Star Trek: Voyager

C'è del caffè in quelle nebulose: le bevande e i capitani di Star Trek che le adorano

>

Star Trek: La prossima generazione era uno spettacolo diverso dal suo predecessore. Pochi lo sapevano meglio di Star Trek i fan più devoti. Dopo essersi affollati intorno ai loro televisori per guardare la premiere del 1987, i fan hanno subito notato i cambiamenti nella scenografia, nella cinematografia e persino nel Impresa stesso - ma forse il cambiamento più stridente è arrivato sotto forma di un Jean-Luc Picard.

A quel punto, Star Trek i fan si erano abituati al Capitano Kirk di William Shatner, un personaggio che ricorda gli spavaldi principi mercanti descritti nel libro di Isaac Asimov Fondazione romanzi. Ma la rappresentazione di Patrick Stewart di un capitano della Flotta Stellare non era un principe mercante. Jean-Luc Picard era invece riservato, riflessivo, letteralmente uno studioso di storia e, soprattutto, un diplomatico.

C'è voluto un po' di tempo, ma i fan alla fine si sono affezionati non solo al Capitano Picard ma anche alla decisione degli showrunner di dare a ogni nuovo capitano la propria personalità unica. Per un franchise che copre una miriade di storie attraverso una serie di spettacoli, questo è importante. Ogni nuova serie porta con sé personaggi e dinamiche dell'equipaggio completamente diversi. È difficile immaginare qualcosa di più dannoso per lo sviluppo del loro personaggio della presenza di un capitano che si adatta solo a un unico modello. Una delle rappresentazioni più sottili di questo è nella scelta della bevanda preferita da ogni capitano.



In effetti, avere una bevanda d'autore sembra essere il denominatore comune tra tutti i grandi capitani della Flotta Stellare. Nonostante l'accesso a un catalogo di bevande tanto vario quanto lo spazio è vasto, raramente vediamo i capitani della Flotta Stellare deviare dalla loro bevanda preferita.

Forse i grandi individui - quegli amati capitani così affermati che li chiamiamo semplicemente con un solo nome: Kirk, Picard, Janeway - sono semplicemente inclini a attenersi alle loro routine stabilite. O, forse, gli showrunner volevano che le bevande distintive servissero come scorciatoie patologiche in modo da comprendere meglio questi personaggi più grandi della vita.

Ambasciatore V'lar: Hai provato il tè freddo?

Sottocomandante T'pol: Non mi interessa.

Ambasciatore V'lar: Il capitano Archer, certamente, lo fa. È aromatizzato con il frutto della passione, un ingrediente adatto a lui. Non credi?

Lancia un sasso a qualcuno di Star Trek: Enterprise e probabilmente ne colpirai uno in cui il Capitano Archer (Scott Bakula) sta bevendo il suo preferito: tè freddo zuccherato.

Come ha osservato l'ambasciatore V'Lar, è una bevanda che parla della personalità del capitano, in diversi modi. Spesso gustato con la cucina tradizionale del sud, il tè freddo può essere considerato un cibo di conforto in sé e per sé. Si potrebbe immaginare che il cibo di conforto possa essere considerato un premio dal primo capitano di una nave stellare e dall'esploratore più lontano dell'umanità, in quel momento.

Il tè dolce è sia un assaggio di casa che emblematico della mancanza di esperienza del capitano Archer con altre culture. Di tutti i capitani di spicco, è quello che ha meno probabilità di raggiungere qualcosa che non è stato preparato qui sulla Terra. È una stranezza che il capitano Kirk non sembra condividere.

La bevanda di un guerriero. -Worf

Menzione d'onore va a Worf (Michael Dorn). Sebbene tecnicamente non sia raffigurato come un capitano, sullo schermo, le informazioni di base della serie più recente, Star Trek: Picard , mostra che il figlio di Mogh ha effettivamente assunto la sedia del capitano dopo la promozione di Picard ad ammiraglio.

Allora perché non prendere un momento per considerare l'amore di Worf per il succo di prugna e come sia emblematico della fiducia in se stessi del personaggio?

Worf è un Klingon che, per gran parte della sua vita, è stato alienato dalla vita Klingon a causa delle macchinazioni politiche assurde della sua cultura. Nonostante il suo status di emarginato e l'emarginazione fisica dalla vita Klingon, Worf riuscì a salire al rango di Cancelliere solo per rinunciare immediatamente al titolo per il bene dell'impero che un tempo lo evitava. Worf ha sempre saputo di essere un Klingon speciale, e l'unica volta che si è permesso di indulgere in questa conoscenza è quando ha proclamato che il succo di prugna è la bevanda di un guerriero.

Perché l'ha detto? Il succo di prugna non fa parte della cultura klingon, eppure la prima volta che lo assaggia lo proclama bevanda per guerrieri. Worf conosce una grande razza guerriera che beveva succo di prugna prima della battaglia? Non probabile. Ha definito il succo di prugna una bevanda da guerriero proprio perché lo trova gustoso.

Ciò implica che tutto ciò di cui gode è elevato allo status di guerriero semplicemente in virtù del suo gradimento. Solo uno che si è sistemato nella propria mitologia potrebbe pensare in questo modo.

L'attenzione ai dettagli è la pietra angolare di una buona televisione. Dimostra che i creatori non sono solo sicuri che il loro lavoro ispirerà i fan a immergersi più in profondità di ciò che viene presentato sullo schermo. Se uno spettacolo è buono, i fan cercheranno piccoli dettagli, come la scelta della bevanda di un capitano, da aggiungere alla mitologia. Dà ai fan la possibilità di svolgere un ruolo, anche se piccolo, nella creazione dei loro programmi preferiti e rende queste storie tanto loro quanto quelle dei creatori.



^