanno lasciato confusi gli egittologi.



Le oche di Ra e altre costellazioni sconosciute, alcune ancora senza nome, nel tempio sono identificate da geroglifici e talvolta da immagini misteriose, ma non esiste un'immagine delle costellazioni reali che dia esattamente a quali stelle si riferivano gli artisti.

'Ci sono molte rappresentazioni di costellazioni scolpite in rilievo e già note (questo non significa che nessuno sappia di quali stelle si tratta)', ha detto l'egittologo Christian Leitz, che ha guidato il progetto. 'Quello che abbiamo trovato sotto la fuliggine erano i nomi egizi di quelle costellazioni che prima erano sconosciute.'

Non riconosceresti mai cosa dovrebbe simboleggiare l'Orsa Maggiore (sopra). Appare come la gamba di un toro tenuto dalla dea Tawaret, che di solito appare come un ippopotamo. Gli antichi egizi vedevano l'Orsa Maggiore come una manifestazione del dio Seth , che ha ucciso suo fratello Osiride e sparse le membra del suo corpo per tutta la terra. Non fu mai resuscitato completamente, quindi regnò come dio dei morti. A Seth non è mai stato permesso di raggiungere Osiride nel malavita dopo di che. Tawaret è visto trattenerlo (a forma di zampa di toro), e questo sembra letteralmente essere scritto nelle stelle poiché l'Orsa Maggiore non affonda mai sotto l'orizzonte.

Forse il tempio è stato costruito per allinearsi con una o più stelle in una delle costellazioni misteriose. Se emergessero prove di ciò, non sarebbe la prima volta che il mondo mortale fosse collegato al divino.

'Finora, questo è sconosciuto', ha detto Leitz. 'Alcuni templi, come Karnak, possiedono certamente un allineamento astronomico (in quel caso con il solstizio d'inverno), ma per la maggior parte dei templi esistenti, questo non è così facile da dire. È credibile solo se hai una connessione tra la divinità principale e la presunta stella o costellazione, che normalmente è difficile da dimostrare.'

Perché gli antichi egizi credevano che Duat , il mondo sotterraneo su cui regnava Osiride, era il luogo in cui dimoravano gli dei. Si pensa che lo abbiano replicato sulla Terra creando un paesaggio sacro. Perché si suppone che Duat si trovasse dove le costellazioni di Orione e Sirio sorgono vicino al sole e appena prima di esso all'alba del solstizio d'estate , hanno allineato le tre piramidi nella piazza di Giza con le tre stelle nella cintura di Orione. La Sfinge dalla testa di leone era appropriatamente l'equivalente terrestre della costellazione del Leone, e il Nilo avrebbe dovuto rappresentare la Via Lattea.

Quindi cosa potrebbero essere le oche di Ra? C'è una possibilità che fosse così che gli antichi egizi vedevano la costellazione del cigno del Cigno? Fuori da tutto 88 costellazioni conosciute , cioè quella la cui controparte animale è più strettamente imparentata con le oche, ma che per ora rimane un enigma. Forse ulteriori lavori sul tempio finalmente lo illumineranno.



^