Screamgrrls

Il potere terrificante delle ragazze e il contraccolpo del femminismo della seconda ondata in The Exorcist

>

Le ragazze adolescenti sono una forza della natura, nell'orrore e nella vita. Che sia Carrie mettendo in atto la sua focosa vendetta del ballo di fine anno, le streghe di Il mestiere sfruttando il potere di Manon, o l'ultima ragazza che riesce a vivere alla fine di un film slasher, la femminilità indisciplinata può essere imbrigliata come un'arma. Tuttavia, alcuni film suggeriscono che questa fascia demografica rappresenta una minaccia per la società a meno che questo aspetto non possa essere controllato. Dopotutto, cosa c'è di più terrificante di una ragazza che attraversa la pubertà?

Nel 1973, L'esorcista ha cambiato il volto dell'horror con la sua rappresentazione della possessione demoniaca di Regan MacNeil (Linda Blair) di 12 anni in un quartiere sciccoso di Georgetown. Adattato allo schermo dall'omonimo romanzo di William Peter Blatty (e dallo stesso Blatty), è stato ispirato da un Incidente del 1949 nel Maryland che coinvolge un ragazzo di 14 anni e un esorcismo di mesi eseguito da sacerdoti gesuiti. Mettere una ragazzina al centro di questa storia enfatizza la perdita dell'innocenza, in particolare quando Regan passa dall'essere incredibilmente dolce a ringhiare a un ritmo preoccupante. Nella serie animata Netflix Grande bocca , l'impatto della pubertà è rappresentato dai mostri ormonali che causano questo selvaggio cambiamento nel comportamento. Nel mondo del regista William Friedkin's esorcista , il mostro è un demone (che afferma di essere il diavolo) che minaccia non solo questo bambino ma l'intera percezione dell'umanità e del nostro rapporto con Dio. Questo è un enorme fardello da mettere su un bambino.

L'esorcista

Credito: Warner Bros./Per gentile concessione di Getty Images



Non solo Regan è al culmine dell'adolescenza, ma vive anche in una casa con un solo genitore (l'orrore!). Questo non dovrebbe sembrare al pubblico contemporaneo fuori dall'ordinario, ma nel 1973 distruggere la famiglia nucleare era ancora un tabù anche se ottenere il divorzio stava diventando più comune (e in alcuni stati erano in vigore leggi sul divorzio 'senza colpa'). Roe v. Wade è stata approvata nel 1973 e il numero di donne occupate è aumentato. Una serie di fattori contribuito a quest'ultimo, tra cui lo scioglimento dei matrimoni. Le libertà combattute (e conquistate) del femminismo della seconda ondata non arrivano senza detrattori che percepiscono questa come la spirale dei valori familiari. Nel saggio di Frances Gateward 'Movies and the Legacies of War and Corruption', osserva che il 1973 'si è concluso con un'orribile esibizione di una donna single e di suo figlio puniti per le loro trasgressioni nello sfidare l'ordine sociale di una famiglia nucleare'. Né solo la corruzione all'interno del governo ha avuto un impatto sui film, ma Gatward sottolinea come strutturalmente L'esorcista 'funzioni per ristabilire l'ordine patriarcale.'

Chris MacNeil (Ellen Burstyn) è un'attrice di successo che può sostenere comodamente sua figlia. Ha un piccolo staff da aiutare, incluso qualcuno che cucina e un'altra persona che si occupa dei fastidiosi topi che fanno rumore in soffitta. Socializza, flirta e ha ancora tempo per interessarsi alle arti e ai mestieri di sua figlia, oltre a pianificare un divertente viaggio di compleanno per visitare la capitale della nazione. Ma uno stretto legame con sua figlia e un'atmosfera felice non sono una grande protezione contro i demoni quando non c'è un 'uomo di casa' ufficiale. L'assenza del padre di Regan ravviva molte conversazioni, anche prima che la situazione si deteriori. Tuttavia, non merita alcun trofeo di padre dell'anno, poiché non può nemmeno preoccuparsi di telefonare a sua figlia per il suo compleanno. È in Europa, e mentre Chris urla al telefono al suo assistente, è chiaro che c'è una tensione irrisolta tra gli ex. Può il diavolo intrufolarsi perché non c'è nessun uomo per fermare questa infezione?

