Interviste

'C'è un altro': attori, creatori e fan di Star Wars sull'eredità duratura di The Empire Strikes Back a 40 anni

>

Benchè Star Wars: L'Impero colpisce ancora è probabilmente diventato il più grande Guerre stellari film dalla sua uscita 40 anni fa, non è sempre stato salutato come un capolavoro. Vincent Canby ne ha scritto in Il New York Times nel 1980, 'Farlo è come leggere la metà di un fumetto. È divertente a tratti discontinui, ma è probabile che troverai più bellezza, suspense, disciplina, artigianato e arte quando guardi un pilota del porto di New York portare la Queen Elizabeth 2 nel suo ormeggio sul fiume Hudson, che è ciò che L'impero colpisce ancora più mi ricorda. È un'operazione grande, costosa, dispendiosa in termini di tempo ed essenzialmente meccanica. L'impero colpisce ancora è personale quanto una cartolina di Natale di una banca».

Il revisore Judith Martin ha scritto nel Washington Post all'epoca, 'Non si tratta di un'opera artistica monumentale, ma di un film di fantascienza realizzato in modo più scattante della maggior parte, compreso il suo predecessore'.

Guardando questo primo trailer , doppiato nientemeno che da Harrison Ford, si potrebbe immaginare perché i critici potrebbero essere stati meno che colpiti.



Ma il tempo è stato gentile, proprio come è stato gentile con Star Wars: La vendetta dei Sith mentre si fa strada nel posto di 'migliore di una generazione'. (Sembra giusto supporre Star Wars: Gli ultimi Jedi — il più controverso Guerre stellari entrata fino ad oggi — potrebbe continuare questa tendenza, invecchiando come un buon vino.)

Mentre SYFY WIRE festeggia i 40 anni di L'impero colpisce ancora , abbiamo parlato con i creatori che hanno lavorato al film, luminari nel Guerre stellari universo e fan per capire perché Impero ha avuto un innegabile potere di resistenza negli ultimi quattro decenni.

Star Wars L'Impero colpisce ancora Luke Skywalker

Credito: Lucasfilm

John Morton, che ha interpretato l'artigliere di Luke Skywalker durante la Battaglia di Hoth, Dak Ralter, in L'impero colpisce ancora , ricorda che c'era una certa energia sul set: tutti volevano fare il miglior film possibile. 'Lo spirito era lì per dare tutto per questo film', dice a SYFY WIRE.

Secondo Morton, il genio di George Lucas su L'impero colpisce ancora si riduceva a chi aveva scelto di collaborare. 'C'erano davvero tre registi su' L'impero colpisce ancora ,' lui dice. 'Irvin Kershner era il direttore del disco, ma sono stato diretto da lui, da George e dal [produttore] Gary Kurtz, che era un eroe sconosciuto'.

Continua: 'Gary era un obiettore di coscienza, un cameraman di combattimento dei Marines, e aveva una visione diversa. Kershner avrebbe diretto i primi piani e le scene di recitazione. George mi stava dirigendo come editore. Voleva sapere cosa stavo guardando sullo schermo blu. E poi Gary ha guardato le cose dal punto di vista di come ha vissuto le riprese del combattimento. Tre registi che esercitano le doti di ciò in cui erano esperti.'

nella modalità universo alternativo del versetto del ragno
Star Wars Empire colpisce ancora

Credito: Lucasfilm

Per una generazione di fan che è cresciuta con L'impero colpisce ancora , se erano abbastanza grandi da ricordare di essere stati a teatro, il film ha fatto un'impressione indelebile.

'Avendo 11 anni quando è uscito, sono abbastanza fortunato da conservare ancora i sentimenti e le esperienze sensoriali che ho avuto allora quando lo guardo ora', James Arnold Taylor, la voce di Obi-Wan Kenobi in Guerre Stellari la battaglia dei cloni , ci ha detto tramite un'intervista via e-mail. 'Sono rimasto scioccato e stupito quando Darth Vader ha rivelato la sua vera identità a Luke. Mentre scrivo questo, posso vedere lo schermo, ricordare dove ero seduto all'Arlington Theatre nella mia città natale di Santa Barbara, in California, annusare gli odori, viverlo allo stesso modo nella mia mente. Quindi, per me, è stata la prima volta che un sequel di un film enorme ha fatto qualcosa che non era mai stato fatto prima; ha resistito a se stesso e ha portato avanti la storia in modi nuovi invece di rigurgitare semplicemente le nostre scene preferite del primo blockbuster.'

Rob Coleman, il direttore dell'animazione per Guerre stellari ' prequel, concorda con l'idea che il film fosse indelebile fin dall'inizio. ' L'impero colpisce ancora è stato uno dei miei preferiti da quando è stato rilasciato,' dice. 'Penso che abbia il potere di resistere a causa di quanto sia ricco: la battaglia su Hoth, l'incontro con Yoda su Dagobah, Luke che scopre chi è suo padre. Ha tutto: azione, umorismo e profondità.'

Star Wars Empire colpisce ancora

Credito: Lucasfilm

Don Bies ci ha lavorato L'impero colpisce ancora per la sua riedizione nel 1997, aiutando a creare nuove scene per i Wampa e apparendo nelle parti aggiuntive del film come Stormtrooper. ' Impero alzato il gioco da Guerre stellari ', dice Bies. 'Le riprese erano più dinamiche, gli effetti di compositing di Hoth erano più impegnativi, lo stopmotion era più unico. Mi sono sentito onorato di mettermi al lavoro, anche se a posteriori. Il solo fatto di stare con la ILM e la Lucasfilm in quel periodo è stato elettrizzante, soprattutto perché George si stava preparando per i prequel. È stato un periodo emozionante, certo!'

tutto pronto player one easter egg

Il critico cinematografico e collaboratore di SYFY WIRE, Eric Vespe, attribuisce la magia delle aspettative superate e lo stesso Yoda. ' Guerre stellari impostare la scena e i personaggi e Impero li ha approfonditi,' dice Vespe. 'Ha alzato la posta in gioco drammatica, ha abbracciato completamente il lato spirituale della saga in un modo che era stato solo accennato nel primo film, e francamente ha fatto alcuni miracoli, l'ultimo dei quali è rendere quello che è essenzialmente un muppet rugoso uno di gli effetti più incredibili e realistici mai apparsi sul grande schermo.

