Snake Eyes

La star di Snake Eyes, Andrew Koji, afferma che anche il film è una storia di origine di Storm Shadow

>

Se hai intenzione di avere un film sulle origini di Snake Eyes , sarebbe davvero difficile farlo senza includere il secondo ninja più cool del mondo, Storm Shadow, interpretato questa volta da Andrew Koji ( Guerriero ) in Occhi di serpente: G.I. Joe Origini , che esce domani nelle sale.

Snake e Storm Shadow si sono sfidati nella corsa ninja più cool sin dai primi giorni di La formazione di Larry Hama G.I. Joe un vero eroe americano corsa comica , il loro fantastico destino collettivo sigillato per sempre in G.I. Joe #26 e #27, 'Snake-Eyes: The Origin, Part I' e 'Part II'. Mentre il nuovo film della Paramount utilizza le basi della trama seminale di Hama, porta la punizione di entrambi i personaggi in direzioni decisamente nuove.

Le star del cinema Pazzi e ricchi asiatici Henry Golding nei panni di Snake Eyes, un vagabondo in cerca di vendetta all'inizio del film, che vaga nel regno carico di eredità di Thomas S. Arashikage di Andrew Koji, che è ancora molto lontano dal diventare Storm Shadow. Quando Snake aiuta Tommy a uscire da un ingorgo, Tommy porta Snake con sé in Giappone per incontrare la famiglia, che si dà il caso che sia la custode di 600 anni di segreti ninja tosti. Mentre gran parte dell'azione è incentrata sul fatto che Snake sia o meno materiale del clan Arashikage, una buona parte del film ruota anche attorno a Tommy e se è adatto a prendere in consegna l'attività di famiglia ninja.



Roger Rabbit e Jessica Rabbit

Immagini di primaria importanza su YouTube

Per i fan del franchise, la domanda più importante è probabilmente se il nuovo film servirà o meno il materiale originale. A nome di Storm Shadow, Koji assicura che lo fa.

Gran parte della mia interpretazione di Storm Shadow è stata informata dai fan... il nucleo emotivo di Storm Shadow... chi è ed era, dice Koji a SYFY WIRE su Zoom. Molto di ciò che è nel film è ciò con cui i fan stanno parlando.

Koji afferma che il film – e la sua interpretazione di Storm Shadow – è stato anche fortemente influenzato dal cinema e dalla cultura giapponese, spiegando che il regista Robert Schwentke è un grande fanatico del cinema giapponese. e Bushido , il codice etico cavalleresco a cui i samurai avrebbero dovuto aderire, fu un'enorme fonte di ispirazione per il clan Arikashe.

Molto si basava su questo - ovviamente è immaginario, il codice Ariskashe - ma puoi sostituirlo facilmente con il codice Bushido, spiega Koji, aggiungendo che il suo personaggio lotta con il codice per tutto il film. Questa è anche l'origine di Storm Shadow, quindi per gran parte del film, non è lo Storm Shadow che la gente conosce che è una volta che si unisce a Cobra. Questo è lui nei suoi primi giorni, e penso che la cosa fosse per lui essere Tomisaburo Arashikage prima di essere [Storm Shadow]. E penso che tutta la ricerca sulla cultura giapponese, l'omaggio e tutta quella roba, sia stata parte della creazione di questo.

Quando giochi nel G.I. Joe sandbox, la ricerca sulla cultura giapponese ti porta inevitabilmente ai ninja, una parte importante del franchise dal Vero eroe americano giorni. Ma, che tu ci creda o no, G.I. Joe da solo non è sempre una grande fonte di accuratezza storica.

GI Joe Origins

Credito: Paramount Pictures

C'è molta disinformazione su di loro, e sono davvero operatori segreti nell'era Shogun, samurai. E hanno deviato dal codice Bushido, il modo onorevole di combattere, dice Koji. La grande percezione occidentale, e in realtà orientale, è che [i ninja] siano... una specie di malvagio... ma no, erano samurai. Non tutti, ma molti di loro erano samurai che hanno combattuto di nascosto per il governo. E così alcuni di loro hanno avuto onore. Alcuni di loro avevano determinati codici.

Quindi, Koji ha scavato in fonti oltre i fumetti. Quando gli è stato chiesto perché i ninja sono così fantastici, Koji ha immediatamente tirato fuori uno dei suoi libri di riferimento preferiti, Il libro dei ninja: il Bansenshukai di Antony Cummins e Yoshie Minami, che traduce un ninja chiamato la raccolta del 1676 di racconti ninja storici di Fujibayashi in fondamentalmente un manuale per l'utente che copre le arti del ninja e la complessità di ciò che li rende così affascinanti.

Penso che fossero più sfumati e più dettagliati [di quanto non lo siano nella percezione pubblica], dice Koji. Ci sono così tante cose più approfondite in cui puoi andare [in]. Dal film spero che [il pubblico] lo capisca, che [i ninja] abbiano un codice e tutto il resto.

episodio di pesce d'aprile di rick e morty

Anche se forse suona un po' pesante, Koji dice anche che prima di tutto, il film dovrebbe essere divertente su larga scala, qualcosa per allontanare la gente dai tempi difficili del mondo attuale.

Spero che siano due ore di divertimento, di divertimento, di qualcosa con cui possono fuggire, divertirsi ed essere portati in un mondo diverso, dice. Perché ne abbiamo bisogno di più. Ne abbiamo bisogno. E spero che possa unire alcune persone.

Puoi riunirti con tutti i tuoi amici amanti dei ninja (e maschere cosplay!) questo fine settimana quando Snake Eyes esce nei cinema di tutto il mondo il 23 luglio.



^