GettyImages-51247056

Credito: Warner Bros./Getty Images

Prima che gli eventi prendano una svolta verso l'estrema volgarità e da capogiro, la finestra della camera da letto di Regan è fonte di costante preoccupazione. Il film si apre con Chris da solo nella sua camera da letto (la quantità di cose sparse sul letto matrimoniale rivela che è l'unica persona che occupa questo spazio), e quando va a controllare la figlia addormentata, è disturbata dalla finestra aperta e dal sipario che sventola nel freddo vento autunnale. Più tardi, quando l'ufficiale inquirente, il tenente William Kinderman (Lee J. Cobb), bussa alla morte sospetta del regista Burke Dennings (Jack MacGowran), commenta: 'Una corrente d'aria in autunno quando la casa è calda è un tappeto magico per i germi.' Un'osservazione apparentemente innocua da parte di un investigatore ossessionato dai germi, ma che suggerisce anche che Chris non ha fatto abbastanza per proteggere sua figlia da questa forma unica di infezione.

Un altro segnale di avvertimento precoce è la scoperta della tavola Ouija nel seminterrato quando madre e figlia trascorrono del tempo insieme. Questo è un simbolo di spiriti indesiderati, nonché un oggetto di curiosità per ogni pigiama party di sempre. La calma risposta di Regan per averlo usato, chiacchierando con un Capitano Howdy, suggerisce una corrente sotterranea preoccupante in una casa che altrimenti è piena d'amore.

L'esorcista

Credito: Silver Screen Collection/Getty Images

I molti uomini esperti che Chris porta sua figlia a vedere offrono farmaci e test medici invasivi come soluzione, ma quando la scienza fallisce, è necessario un percorso più spirituale. Chris non è religiosa, sebbene sia rimasta affascinata dall'intensità di padre Karras (Jason Miller) ogni volta che è passata davanti al suo luogo di lavoro e di culto. Karras ha a che fare con problemi familiari personali, tra cui un vacillamento di fede dopo la morte di sua madre e il senso di colpa che prova per averla istituzionalizzata. Qualcuno ha anche profanato una statua della Vergine Maria: se la chiesa non può tenere fuori il diavolo, allora come può una mamma single?

Barbara Creed discute L'esorcista in dettaglio in 'Woman as Possessed Monster' nel suo testo del 1993 Il mostruoso-femminile: cinema, femminismo, psicoanalisi . Il punto cruciale di questa sezione è evidenziare che la donna mostruosa 'è quasi sempre in relazione alle sue funzioni materne e riproduttive'. Chris MacNeil non può controllare il suo temperamento o il suo linguaggio quando ha a che fare o discute con il padre assente di Regan; la sua incapacità di astenersi dalle oscenità sta infettando il linguaggio di Regan, o almeno così siamo portati a credere quando il dottore chiede del vocabolario esteso di sua figlia. Chris si trasforma in un mostro quando viene menzionato il suo ex marito, e poiché non vediamo mai il padre di Regan, è facile dare tutta la colpa al genitore visibile e al suo cosiddetto stile di vita moderno. 'Il tema del decadimento urbano e spirituale è legato al declino dei valori familiari propri attraverso la famiglia MacNeil', spiega Creed in questo saggio.

Per gli uomini che vogliono colpire e punzecchiare il suo corpo e poi la sua mente, Regan si comporta in modo aggressivo, incluso il tentativo di mordere i genitali di uno psichiatra. Il suo corpo viene attaccato, quindi reagisce nell'unico modo che conosce. Nel Uomini, donne e motoseghe , Carol J. Clover spiega che i film sulla possessione con una donna al centro spesso ruotano attorno al mettere 'il corpo femminile a una sorta di processo formale'. In caso di L'esorcista , Regan viene sottoposta a numerosi test medici, seguiti da ipnosi nel tentativo di trovare una ragione scientifica per il suo comportamento. Più tardi, padre Karras spiega che gli esorcismi non vengono più praticati (tranne in casi estremi), poiché la scienza ha svelato i misteri di questi disturbi. Mentre Regan sarebbe stata senza dubbio accusata di stregoneria se questa fosse stata Salem, Massachusetts, nel 1692, ora ci sono spiegazioni più logiche. Tuttavia, sono passati secoli e le ragazze adolescenti sono ancora al centro della paura e del panico.

