Ps4

Lo scrittore di Uncharted 4 rivela che il fratello di Nathan Drake era l'antagonista originale

>

Il capitolo finale a Inesplorato , una delle serie di videogiochi più amate di sempre, aveva quasi un'atmosfera molto diversa, principalmente a causa di un cambiamento nell'antagonista avvenuto quando lo scrittore originale se ne andò.

La figura in stile Indiana Jones Nathan Drake viene trascinata fuori dalla pensione su PS4 Uncharted 4: Fine di un ladro da suo fratello, Sam, che è in gravi difficoltà, e dal suo vecchio complice Sully, per scovare un tesoro nascosto dei pirati. Trappole esplosive, tradimenti e un fastidioso gruppo di mercenari privati ​​si frappongono sulla loro strada. Ma come è stato originariamente scritto, secondo l'ex regista e scrittrice della serie Amy Hennig, la cosa principale che ostacola Nathan era Sam.

Hennig ha lasciato il progetto a metà della produzione ed è stato sostituito da L'ultimo di noi registi Neil Druckmann e Bruce Straley. In un'intervista a USGamer , Hennig ha spiegato che il personaggio di Nadine Ross, che era a capo della compagnia di merceria Shoreline, non esisteva nella sceneggiatura originale e che il rapporto di Nathan con suo fratello era molto, molto diverso.



Doveva essere un piccolo ritorno alla forma, ha detto Hennig del finale. L'idea che gran parte della storia si sarebbe svolta su quest'isola utopica dei pirati sconosciuta o dimenticata e che la storia poliziesca che potremmo intrecciare attraverso quella. Quindi tutte le battute, se guardi le battute dei capitoli - ad eccezione del fatto che non abbiamo avuto i flashback della sua infanzia e quindi non abbiamo avuto il personaggio di Nadine - ma solo guardando la pausa dopo l'interruzione che ha ordinato i capitoli , come dove vanno, cosa stava succedendo, tutto questo mentre ero lì.

I flashback, che stabiliscono il tono della relazione di Sam e Nathan che è stata forgiata nella loro tumultuosa infanzia, alterano il modo in cui i giocatori si sentono riguardo al personaggio. È affezionato a loro come una figura custode, uno che mostra a Nathan le corde e ha un sacco di rivalità, ma alla fine è buono. Non era così nel piano originale di Hennig. Mentre il DNA e la storia principale erano tutti lì, dice, le maggiori differenze avevano a che fare con il tipo, stavo introducendo l'idea di Sam come il fratello.

La mia interpretazione era un po' diversa, che era un po' di più – voglio dire, non lo definirei l'antagonista nel senso classico, ma era una forza antagonista nella vita di Drake che poi ha dovuto riconciliare. Quindi era, sai, complicato da cose che venivano dal passato. Quindi, è un po' diverso da come lui si presenta e sai, 'Ehi fratello, ho un problema'. Poi, ovviamente, c'era un elemento antagonista a Sam nella versione finale di U4 , ma non era proprio lì fin dall'inizio. Quindi, nella mia storia, è stato un po' più del viaggio da questo fantasma del passato di Drake come antagonista a una sorta di riconciliazione e riunificazione.

Senza una fonte costante di cattivi armati senza volto (o una fonte che ha un legame familiare molto più profondo), Uncharted 4: Fine di un ladro avrebbe potuto sentirsi molto, molto diverso. Meno permaloso, a meno che, naturalmente, il finale non abbia davvero portato alla sua riconciliazione. Il gioco avrebbe anche potuto evitare il polemica sull'imbiancatura causato dal suo casting per Nadine, ma il passato è passato. Ora i fan devono semplicemente aspettare il adattamento cinematografico in uscita ...o potrebbero semplicemente andare a guardare di nuovo il cortometraggio di Nathan Fillion.



^