Capitan America Guerra Civile

Spider-Man, Civil War e il potere della posta in gioco ridotta nei film Marvel

>

quando Spider-Man: Ritorno a casa è stata annunciata come una joint venture da Sony e Marvel Studios, seguita poco dopo dall'apparizione di Spidey di Tom Holland in Capitan America guerra civile, la speranza collettiva di ogni fan dei ragni di tutto il mondo era che finalmente, finalmente otterremmo un Uomo Ragno film che sembrava il fumetto in cui siamo cresciuti. E, in base alla risposta positiva abbastanza schiacciante al film, sembra che l'abbiamo ottenuto. Ma a parte la rappresentazione azzeccata di Peter Parker, c'è un altro motivo per cui il film sembrava molto più simile ai fumetti. Attenzione, spoiler in anticipo.

L'avvoltoio, interpretato dall'ex Uno e uomo uccello Michael Keaton, è un rinfrescante cambio di passo nel mondo dei supercriminali, specialmente nel Marvel Cinematic Universe, che è notevolmente carente di molti cattivi solidi. Nelle storie di supereroi più vecchie e più da cartone animato, i cattivi potrebbero essere mostri di uomini che ridacchiano e stringono le mani che volevano solo fare il male. Nelle storie più moderne, specialmente quelle incentrate sull'antieroe, siamo sfidati a vedere i cattivi come eroi nelle loro menti. Che pensano di voler salvare il mondo e devono semplicemente romperlo di più prima di poterlo ricostruire meglio.

Quello che otteniamo nell'Avvoltoio invece è un uomo che non è malvagio, ed è consapevole che ciò che sta facendo è un crimine. Non ha grandi piani o piani megalomani; È solo un operaio che si sente amareggiato da come i ricchi rendano impossibile a chiunque altro di diventare ricco e si è rivolto al crimine come un modo per fare soldi. Se riesce a tenerlo stretto a Tony Stark nel processo, tanto meglio. L'unico aspetto che lo rende un gradino sopra un criminale comune è il suo uso di attrezzature ad alta tecnologia per mettere a segno rapine e vendere armi. Questo è tutto.



Michael-Keaton-Vulture.jpg

Proprio lì è la chiave per far sembrare questo film molto più simile alla lettura di un fumetto. La posta in gioco è significativamente più bassa rispetto alla maggior parte degli altri film Marvel. Non c'è nessuna pietra dell'infinito che minacci qualche aspetto della realtà, nessun programma informatico senziente che ha hackerato il mondo e pianifica di far cadere una piccola nazione dell'Europa orientale dal cielo, o divinità simili a elfi di un'altra dimensione che cercano di avvolgere la realtà nell'oscurità. È un cattivo con un'ascia facilmente identificabile da macinare e un obiettivo ottenibile, almeno entro i confini di un film in cui un ragazzo può camminare sui muri. Le ramificazioni delle sue armi che colpiscono le strade sono terribili, ma è per questo che ci vuole un supereroe per fermarlo invece di una squadra SWAT.

Dandogli un antagonista molto più credibile, Spider-Man ottiene conflitti basati sui personaggi con cui giocare. Invece di concentrarsi semplicemente sull'arresto di un cattivo mega-potente e minaccioso, lo vediamo invece lottare con se stesso. Spider-Man: Ritorno a casa è un film su un adolescente desideroso di salvare il mondo, ma che alla fine viene a patti con il fatto che può fare il bene più immediato proteggendo il proprio quartiere e il mondo che gli sta vicino.

Sembra molto più come riprendere un arco casuale di un fumetto. Puoi completamente immaginare la storia di Ritorno a casa che si svolge nel corso di sei numeri di una serie, per poi essere ben rilegato in un tascabile commerciale. È la storia di Peter che indaga su imbrogli criminali, segue le piste e alla fine affronta il cattivo per fermare una rapina, il tutto mentre cerca di mantenere la sua identità segreta da zia May e forse ancora di ottenere un appuntamento con la sua cotta. Quello proprio lì è un arco comico standard. Salva quelle cose grandi per questioni importanti e eventi crossover che, nell'MCU, è fondamentalmente ciò che il Vendicatori sono per. Se inizi la serie con eventi sconvolgenti, non avrai molto altro da fare quando tornerai per un sequel. Questo è importante per il futuro del franchise.

Per fortuna, i poteri dell'MCU erano consapevoli di questo e la mossa geniale di Guerra civile è che nonostante condividano un nome con uno dei più grandi eventi nell'universo dei fumetti Marvel, in realtà sono riusciti a raccontare quella che in definitiva è stata una delle storie più piccole che la Marvel ha ancora messo sullo schermo.

Sì, c'è un cattivo in Guerra civile ( Zeno), ma non ha assolutamente alcun obiettivo nel film se non quello di fare a pezzi i Vendicatori. La portata del film può essere mondiale, ma quando si elimina tutto, il vero conflitto tra Steve e Tony. Tutto il resto è solo pronto a vestirsi per quella che è una storia estremamente personale di un disaccordo tra questi due uomini.

Civ2.jpg

Quella combinazione di abbassare la posta in gioco globale e aumentare quella personale in Guerra civile pagato. La frattura tra Capitano America e Uomo di ferro alla fine ha probabilmente lo stesso peso e impatto sulle storie future degli Accordi di Sokovia. Ne vediamo già le increspature Ritorno a casa , e probabilmente ne avremo ancora di più quando arriveremo a Pantera nera .

La grande domanda che avanza nella prossima fase dei progetti Marvel è: saranno in grado di ridurre la carneficina e raccontare più storie che atterrano più vicino a casa Ritorno a casa , Guerra civile , e persino Uomo formica fatto? Capitano America è stato in grado di ridimensionare la minacciosa minaccia mondiale dell'Hydra dai primi due film per Guerra civile , ma considerando che Asgard era in pericolo in entrambi i primi Thor film, Taika Waititi e compagnia non hanno avuto altra scelta che immergersi in Ragnarok per il terzo film. Data la notizia da SDCC che Capitan Marvel si occuperà della guerra dei Kree contro gli Skrull, è difficile immaginare che anche il suo film sarà di piccole dimensioni.

Sarà il 'singolo arco' Ritorno a casa approccio sarà un colpo di fortuna nel modello narrativo MCU, o la Marvel rischierà di dare storie più piccole a più dei loro eroi mentre si espandono nella fase successiva? E se fanno continuamente precipitare il mondo intero in un pericolo imminente, quanto tempo ci vorrà prima che il pubblico si annoi dell'imminente, ma alla fine sempre prevenibile, apocalisse?



^