L'esorcista

Credito: Silver Screen Collection/Getty Images

Il desiderio femminile è qualcosa di cui essere terrorizzati, o giù di lì L'esorcista vuole farci credere. Prima che le cose prendano una svolta per il demoniaco, Regan dice a sua madre che se vuole uscire con Burke, allora dovrebbe. Tuttavia, i sentimenti di sua figlia su un altro che entra nella casa di famiglia si complicano quando Burke viene apparentemente lanciato dalla finestra della camera da letto di Regan. La stessa finestra che non può tenere fuori l'infezione dispensata dall'unica figura maschile che minaccia di prendere la posizione di suo padre (anche se c'è poco o nessun accenno di romanticismo oltre la precedente insinuazione di Regan).

Ciò che fa sì che Chris si rivolga alla chiesa (nonostante sia agnostico) è quando Regan usa un crocifisso come aiuto per la masturbazione - un crocifisso di cui nessuno sembra conoscere l'origine. Il suo inguine sanguinante potrebbe essere sangue mestruale o il risultato di questo atto aggressivo, che è seguito dal spingere la faccia di sua madre nel pasticcio. Regan cambia il suo comando da 'Lascia che Gesù ti scopi' a istruire sua madre a 'Leccami!' prima che prenda a pugni sua madre in faccia. Questa sequenza termina con il primo colpo di scena di Regan: 'Sai cosa ha fatto? La tua fottuta figlia?' - ed è indicato da Creed come uno dei esorcista è 'più confrontante.' Non solo è incredibilmente violento, ma ricorda anche al pubblico che questa ragazzina è al culmine della femminilità, sottolineando che la 'trasformazione da angelo a diavolo di Regan è chiaramente sessuale'. Il corpo femminile non può essere controllato senza la presenza di una figura maschile autorevole: senza di essa è ribelle e scatenerà una raffica di fluidi corporei.

Per sconfiggere questo demone, Regan richiede non uno ma due uomini - padri spirituali per sostituire quello assente - per farlo. Solo per questo motivo, non è difficile capire perché questo film è stato a lungo visto come un contraccolpo al femminismo della seconda ondata. Una donna può avere tutto? Non in L'esorcista , come una madre single non può avere successo e crescere una figlia senza una sorta di punizione demoniaca.

La pubertà, la possessione e la stregoneria vanno di pari passo sia nell'orrore che nelle accuse reali di Salem del 1692. Quando si tratta di ragazzini e dell'occulto, vengono colpiti prima della pubertà. Damien (Harvey Spencer Stephens) in Il presagio ha solo 5 anni e i ragazzi di film come Insidioso e il recente Il prodigio sono più giovani di Regan. Danny (Danny Lloyd) in Il brillante è troppo giovane per capire cosa può fare, quindi gli manca il potere perché non può sfruttare le sue capacità. Un ragazzo pubescente non attinge alle stesse vecchie nozioni di purezza di una ragazza sull'orlo dell'adolescenza. 'Perché questa ragazza?' chiede padre Karras nel taglio del regista. Si tratta meno di questa ragazza in particolare; piuttosto è ciò che lei simboleggia. Un ragazzo di 12 anni non farebbe disperare il pubblico (oi sacerdoti) per quanto vile sia l'umanità.

L'esorcista

Credito: Silver Screen Collection/Getty Images

La camicia da notte di Regan è incredibilmente infantile e da ragazza - i suoi jeans e la sua camicia da giorno sono relativamente neutri rispetto al genere - ma è presto ricoperta di disgustosi fluidi corporei, tra cui sangue e vomito. Questo è il mostruoso corpo femminile, 'La sua pelle erutta in una stuoia sporca e aggrovigliata, urina sul tappeto, sputa bile verde e sanguina dai genitali', ha detto Creed. 'Il corpo di Regan è rappresentato come un corpo in rivolta.'

Tanto di L'esorcista , quando uscì alla fine del 1973, era nuovo e scioccante, compresi gli effetti speciali che consentirono alla testa di Regan di girare di 360 gradi e le estreme oscenità pronunciate da una bambina prima dolce e innocente (per non parlare di quello che fece con il crocifisso ). Le tecniche e le riprese innovative della fotocamera non solo hanno indotto i membri del pubblico a svenire e vomitare , ma Friedkin ha contribuito a inaugurare un nuovo apprezzamento per l'horror: questo è il primo horror ad essere nominato come miglior film agli Oscar. Tuttavia, quando si tratta di rappresentazioni della dinamica familiare, il sentimento di femminismo anti-seconda ondata è vero. Lo stile potrebbe essere innovativo, ma il messaggio è fissato nella tradizione e nel patriarcato.

Le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono dell'autore e non riflettono necessariamente quelle di SYFY WIRE, SYFY o NBC Universal.



^