Guerre Stellari

Il compositore di Star Wars Kevin Kiner segue le orme galattiche di John Williams

>

Questo mese, SYFY WIRE intervista alcuni dei migliori compositori in TV e film per avere un'idea delle sigle e delle colonne sonore che ci restano in testa molto tempo dopo i titoli di coda.

Kevin Kiner ha scritto di più Guerre stellari musica di chiunque altro nella storia del franchise. Dopo più di cinque stagioni di Guerre Stellari la battaglia dei cloni , il Guerre dei Cloni film e quattro stagioni di Ribelli di Star Wars , è un record che potrebbe detenere per molto tempo.

SYFY WIRE ha avuto la possibilità di parlare con lui nell'ambito della nostra serie Conversations with Composers sul suo lavoro nel Guerre stellari universo, una sandbox sonora creata da John Williams, popolarmente uno dei più grandi compositori di tutti i tempi.



guardiani della galassia vol. 2 groot

Come sei entrato? Guerre stellari innanzitutto?

Era un processo di audizione. Non sono davvero sicuro di come George [Lucas] abbia ottenuto la mia bobina, ma penso che c'erano circa quattro o cinque di noi che hanno fatto l'audizione per Guerre dei Cloni indietro nel tempo, 13 anni fa, o dovunque fosse. Ci hanno dato una scena da comporre, credo fosse il primo atto di uno dei primi episodi, e hanno scelto la mia colonna sonora.

Ricordi una delle scelte che hai fatto che si è distinta e ti ha procurato il lavoro?

action figure he-man

A quei tempi, George voleva davvero spingere le cose. Ci hanno fatto salire in aereo per guardare lo spettacolo e l'abbiamo guardato con Dave Filoni, non con George, e ho detto: 'Questo potrebbe essere un buon posto per 'The Force Theme'' e Dave ha detto, George non voglio usare troppi John Williams Guerre stellari temi su questo spettacolo in un primo momento. Vuole che abbia una voce propria.

chi era lo svanitore in deadpool 2

stavo segnando CSI: Miami a quel tempo. Credo che George fosse un fan di quella musica. Non sono positivo, ma me l'hanno detto. Quindi sapevo che voleva quel tipo di elemento che fosse molto elettronico. Questa è stata la cosa difficile, dargli un tocco moderno - un tocco di colonna sonora cinematografica attuale - senza perdere l'anima di Guerre stellari . E ha finito per essere più percussioni mondiali. George aveva l'idea che ogni pianeta avrebbe avuto la sua etnia, ogni episodio sarebbe stato, diciamo, bulgaro e un altro sarebbe stato il Sud America, e il prossimo sarebbe stato l'Africa o qualcosa del genere. Credo di aver trovato alcuni degli elementi percussivi giusti senza perdere l'orchestra. Erano due elementi che dovevo fondere insieme.

Mentre lavoravi, immagino che lavorassi con Guerre dei Cloni il regista supervisore della serie Dave Filoni più che Lucas. Com'era l'influenza lì? Hai fatto centinaia di episodi di Guerre stellari .

Se misuri al chilo, vinco io. ho scritto di più Guerre stellari musica di chiunque altro in vita, e potrei detenere quel record per un tempo piuttosto lungo, a seconda.

La cosa fantastica è che il padre di Dave Filoni era un fan dell'opera e un fan della musica classica, e Dave è abbastanza pratico quando si tratta di musica classica. Una delle cose che John Williams ha portato a Guerre stellari era un senso di classicismo. Per ottenere il concerto penso di aver dovuto includere molte percussioni, ma con il progredire del concerto, è tornato al suono più tradizionale di John Williams. Quella era una progressione che Filoni aveva sempre sentito. E forse non era tanto citando John, ma usando influenze come Korngold, Stravinsky, Rachmaninoff, che erano influenze di John Williams. Quindi forse siamo tornati indietro di una generazione piuttosto che citare John tutto il tempo.



^