Justina Irlanda

L'autrice di Star Wars: The High Republic: Out of the Shadows Justina Ireland spiega perché i Jedi sono un po' più sexy

>

Le storie che cadono sotto la bandiera di Star Wars: L'Alta Repubblica non sono unici solo perché si svolgono centinaia di anni prima della Skywalker Saga. I molteplici libri (per adulti, YA e di livello medio) e i fumetti si intrecciano tutti insieme, con cinque autori che lavorano in armonia per creare una storia enorme e tentacolare.

Justina Ireland è uno dei cinque autori di Project Luminous, un gruppo che comprende anche Claudia Gray, Daniel José Older, Charlies Soule e Cavan Scott. Nella prima ondata dell'iniziativa, ha presentato ai lettori il prodigio Jedi Vernestra Rwoh (e l'estremamente empatico Padawan Imri Cantaros) nel libro di scuola media Una prova di coraggio . Ora, l'Irlanda è tornata per chiudere l'ondata 2, che finora ha caratterizzato tumulto estremo e rancore Jedi grazie a Cavan Scott e La tempesta crescente , così come Corsa alla torre Crashpoint di Older.

Sebbene Vernestra sia stata vista in entrambi i libri precedenti, viene in prima linea nel nuovo romanzo YA irlandese, Fuori dall'ombra . Rwoh incrocia Reath Silas e Cohmac Vitus, entrambi introdotti nel romanzo di Gray Nell'oscurità . L'Irlanda ha anche Vernestra che incontra un nuovo personaggio, il spesso indifferente Sylvestri Yarrow. Ambientato pochi mesi dopo il disastro di The Republic Fair, il nuovo libro irlandese vede i Jedi prendere molto più seriamente la minaccia del mostruoso Nihil.

SYFY WIRE ha incontrato l'Irlanda (poche ore prima del panel di High Republic all'SDCC 2021) per discutere del suo nuovo libro, di come i cinque scrittori lavorano insieme, delle cotte Jedi e altro ancora.

milla jovovich resident evil 1
Star Wars L'Alta Repubblica Fuori dall'Ombra

Credito: Disney Lucasfilm Press

Come funziona il processo quando si tratta di decidere quale membro del team scriverà quale libro?

Prima di iniziare una fase, sappiamo tutti chi sta scrivendo cosa, ed è davvero una questione di preferenze personali. Ho scritto una media e un anno, e questo perché mi piace scrivere una media e un anno. Charles [Soule] ha iniziato con il romanzo per adulti, perché è lì che si trova, è a suo agio con quello e con i fumetti. Quindi tutti hanno avuto una voce ed erano tipo, 'Cosa vuoi scrivere? Chi vuole scrivere cosa?' Perché, voglio dire, ovviamente, ragazzi, avete visto che stanno venendo fuori un sacco di cose e ci sono molte opportunità per raccontare storie diverse.

Una volta che sappiamo cosa stiamo scrivendo, una volta che capiamo chi è il primo, si tratta davvero di come sarà la narrazione in quel momento. E poi si tratta di inventare una trama e assicurarci che... abbiamo le grandi rocce, conosciamo i grandi ritmi della storia... e poi lavoriamo per portarla a quel livello di storia. Quindi c'è molta interazione, molto lavoro insieme, molta cooperazione.

Non so di aver mai lavorato su qualcosa di così intrecciato e così completo. Non passa giorno in cui non parlo con uno degli altri creatori e dico: 'Ehi, cosa ci metti dentro? Hai qualcosa di simile?' Oppure, 'Ehi, ho la scena in cui sto facendo questo. Vuoi che ti lasci un po' di pangrattato per la tua roba?' Ed è un modo davvero divertente di scrivere, perché penso che scrivere tenda ad essere un esercizio così solitario che è davvero diverso e fresco poter dire: 'So cosa sta scrivendo la persona che sta scrivendo prima di me'. So cosa sta scrivendo la persona che scriverà dopo di me' e come intrecciare quei fili insieme.

Immagino che possiate avere tutti la catena di testo più divertente di tutti i tempi.

