31 Giorni Di Halloween

Non c'è ancora Dracula migliore o più importante dell'originale, Bela Lugosi

>

Bela Lugosi potrebbe essere morto, ma la sua eredità cinematografica non può essere uccisa. Il gold standard dei vampiri cinematografici, l'immagine stessa della sua versione di Dracula trascende il tempo, il materiale originale e persino la sua stessa morte in relativa oscurità per creare il nesso del genere.

Secondo l'attrice Carroll Borland , la cui interpretazione sonnambula di sua figlia Luna in Marchio del vampiro (1935) avrebbe ispirato generazioni di ragazze goth a venire, l'apparizione di Lugosi nei panni di Dracula nel film ha segnato il destino per lui e per ogni altro succhiasangue a venire. Chiunque altro avrebbe un grande mantello da riempire, sosteneva scrivendo: 'Lasciatemi ammettere senza scuse che Dracula è Bela Lugosi e Bela Lugosi è Dracula. Molti hanno indossato il suo mantello notturno e alcuni, come Christopher Lee, hanno presentato le rappresentazioni più credibili del grande Conte non morto, ma non potranno mai essere Dracula».

È questo livello di associazione con un ruolo particolare che lancerebbe la celebrità duratura di Lugosi e probabilmente distruggerebbe la sua carriera. Mentre i primi resoconti pubblicitari attribuivano il portamento regale di Lugosi alle nobili origini della sua famiglia, quello era semplicemente lo studio ballyhoo progettato per coprire una strada più banale verso la celebrità. Nato il 20 ottobre 1882 a Lugos nel Regno di Ungheria (l'odierna Romania) come Bélaorn Ferenc Dezsö Blaskó, da un banchiere di modesto successo che discendeva da una lunga stirpe di agricoltori, Lugosi aveva lui stesso lavorato come minatore, operaio di fabbrica , apprendista ferroviario e tenente nella prima guerra mondiale, prima di diventare attore di teatro nella sua terra natale e nei film muti di Weimar in Germania.



Nel 1921, le circostanze avrebbero forzato un cambiamento quando Lugosi si era trovato dalla parte sbagliata del governo comunista appena insediato. In fuga dalla persecuzione politica e appena divorziato dalla prima moglie, arrivò a New York senza alcuna padronanza della lingua inglese, ma con un'ardente ambizione di agire.

draculabelalugosi.png

Mai scoraggiato dal suo obiettivo, Lugosi fece il suo debutto come attore di lingua inglese nel 1922 imparando le sue battute foneticamente. Dominante e seducente sul palco, un ruolo tira l'altro, fino al 1927, quando gli fu chiesto di recitare nell'adattamento americano della travolgente storia d'amore gotica di Bram Stoker. Ora più a suo agio con l'inglese (e sempre con il prosciutto), Lugosi ha quasi rifiutato il ruolo all'inizio, perché presentava meno battute per il suo personaggio rispetto alle sue precedenti commedie. Alla fine ha accettato, e il resto è storia e fantasia.

Prima di arrivare sul grande schermo, Lugosi aveva interpretato il Conte per 40 settimane a Broadway e per anni on the road. Dire che ha fatto suo il ruolo sarebbe un enorme eufemismo. L'affascinante gentiluomo di Lugosi ha poca somiglianza con il grottesco demone di Stoker.

Secondo l'esperto di horror e autore di Qualcosa nel sangue: la storia non raccontata di Bram Stoker, l'uomo che scrisse Dracula , David J. Skal, l'autore irlandese non saprebbe cosa fare delle scelte dell'attore. 'Bram Stoker non riconoscerebbe nemmeno che il Dracula di Lugosi, vestito in modo impeccabile e impeccabilmente educato, abbia qualcosa a che fare con la sua creazione originale', dice Skal. 'Stoker ha immaginato il personaggio come un vecchio ripugnante che è diventato più giovane mentre beveva sangue, ma non è mai diventato civile o attraente. Ma quello era il modello per quasi tutti gli adattamenti dopo la rappresentazione teatrale e l'adattamento cinematografico del 1931.'

