Chris Mckay

'The Tomorrow War' ha esaminato le termiti e John Carpenter per creare 'l'alieno definitivo'

>

Ora che è oggi, La guerra di domani è sbarcato su Amazon, quindi è tempo per noi di discutere della terrificante minaccia aliena del film: i famelici White Spikes. L'orda extraterrestre di abomini quadrupedi e tentacolari è apparsa apparentemente dal nulla un giorno e ha iniziato a divorare gli umani a destra e a manca. Con l'umanità sull'orlo dell'estinzione, la feccia finale della resistenza decide di iniziare a reclutare combattenti abili da 30 anni nel passato.

***AVVERTIMENTO! Quanto segue contiene importanti spoiler sulla trama di The Tomorrow War!***

Il protagonista Chris Pratt (Dan Forester), che ha ottenuto un credito da produttore esecutivo per questo progetto, dice a SYFY WIRE di essere stato profondamente coinvolto nella creazione di una chiara distinzione tra White Spikes maschili e femminili. 'Ho pensato che fosse importante rintracciare la femmina e farla sembrare diversa dai maschi', dice. 'È stato un leggero emendamento al processo creativo in cui penso di essere stato determinante. Proprio come in natura, si vede una differenza tra le specie animali maschili e femminili'.



Dato che gli alieni sono così numerosi, affamati e capaci di sciamare per proteggere la loro regina, la produzione si è avvicinata ai White Spikes come se fossero insetti. 'Abbiamo davvero osservato gli insetti, immaginandoli come una termite o una formica nella loro abbondanza e nel loro movimento', spiega Pratt. 'Erano un po' come in parte gamberetti, in parte ragni, in parte termiti. Dovevano solo essere davvero spaventosi, volgari e traslucidi nel modo in cui potevano comunicare.'



^