Il nostro Slack è fantastico. È per metà lavoro e parlare di questo e della narrazione che stiamo facendo e cercare di capire le sfumature lì, e poi è anche solo per metà parlare, tipo, Loki e [ Il falco e il ] Soldato d'Inverno e tutto quell'altro genere di cose da nerd. Quindi, sì, è un bel posto dove stare... e poi ovviamente facciamo anche molte video chat.

Da dove ti viene in mente quale evento orribile accadrà in ogni ondata per spaventare i lettori?

Destra. Siamo tipo, 'Chi possiamo uccidere che amano.'

Il che è ridicolo, perché conosciamo questi personaggi solo dall'inizio dell'anno, eppure stai strappando i cuori.

Lo so, è folle. È proprio come, 'Oh, ti piace quel personaggio? Adesso sono morti».

The Republic Fair Poster SDCC

Credito: Disney Publishing

david tennant non voglio andare

Non perdonerò mai Cavan Scott, e nemmeno tu mi hai fatto un favore. Ma parlando di personaggi che i fan hanno imparato ad amare molto rapidamente, c'è Vernestra Rwoh. L'abbiamo incontrata per la prima volta in Una prova di coraggio , che è stato scritto da te. Hai creato principalmente quel personaggio?

Si. Tutti noi abbiamo i nostri personaggi preferiti che abbiamo creato, che stiamo introducendo. E Vernestra era sicuramente uno che era mio. E poi, stessa cosa con Cav, come Keeve Tennis e Sskeer sono davvero i suoi piccoli bambini, e poi i gemelli, Terec e Ceret. E così come vedi questi personaggi, per Daniel in Le avventure dell'Alta Repubblica , hai Lula Talisola e Farvala, e tutti questi personaggi che portiamo con noi. E penso che sia una delle grandi cose, quei personaggi compaiono in altri media.

Una delle cose difficili come creatore è che a un certo punto inizi a preoccuparti che tutti i tuoi personaggi sentano una nota, perché hai uno spettro di tipi di personaggi che puoi creare. E di solito alcuni personaggi saranno troppo al di fuori di quello spettro della tua gamma di comfort di chi sei come persona per creare un personaggio. Perché ogni personaggio ha un piccolo pezzo di creatività dentro di sé e se è un tratto cattivo o buono o altro.

Penso che una delle cose grandiose dell'avere questa iniziativa così cooperativa è che potrei non aver creato Sskeer o Keeve o Reath, per esempio, ma posso portarli nella mia narrazione. E ora ho un personaggio che è completamente diverso da chiunque altro che creerei e di cui ora posso scrivere. E credo davvero che la narrazione sia più completa, quindi non sembra così unidimensionale.

Con Vernestra o Imri, anche se sono apparsi in altre storie, qui abbiamo le cose dal punto di vista di Vernestra, quindi sembra che sia la tua voce. Sarebbe giusto dirlo?

Sì, penso che sia giusto. Anche quando compare in altri media, so che è dentro Corsa alla torre Crashpoint , e anche allora, Daniel mi ha mandato quei capitoli, e mi ha detto, 'Ehi, ti sembra come parlerebbe lei? Questo suona bene? E io sono tipo 'Sì'. Stessa cosa quando ho fatto la prima bozza di Fuori dall'ombra , e Reath era lì dentro. L'ho inviato a Claudia [Gray] ed ero tipo, 'Ehi, puoi semplicemente leggere i capitoli di Reath e assicurarti che suoni bene, assicurarti che l'arco sia corretto?' E lei dice: 'Oh, mi piace. Sì, è esattamente così che l'ho visto». Perché la cosa che non vuoi fare è non voler far deragliare la narrazione di qualcun altro.

Siamo tutti narratori per... Scriviamo Guerre stellari , ma abbiamo successo anche in altre parti della nostra carriera. E quindi, tutti abbiamo questo, non solo il rispetto professionale, ma anche il rispetto per un altro creatore del tipo, 'Ehi, adoro questo personaggio, lo stai usando? O posso prenderli in prestito per questa narrazione?' E di solito è tipo 'Sì'. Mi piacerebbe vedere cosa ne fai di loro. Ci siamo dentro tutti insieme.

