Altro

La tripofobia va molto più in profondità della paura dei buchi e ti farà contorcere per il disgusto

>

Ricorda il personaggio di Sarah Paulson Ally from Storia dell'orrore americana: Culto e lei paralizzante paura dei buchi , come il pezzo di corallo nello studio del suo psichiatra?

Probabilmente penseresti che Ally avrebbe dovuto avere più paura di tutti i pagliacci in quella stagione. La tripofobia si traduce letteralmente con la paura dei buchi, ma un recente studio ha scoperto che i tripofobici in realtà mostravano più disgusto verso immagini di cose come coralli e spugne e il nuovo iPhone 11 rispetto alla risposta di paura che ci si sarebbe potuti aspettare. Anche le persone che non pensavano di avere la fobia si sono rabbuiate. Si scopre che non sono solo i buchi stessi a innescare questa risposta, ma qualcosa di molto più... disgustoso.

Non è chiaro il motivo per cui la condizione esiste, data la natura innocua dei tipici stimoli stimolanti, gli psicologi Tom R. Kupfer e An Le detto in uno studio pubblicato su Cognizione ed emozione . Suggeriamo che l'avversione ai cluster sia una risposta evolutivamente preparata verso una classe di stimoli che assomigliano a segnali della presenza di parassiti e malattie infettive.



Pensaci. La paura è una risposta di lotta o fuga che si attiva quando siamo esposti a qualcosa, come un ragno altamente velenoso, che potrebbe danneggiarci gravemente (o che percepiamo potrebbe fare del male). C'è una ragione per cui l'aracnofobia è strisciata in così tanti film inquietanti. La paura può anche essere una risposta a cose che potremmo aver avuto un'esperienza particolarmente terribile. Puoi capire perché la paura dei cani è iniziata quando la persona fobica è stata morsa dal Rottweiler dei vicini da bambino, ma i buchi? Apparentemente non fanno altro che terrorizzare silenziosamente l'osservatore. Questo è il motivo per cui la tripofobia è stata così difficile da capire.

La psicologa Stella Lourenco crede che la tripofobia sia un disgusto che va molto più in profondità dei buchi che lo fanno esplodere. Lei e i suoi colleghi hanno studiato le pupille dei pazienti mentre reagivano inconsciamente a immagini di creature pericolose, immagini tripofobiche e immagini neutre di cose come chicchi di caffè o farfalle. Le pupille dei soggetti si sono espanse in una tipica risposta di lotta o fuga quando sono atterrati su un ragno o un serpente, ma in realtà si sono ridotte quando hanno affrontato visioni da incubo di buchi. Questa è nota come risposta di riposo e digestione e indica la stimolazione del sistema nervoso parasimpatico , che ha il controllo del corpo a riposo e praticamente non dorme mai. La paura non può stimolarla, ma il disgusto sì.

Mentre è noto che serpenti e ragni suscitano una reazione di paura, associata al sistema nervoso simpatico, i resoconti aneddotici di autodescritti tripofobi suggeriscono reazioni più coerenti con il disgusto, che è associato all'attivazione del sistema nervoso parasimpatico, ha detto Lourenco in lo studio, pubblicato in PubMed .

Sebbene Lourenco descriva la fobia come la paura di un innocuo gruppo di buchi, una scena fuori... AHS: Culto potrebbe darti una migliore comprensione di come li vedono i tripofobi. L'avversione di Ally per i buchi divampò davvero quando stava esaminando i suoi pori allo specchio, e all'improvviso sentì un prurito opprimente prenderle il collo. Quello che dovrebbe essere un'eruzione cutanea per il resto del mondo si riflette come un'epidermide zombie infestata da piaghe aperte che continuano ad espandersi sempre di più mentre si gratta. Stacco nell'ufficio del suo psichiatra, e puoi vedere che non ci sono piaghe sul collo di Ally. Li ha completamente immaginati.

Le piaghe come le allucinazioni allo specchio possono essere un sintomo di malattie potenzialmente fatali. È una legittima paura di queste malattie che fa impazzire alcune persone alla vista dei buchi, anche se non vedono cose come Ally. Questo avrebbe potuto essere un meccanismo salvavita quando malattie come il vaiolo e la peste dilagavano. Sebbene la medicina moderna li abbia praticamente sradicati, quello stesso disgusto può allontanare qualcuno da tutto ciò che potrebbe essere contaminato da altri germi in modo altrettanto nodoso.

Il disgusto … può invece consentire di evitare fonti di malattie come il cibo avariato o i malati visibilmente, ha detto Lourenco. È stato suggerito che una reazione tripofobica possa essere un'estensione di un disgusto intrinseco per oggetti in decomposizione, piaghe e cicatrici.

Quindi i buchi in realtà non sono spaventosi per i tripofobi, ma disgustosi, e quel disgusto potrebbe essere parzialmente responsabile della sopravvivenza umana. I programmi TV horror semplicemente non te lo diranno.

(attraverso Nuovo scienziato )



^