'Se Guerre stellari mi ha agganciato, Impero è quello che mi ha sconcertato', spiega. 'Il film ha anche avuto il coraggio di lasciare le persone in sospeso (letteralmente). I buoni non vincono in Impero , sopravvivono. È una mossa coraggiosa, ma che dà al film un peso che gli altri nella trilogia originale non hanno.'

' Impero ha tutto ciò che desideri dalla serie', ci dice Preeti Chhibber, collaboratore di SYFY WIRE e autore. 'Azione e avventura, sì, ma tanto cuore e tanto potenziale per la storia. La fine di Impero è straziante e pieno di speranza, rappresenta il meglio di ciò che Guerre stellari ha da offrire.'

Vanessa Marshall, la voce di Hera Syndulla su Ribelli di Star Wars , spiega che Impero faceva parte dello schema che ha dato il tono a tutti Guerre stellari nel futuro. 'Le scene di battibecco tra Leia e Han hanno fornito l'ispirazione per le scene di corridoio tra Hera e Kanan', spiega. 'Non ho potuto fare a meno di pensare alla loro connessione volatile ma indelebile! L'impero colpisce ancora mi ha ispirato molto tempo fa e mi ha aiutato a plasmare il carattere di Hera. In occasione del suo 40° compleanno, sono entusiasta di scoprire in che altro modo avrà un impatto sulla mia vita andando avanti.'

il veleno fa parte di mcu
Star Wars L'Impero colpisce ancora Han e Leia

Credito: Lucasfilm

Quando il personaggio di Marshall è apparso su Hoth nei cartoni animati e nei fumetti, le ha fatto impazzire. 'Guardando il film molto tempo fa, non avrei mai pensato di averci a che fare a qualsiasi livello', dice. 'Quando Lando è apparso su Ribelli , e disse a Era: 'Ti devo uno!' Per me, quello era un collegamento diretto a Cloud City e Impero !'

Guerre stellari autore E.K. Johnston saluta L'impero colpisce ancora come uno dei suoi preferiti Guerre stellari film e cita la principessa Leia come motivo principale. 'Leia ha molto da fare in questo film, in termini di emozione e capacità', dice Johnston. 'Lei ha anche momenti tranquilli, che adoro assolutamente. E, naturalmente, la vediamo usare la Forza subito dopo aver sentito 'Ce n'è un'altra'.

Parlando della Forza, Taylor spiega ulteriormente quanto fosse importante il film a livello spirituale. ' Una nuova speranza ha portato eccitazione e meraviglia nella galassia, Impero ha portato sfide più profonde e ispirazione per un giovane che cerca disperatamente di farsi strada ed essere un eroe nel proprio piccolo mondo', dice.

Leia Organa in Star Wars L'Impero colpisce ancora

Credito: Lucasfilm

'Ricordo che all'epoca ero incredibilmente entusiasta di vedere il Maestro Obi-Wan tornare come un fantasma della Forza', spiega Taylor. 'Questo era un territorio tutto nuovo che ora diamo per scontato. Ancora una volta, devi essere in grado di tornare a quando tutto ciò che avevamo era uno Guerre stellari film prima di questo. Amavo il personaggio di Obi-Wan perché per me in quel momento, come Signore degli Anelli fan, era come Gandalf e il suo ritorno per aiutare a guidare Luke è stato fantastico per me. Per un ragazzino senza una figura paterna, questo vecchio e saggio mago ha portato conforto. All'epoca non avevo idea di quanto saremmo stati connessi, ma mi piacerebbe pensare che i miei sentimenti a 11 anni abbiano aiutato la mia rappresentazione negli ultimi 18 anni di questo Maestro Jedi.'

Marshall è d'accordo con le proprietà trasformative del film su un bambino. 'Per me, il viaggio alla scoperta di sé di Luke, non solo con Yoda, [ma] la Forza, e in definitiva suo padre, è stato così stimolante da guardare', dice. 'Questa sfida è universale e mi è stata di grande aiuto nella mia ricerca per capire l'universo crescendo'.

E questa è una parte enorme di ciò che rende L'impero colpisce ancora durare dopo 40 anni. 'Lucas ha radicato questa cosa sui miti di Joseph Campbell', spiega Morton. “Ha attinto a qualcosa che tutti gli esseri umani hanno in comune, il viaggio di un eroe. È stata una rivelazione straordinaria per Lucas mentre concepiva la sua opera spaziale. Finché siamo in un'era in cui la valutazione di Campbell sulla mitologia per tutta l'umanità è vera, finché siamo in sintonia con quella, Guerre stellari sarà con noi. Quando attraversiamo qualche altra epoca o cambiamento metafisico, allora forse Guerre stellari non sarà molto rilevante, ma ora penso che sia senza tempo. Lucas l'ha visto quando nessun altro l'ha visto».

I critici contemporanei non potevano vedere L'impero colpisce ancora per quello che sarebbe diventato: un sequel che ha sfidato le aspettative per 40 anni e probabilmente farà lo stesso per altri 40 e oltre.



^