Carl morirà tra i morti viventi

Stavo per chiedertelo e ti sei già cimentato, ma incontri personaggi come Reath Silas, Cohmac Vitus, e la ami o la odi, Nan. Hanno iniziato in un altro libro, ma si sentono come a casa.

Voglio dire, e questo fa parte del lavoro di Claudia. Ovviamente. Ho letto numerose bozze di Nell'oscurità … una delle cose grandiose è che ho potuto vedere numerose bozze mentre Claudia le inviava. Ho avuto modo di vedere Reath crescere come personaggio. Quindi, quando è arrivato il momento di lavorarci su Fuori dall'ombra … ovviamente lui e Vernestra si conoscerebbero, perché hanno più o meno la stessa età, l'Ordine Jedi è grande, ma non è grandissimo. E così quando stavo leggendo il libro, ero seduto lì a leggere quello che avevo scritto. E poi sono tornato da Claudia e ho pensato: 'Sì, funziona, vero?' E lei dice: 'Adoro il modo in cui è cresciuto'. I nostri personaggi possono crescere e cambiare, perché questo è il formato che abbiamo.

Tempo per una domanda stupida. Vernestra si libererà mai del suo temuto soprannome, che non oserei usare, o arriverà ad abbracciarlo?

Penso che Vernestra stia ancora crescendo e cambiando, e penso che la parte divertente di Vernestra sia che si prende un po' troppo sul serio, che è un po' quello che ci aspettiamo da un prodigio Jedi, quindi penso che a un certo punto lo farà. Penso che a un certo punto si rilasserà un po'. Penso che Imri la stia aiutando a uscire da quella zona di comfort.

La sua frusta leggera è stata una tua idea?

Oh sì, certo. Amo tutte le cose che la maggior parte delle persone odia dell'universo espanso. E so che le persone provano sentimenti profondi per la frusta leggera, ma io sono tipo, 'È un'arma così bizzarra. È così pericoloso. Questa lama al plasma ti gira intorno». E io ero tipo, 'Certo, darò una frustata leggera alla mia ragazza.

Un personaggio unico di questo libro è Sylvestri Yarrow, e ho adorato il suo punto di vista perché non sappiamo davvero cosa aspettarci da lei. Non è una Jedi, non ama affatto il ricco stile di vita di Coruscant, non ne è impressionata. Non ho mai saputo cosa aspettarmi da lei o dalla sua storia mentre si svolgeva. È andato come previsto, o ci sono stati momenti in cui ti ha sorpreso o ha fatto qualcosa che non ti aspettavi?

guerre stellari: guerre dei cloni 2003

Per la maggior parte, la sua storia è andata come previsto. Penso che la prima bozza, mi aspettavo che avesse un triangolo amoroso tra lei, la sua ex ragazza Jordanna e Xylan Graf. E poi, dopo aver iniziato a scrivere, ho pensato: 'Non le piace. Non le piace per niente. E non mi piace particolarmente. E poi, mentre ero circa a metà della prima bozza, ho pensato: 'No, questo non funziona affatto.' Non c'era niente lì. Non era solo uno sfrigolio.

È un pilota difficile da scrabble. Ama quello che fa. Vuole essere indipendente. Non sarà davvero entusiasta del fatto che questo ragazzo sia ricco e come tutte queste cose, si metterà a disagio. E penso che questo sia il motivo per cui non è mai successo. Ma sì, quindi ci sono tipo storie... Non importa quante, come sinossi che scrivi, non importa quanti schemi scrivi, c'è sempre qualcosa di sorprendente nella fase di stesura.

A proposito di storie d'amore, e per la cronaca, tu l'hai tirato fuori per primo, non io... Non posso fare a meno di notare che nell'Alta Repubblica, i Jedi sono, per non essere poco professionali, ma sono un po' lascivi?

che è morto nella battaglia di hogwarts

Parli di Elzar?

