George R.r. Martin

Lo studio suggerisce che i libri di Game of Thrones sono coinvolgenti perché imitano la vita reale (beh, meno i draghi)

>

Fan di George R.R. Martin's Una canzone di ghiaccio e di fuoco serie (alias i libri su cui HBO's Game of Thrones è basato) ora hanno la scienza a supporto del motivo per cui gli avvenimenti a Westeros sono così coinvolgenti. Un nuovo studio in Atti della National Academy of Sciences degli Stati Uniti d'America ( PNAS ) approfondisce proprio questo problema.

occhi di carls comici morti che camminano

Il documento è sul lato tecnico (leggi tutti i dettagli, inclusa una serie di formule dall'aspetto scientifico qui , se sei così incline), ma la conclusione dello studio è quella parte del motivo per cui così tante persone trovano A Canzone del ghiaccio e del fuoco libri così coinvolgenti è perché, nonostante oltre 2.000 personaggi appaiano nei libri, il numero di interazioni sociali tra i personaggi rispecchia quello della vita reale. Inoltre, Martin manipola la linea temporale nei libri per fare in modo che eventi importanti (Red Wedding, chiunque?) si presentino in momenti inaspettati per il massimo WTF è appena successo?! momenti.

Come hanno fatto i ricercatori a capirlo? Molto attentamente. Lo studio afferma che le connessioni tra i personaggi sono state estratte manualmente da Ghiaccio e fuoco leggendo attentamente il testo e notando le interazioni tra i personaggi. Ciò significa che qualcuno doveva passare attraverso le migliaia di pagine nei cinque Ghiaccio e fuoco libri (ad oggi) linea per linea per fare quei collegamenti di carattere. Dopo quelle che devono essere state centinaia di ore di lavoro, il team di ricerca è stato in grado di produrre una mappatura del social network della serie:



Studio scientifico su ghiaccio e fuoco

Attestazione: PNAS

Come sottolinea l'articolo, anche personaggi come Eddard Stark e Robert Baratheon che tirano le cuoia presto hanno ancora un impatto sostanziale sugli altri personaggi dei libri.

date di uscita dei fumetti di Star Wars

Quelle morti, tuttavia, hanno un evidente impatto sulla narrativa della serie e su come i personaggi successivamente interagiscono (o non interagiscono) tra loro. La tempistica degli eventi è rilevante qui e i ricercatori si sono rivolti, come molti di noi, a Reddit per ottenere risposte, in particolare a un utente di nome PrivateMajor, che probabilmente ha impiegato centinaia di ore del proprio tempo per compilare una cronologia approssimativa di eventi dai libri.

Il PNAS studio ha quindi utilizzato la risorsa Reddit per confrontare il modo in cui le morti sono state rivelate nei libri con la cronologia degli eventi 'oggettiva' fornita da Reddit. Cosa hanno trovato? Che l'uccisione dei personaggi principali spesso si è verificata in gruppi nella timeline di Westerosi creata da Reddit, ma che, capitolo per capitolo nei libri, il tempo tra le morti è distribuito per traumatizzarci ancora di più arrivando inaspettatamente nella narrazione .

I ricercatori hanno anche scoperto che le morti più casuali hanno mantenuto il numero di personaggi che interagiscono tra loro a un livello gestibile. Se si lascia che la storia diventi troppo complessa, c'è la minaccia che il lettore medio venga sopraffatto dal punto di vista cognitivo e che la storia diventi caotica e insondabile, conclude lo studio. Ghiaccio e fuoco evita questo; sebbene appaiano più di 2.000 personaggi, i lettori e il pubblico televisivo rimangono avidamente coinvolti. I risultati qui riportati suggeriscono che ciò è facilitato da una strutturazione intelligente in modo tale che ogni capitolo sia raccontato da diversi personaggi POV, dotati di social network contenenti solo circa 150 individui.

Quindi ecco qua: Westeros è proprio come il nostro mondo in termini di social network dei personaggi. Ora abbiamo anche la prova scientifica che George R. R. Martin è piuttosto bravo a scherzare con le nostre teste e a tenerci impegnati in una storia di più di mille pagine. C'è un motivo per cui così tanti di noi stanno aspettando con impazienza Venti d'inverno essere finito, dopotutto. E ora abbiamo la scienza per aiutare a spiegare perché.

carrie fisher hollywood walk of fame



^