Guerre Stellari

Quella volta che Indiana Jones incontrò Han Solo nella più strana storia di Star Wars di sempre

>

Insieme a maggio il quarto si avvicina e la conclusione della stagione finale di Le guerre dei cloni cadere lo stesso giorno, ho riletto un sacco di vecchi Guerre stellari fumetti, dalla serie originale Marvel a una serie di grandi libri che Dark Horse Comics ha pubblicato quando aveva la licenza dei fumetti. Lo faccio ogni due anni e uno che trovo sempre il tempo di leggere è 'Into the Great Unknown', un racconto pubblicato per la prima volta nel 2004 nel fumetto antologico, I racconti di Star Wars # 19.

Ha segnato la prima, e finora unica volta, che le strade di Han Solo e Indiana Jones si sono incrociate. La premessa da sola lo rende uno dei racconti più peculiari dell'Universo Espanso di Star Wars, la cui gloria sta purtroppo svanendo nei bidoni della spazzatura della storia proprio come fecero i Jedi nella trilogia originale. È una storia compatta di dieci pagine, scritta da W. Haden Blackman e disegnata da Sean Gordon Murphy, eppure riesce a realizzare l'impressionante impresa di soddisfare la curiosità da fan fiction pur essendo profondamente deprimente.

Star Wars Tales #19

Arte: Sean Gordon Murphy



La storia inizia con Han e Chewie che eludono disperatamente una flotta imperiale a bordo del Falcon. Fanno un salto nell'iperspazio alla cieca e finiscono per fare un atterraggio di fortuna su un pianeta verde lussureggiante, che assomiglia proprio alla Terra. È lì che diventa davvero pazzo. Perché quasi immediatamente... il duo viene attaccato dai nativi americani e Han viene ucciso.

(Cosa, ti aspettavi un avviso spoiler? Dai, ha 16 anni!)

Star Wars Tales #19

Arte: Sean Gordon Murphy

Giusto. Han Solo, il più grande furfante della galassia, muore sotto una pioggia di frecce. Dopo che Chewie lo riporta al Falcon, il suo amico di sempre muore sulla sedia del capitano. La storia fa quindi un salto in avanti di 126 anni, quando un certo archeologo di nome 'Dr. Jones' e il suo compagno 'Shorty' stanno cercando prove della creatura che infesta la zona da decenni. Scoprono il Falcon e, all'interno, i resti scheletrici di un 'povero bastardo' che sembrava umano. Jones dice di non aver mai visto niente di simile, 'ma è tutto in qualche modo familiare'.

l'esorcista 2 film completo

La coppia interrompe la ricerca e pensa che sia meglio lasciare ciò che hanno trovato, e la creatura che non hanno trovato, 'come parte del grande sconosciuto'. Il pannello finale mostra Chewbacca su un ramo d'albero, mentre fissa i resti della nave che ha copilotato per così tanto tempo. Il leggendario Sasquatch è davvero un Wookie arenato che ha perso il suo migliore amico.

Pensa alla tragedia in questo. Chewie non vedrà mai più Leia, Luke, Lando oi droidi. E dorme vicino alle ossa del suo amico da oltre un secolo.

Mi distrugge. Ogni. Dannazione. Volta.

Star Wars Tales #19

Arte: Sean Gordon Murphy

Come molti degli one-shot in Storia di Star Wars s, questa storia non era canonica allora, e certamente non lo è ora. Ma rimango sconcertato dal fatto che nel decennio successivo non abbiamo avuto un'altra visita al povero e solitario Chewbacca. Pensa alle possibilità della storia di seguire Chewie nei panni del mitico Bigfoot, o di Luke e Leia che trascorrono i loro giorni rimanenti chiedendosi cosa sia successo ai loro amici (nel caso di Leia, suo marito e il padre dei suoi figli).

Durante un'intervista con Fiera della vanità , Blackman ha spiegato l'ispirazione dietro il racconto. L'aveva sentito dire mentre girava le scene di Endor in Il ritorno dello Jedi nel nord-ovest del Pacifico, i membri dell'equipaggio hanno accompagnato l'attore di Chewbacca Peter Mayhew mentre indossavano giubbotti dai colori vivaci in modo che i cacciatori non pensassero che fosse Bigfoot e gli sparassero accidentalmente.

Lo scrittore ha lavorato con cenni intelligenti e riferimenti a entrambi i franchise, come Indy che menziona Atlantide. Il Indiana Jones e il destino di Atlantide il videogioco e l'adattamento comico sono stati ambientati nel 1939. Dato che Short-Round ('Shorty') sembra un ragazzo in età da college in 'Into the Great Unknown', colloca la linea temporale di questa storia intorno al 1943. Apprezzo quel tipo di diligenza dovuta.

Ho anche puntato il mio berretto per incorporare una delle mie linee preferite da L'impero colpisce ancora , quando la guida vede il Falcon: 'Questa non è una caverna'.

Star Wars Tales #19

Arte: Sean Gordon Murphy

Quando dico che non fanno Guerre stellari storie come questa più, davvero non lo fanno. Se qualcuno lo lanciasse oggi, non c'è modo che questa non sarebbe una maxi serie in 12 parti con tre dozzine di copertine varianti. E questo supponendo che otterrebbe effettivamente il via libera. Già nel 2004, Guerre stellari i fumetti fornivano una varietà mozzafiato di storie, come Impero Oscuro e I Cavalieri della Vecchia Repubblica . Alcuni canonici, altri no. Storie che erano, per la maggior parte, prive di guardrail aziendali e interessi in competizione. Non dovevi preoccuparti di ottenere l'approvazione da diverse fazioni di un colosso dei media globali che potrebbe porre il veto all'idea perché potrebbe non guastarsi con i piani cinematografici o televisivi. Finché George Lucas non ha avuto problemi, potresti impazzire.

Fa parte del conglomerato Disney e questo significa più occhi su tutto Guerre stellari . Con così tanti soldi in gioco, assumersi dei rischi reali diventa più difficile da fare. Ma mentre tutti ci prepariamo per celebrare il 4 maggio abbuffandoci dei film o della prima stagione di Il mandaloriano , prendiamoci un momento per apprezzare un momento in cui idee folli come la comparsa di Indiana Jones e Han Solo nella stessa storia potrebbero effettivamente accadere.


Qual è la tua università espansa di Star Wars preferita... ehm, scusami, la storia di LEGENDS? Fammi sapere su Twitter / Facebook / Instagram -- Sono sempre alla ricerca di nuovo materiale SW da divorare!

E non dimenticarlo Dietro il pannello è una serie multipiattaforma che può aiutarti a farti divertire durante questi tempi strani e stressanti in cui ci troviamo. La nostra serie di video è piena zeppa delle mie interviste approfondite con fantastici creatori di fumetti. Il podcast Behind the Panel è una serie di documentari audio che offre una visione unica dei tuoi creatori e storie preferiti. Dai un'occhiata, pensiamo che ti piaceranno.

dragon ball nuova serie dopo super

Le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono dell'autore e non riflettono necessariamente quelle di SYFY WIRE, SYFY o NBCUniversal.




^