Si. Stavo per dire arrapato, che è sicuramente Elzar. Con questo libro, sebbene tu abbia più Jedi con cotte per altri Jedi, alcuni non vengono restituiti. Tutti questi giovani Padawan hanno una cotta l'uno per l'altro. Quanti problemi sarebbero evitati se fosse permesso loro di esplorare alcuni di quei sentimenti?

Penso che quello che stiamo vedendo in questa fase e in questo periodo di tempo, i Jedi siano un po' meno restrittivi su questo genere di cose. Sono al top del loro gioco, giusto? Stanno uscendo e salvando le persone e facendo grandi cose. Quindi penso che sia normale per loro avere quelle emozioni e lavorarci sopra e cercare di capire cosa significano in un contesto più ampio.

E penso che sia una delle cose che fa sembrare questo periodo di tempo diverso dall'altra narrazione che abbiamo avuto, è, questi sono Jedi che non sono come, 'Evita i cattivi sentimenti, mettili da parte.' Sono come, 'Nessun lavoro attraverso di loro.' Tipo, 'Cosa ti sta dicendo questa emozione?' Perché non mi è sempre piaciuta l'idea che tipo, sarò un insensibile mago spaziale armato di spada laser, e non proverò proprio nulla.

È come, no, si tratta di riconoscere quei sentimenti e lavorarci su, che penso sia anche davvero la chiave per apprezzare la nostra salute mentale come esseri umani. Abbiamo sentimenti. Dovremmo capire perché abbiamo quei sentimenti e lavorarci su. Perché sopprimerli... ci porta solo a guasti e disastri.

L'Ordine ti dà la guida, e che tu lo segua o meno dipende ancora da te come individuo. E penso che ci siano alcuni individui, alcuni Jedi, che stanno inventando scuse per le cose che stanno facendo, che forse non stanno realmente lavorando con la Forza o in nome della Forza. Ma la Forza e l'Ordine sono due cose diverse. E penso che sia lì che iniziamo a vedere... stiamo iniziando a vedere la differenza tra.

Non posso fare a meno di pensare che se il povero empatico Imri fosse in giro nell'era prequel sarebbe stato messo in un istituto con tutta la repressione in corso intorno a lui.

Sarebbe stato un Sith. Penso che dobbiamo capire dove le nostre storie non si inseriscono solo nella narrazione più ampia di Guerre stellari , ma come si inseriscono anche nell'esperienza umana. Perché penso che tendiamo a dimenticare che le storie servono davvero a insegnarci cosa significano. Anche se stiamo parlando di guerra spaziale, o qualsiasi altra cosa, stiamo ancora imparando lezioni su noi stessi e sugli esseri umani e cosa significa essere una brava persona, o cosa significa essere una persona cattiva, o cosa significa sii egoista, o cosa significa essere generoso, o altro. E penso che i Jedi dovrebbero sempre... sono sempre stati trattenuti in un modo che è un po' irraggiungibile.

E penso che questo sia ciò che vediamo davvero nella trilogia del sequel, per Luke, è come, 'Volevo essere un Jedi, ma era irraggiungibile.' Come se fosse, 'Ho fatto tutto quello che dovevo fare e ho ancora incasinato.' E penso che dobbiamo guardarlo e dire: È sempre stato così per i Jedi? O c'era un po' più di spazio per loro per avere quelle conversazioni tra loro?' E penso che quando hai più persone, come parte di un'organizzazione, hai più libertà. Hai più spazio per avere quelle conversazioni e capire la strada giusta e quella sbagliata. Quando sei tu, è davvero difficile capire se sto facendo la cosa giusta o quella sbagliata, perché non hai nessuno con cui rimbalzare.

Per ulteriori informazioni sul lavoro di Justina Ireland in Guerre stellari , dai un'occhiata al recente titolo del fumetto Marvel Star Wars: La guerra dei cacciatori di taglie: Jabba the Hutt, così come il prossimo manga tie-in High Republic, Bordo dell'equilibrio. Star Wars: The High Republic: Out of the Shadows è disponibile dal 27 luglio. Per luce e vita.



^