Spazio

Crema solare qualcuno? Proxima Centauri ha appena sputato il suo più grande brillamento solare di sempre

>

In un'eruzione di incredibile magnitudo, la volatile stella Proxima Centauri (il vicino più prossimo del nostro Sole) ha appena eruttato il suo più grande brillamento solare mai registrato e le implicazioni potrebbero significare che se la vita aliena esistesse sulla sua coppia di pianeti orbitanti, sembrerebbe molto diverso dalla Terra.

Guidato da un team di ricercatori della CU Boulder in Colorado, questa settimana è stato pubblicato uno studio sul fantastico bagliore sulla rivista online, Le Lettere del Giornale Astrofisico . Ufficialmente classificata come una nana rossa, Proxima Centauri ha circa un ottavo della massa della nostra stella e si trova a quattro anni luce di distanza.

In un nuovo comunicato stampa , l'astrofisica universitaria Meredith MacGregor ha indicato che Proxima Centauri potrebbe essere una piccola stella debole, ma non lasciarti ingannare dalle sue dimensioni ridotte e dal suo debole splendore. Esistendo a 20 trilioni di miglia oltre il nostro sole, ospita almeno due pianeti, Proxima Centauri a e Proxima Centauri b.



quanti anni ha freddy krueger?

MacGregor è un assistente professore presso il Centro di Astrofisica e Astronomia Spaziale (CASA) e il Dipartimento di Scienze Astrofisiche e Planetarie (APS) presso la CU Boulder in Colorado.

bagliore2

Credito: NRAO/NSF/S. agnello

Lei e il suo team hanno osservato Proxima Centauri per circa 40 ore utilizzando una serie di nove telescopi terrestri e un osservatorio orbitale. Durante lo studio, Proxima Centauri ha emesso un intenso pennacchio di radiazioni che lo ha immediatamente elevato a uno dei più grandi mai osservati nella Via Lattea.

La stella è passata da normale a 14.000 volte più luminosa se vista nelle lunghezze d'onda dell'ultravioletto nell'arco di pochi secondi, disse MacGregor . Se ci fosse vita sul pianeta più vicino a Proxima Centauri, dovrebbe apparire molto diverso da qualsiasi cosa sulla Terra. Un essere umano su questo pianeta se la passerebbe male.

b-4 star trek

Proxima Centauri è da decenni nel mirino degli astronomi come potenziale luogo per la vita aliena al di fuori del nostro vicinato planetario. Uno dei suoi pianeti extrasolari, Proxima Centauri b, è simile alla Terra ed esiste in una zona abitabile il cui intervallo di temperatura potrebbe favorire la formazione di acqua liquida.

Molti degli esopianeti che abbiamo trovato finora sono intorno a questo tipo di stelle, lei spiegò . Ma il problema è che sono molto più attivi del nostro sole. Divampano molto più frequentemente e intensamente.

Per registrare questo raro evento, MacGregor e il suo equipaggio hanno puntato i loro dispositivi astronomici su Proxima Centauri per un totale di 40 ore per diversi mesi nel 2019. Gli strumenti includevano il telescopio spaziale Hubble, l'Atacama Large Millimeter Array (ALMA) e il Transiting della NASA. Satellite di indagine sugli esopianeti (TESS). Cinque dei nove hanno avuto la fortuna di catturare l'incredibile bagliore e il relativo ampio spettro di radiazioni.

È la prima volta che abbiamo mai avuto questo tipo di copertura a più lunghezze d'onda di un bagliore stellare, ha osservato MacGregor . Di solito, sei fortunato se riesci a ottenere due strumenti.

bagliore1

Credito: NRAO/NSF/S. agnello

Utilizzando questo processo a strati, il team di CU Boulder è stato in grado di catturare uno dei brillamenti solari più dettagliati mai ottenuti nella Via Lattea. L'evento record di 7 secondi è stato osservato il 1 maggio 2019. Non ha generato un livello significativo di luce visibile, ma è stato invece caratterizzato da onde sia ultraviolette che radio, chiamate anche radiazioni millimetriche.

In passato, non sapevamo che le stelle potessero brillare nell'intervallo millimetrico, quindi questa è la prima volta che andiamo alla ricerca di brillamenti millimetrici, lei disse .

star wars la forza risveglia le canzoni

Il bagliore osservato dalla stella era quasi 100 volte più forte di qualsiasi altro bagliore simile osservato dal sole terrestre. Questo tipo di energia può devastare l'atmosfera di un pianeta e potenzialmente coprire le forme di vita con radiazioni letali.

I pianeti di Proxima Centauri vengono colpiti da qualcosa del genere non una volta ogni secolo, ma almeno una volta al giorno, se non più volte al giorno,' ha concluso MacGregor . Probabilmente ci saranno tipi ancora più strani di razzi che dimostrano diversi tipi di fisica a cui non abbiamo mai pensato prima.



^