Apparentemente, l'autenticità dell'originale non era un ostacolo per il pubblico, e il film è stato un enorme successo, facendo rivivere le fortune degli Universal Studios in declino e lanciando l'improbabile carriera della star di mezza età. Secondo Skal, questo parla davvero dell'attrazione del pubblico dell'era della depressione per l'argomento e del genuino carisma dell'attore, dal momento che i critici sono rimasti solo moderatamente colpiti. 'Il pubblico era alla ricerca di evasione e Dracula ha fornito la novità del primo mostro soprannaturale in un film americano. Nell'era del silenzio, c'erano molti personaggi orribili, ma in tutti i casi erano esseri umani, o alla fine si rivelarono umani. Le recensioni sono state positive, ma non così selvaggiamente. Il passaparola è stato probabilmente più efficace dell'opinione critica nel rendere il film un successo com'era.'

lugosi-dracula_1.jpg

Qualunque fosse la formula per il successo in realtà, ciò che seguì fu una serie di veicoli (inclusi otto con il suo collega-in-terrore, Boris Karloff) che avevano lo scopo di tradurre il suo fascino ultraterreno in più magia al botteghino - e questo significava più mostri. I risultati sono stati, tuttavia, contrastanti. Negli anni che seguirono, Lugosi si trasformò in performance in una serie di film horror che andavano dal magistrale al ridicolo. A malapena sembrava importare quale fosse la forma della creatura al centro del quadro; Zombie bianco, figlio di Frankenstein, The Devil Bat, The Phantom Creeps, Frankenstein incontra Wolfman, Abbot e Costello incontrano Frankenstein e altro ancora, tutto lo spinse di nuovo in una qualche versione dello stampo di Dracula.

Questo tipo di casting era un fardello che irritava l'orgoglioso attore, lo era citato come dire, 'Dove una volta ero stato il padrone dei miei destini professionali, con un repertorio che abbracciava tutti i tipi e tipi di uomini... sono diventato il burattino di Dracula... la figura oscura di Dracula, più di qualsiasi ufficio di casting, ha dettato il tipo di parti che ho interpretato.'

Mentre scienziati pazzi e vampiri rinominati hanno tenuto Lugosi variamente impiegato negli anni Trenta e nei primi anni Quaranta, l'era del dopoguerra avrebbe segnato una grave flessione sia nella sua carriera che nella sua salute. Seguendo l'autentico orrore della guerra, il pubblico cinematografico americano avrebbe iniziato a voltare le spalle ai chiller a favore di piatti più brillanti, il che significava che le sue opportunità di lavoro iniziavano a diminuire ulteriormente. Al verde, malato e in difficoltà per il lavoro, era certamente uno spettro di se stesso, lamentarsi con un intervistatore , 'Ora sono l'uomo nero.'

Con l'età, è stato sempre più ridotto a falsificare il suo ruolo caratteristico nelle apparizioni in discoteca, negli spettacoli televisivi e nei film di serie B per sostenere se stesso e la sua crescente dipendenza da droghe e alcol. Quando si è ammesso in una struttura di riabilitazione nel 1955, aveva 72 anni ed era completamente indigente. Quando è stato dimesso dall'ospedale tre mesi dopo, era pulito, ma in salute fragile e ansioso di rilanciare la sua carriera. Le sue ultime ambizioni sarebbero state tragicamente disattese.

Morto di infarto durante le riprese di Ed Wood's Piano 9 dallo spazio esterno (che è ampiamente considerato come uno dei migliori peggiori film mai realizzati), la sua eredità sarebbe cementata come una sorta di meraviglia cinematografica di un colpo solo. Anche nella morte fu legato al Conte, sepolto nel suo mantello su richiesta della vedova e del figlio, Bela Jr. (da un precedente matrimonio).

Guardando indietro, sarebbe facile chiudere lo scrigno sulla carriera di Lugosi e liquidarlo come un atto di novità o una nota a piè di pagina di Hollywood, ma l'impatto della sua carriera - anche se non era quello che voleva - è così ampio e profondo che è diventare una pietra miliare culturale, una scorciatoia per la nozione stessa di vampiri nella cultura pop. Anche i bambini che non hanno mai visto il film di Tod Browning sanno che le decorazioni di Halloween con i picchi e gli smoking della vedova significano Dracula; che è una distinzione che attori famosi come Brad Pitt, Gary Oldman e Robert Pattinson non possono rivendicare.

Secondo Skal, 'Lugosi ha finito per essere il Dracula più influente semplicemente perché è stato il primo Dracula dei mass media. Lugosi ha fatto una prima impressione straordinaria che il pubblico non ha mai dimenticato». Ed è un'impronta che non può essere sostituita anche se le generazioni aggiungono diverse versioni del personaggio del vampiro. Skal aggiunge che 'il Dracula di Lugosi non andrà mai via perché è un'immagine che è penetrata nella coscienza pubblica molto, molto oltre il film'. In effetti, è l'eredità oscura di Lugosi che ha generato generazioni di 'figli della notte', in tutto, dai remake alle rock star, che è quanto di più vicino alla vera immortalità possa sperare Hollywood.




^