Festival Internazionale Del Cinema Di Toronto

Shadow in the Cloud e le vere donne toste delle forze aeree della seconda guerra mondiale

>

Nel Ombra nella nuvola , l'orrore di Roseanne Liang sulla battaglia di un aereo traballante contro i nemici giapponesi e un gremlin che rosicchia macchinari, Chloe Grace Moretz interpreta una donna pilota con un segreto. Mentre sale a bordo della Fortezza Volante B-17, la sua missione segreta e il misterioso pacco che deve custodire con la sua vita suscitano molto meno cinismo tra l'equipaggio tutto maschile rispetto al suo genere. Viene sminuita, insultata e sottoposta a ogni sorta di molestie sessuali verbali. Anche dopo che l'equipaggio ha costretto la Maude Garrett di Moretz nella torretta a sfera che pende in modo precario dal ventre dell'aereo, sembrano trovare la sua semplice presenza una sorta di insulto personale. Maude informa tutti loro che lei stessa è un pilota, un ufficiale dell'Aeronautica ausiliaria femminile, ma vedono questo come una frivolezza nella migliore delle ipotesi, non il segno di un 'vero' aviatore come loro. Alcuni di loro dubitano addirittura che le donne pilota siano reali. La Women's Air Auxiliary Force fu, infatti, una vera e propria divisione dell'aviazione britannica durante la seconda guerra mondiale. C'erano migliaia di donne come Maude Garrett sia in Gran Bretagna che in America che hanno fatto la loro parte per lo sforzo bellico arruolandosi per servire i cieli.

La Women's Auxiliary Air Force (WAAF), i cui membri erano indicati come WAAF, fu fondata nel 1939, lo stesso anno in cui iniziò la seconda guerra mondiale. In precedenza, un ramo della Women's Royal Air Force ha funzionato dal 1918 al 1920, con l'obiettivo di addestrare le donne ad essere meccaniche al fine di liberare gli uomini in quei lavori per il servizio attivo. Il gruppo ha visto un numero di iscrizioni molto più grande del previsto e le donne nella WRAF hanno finito per lavorare in lavori chiave come autisti e meccanici, fondamentalmente riempiendo i doveri di guerra lasciati dagli uomini. Questa sarebbe una pratica comune durante la seconda guerra mondiale, in cui le principali campagne di propaganda e reclutamento incoraggiavano le donne a lavorare nelle fabbriche, aiutando a produrre munizioni e forniture belliche e altre forme di lavoro manuale precedentemente considerate lavoro maschile. Nel solo Regno Unito, oltre 6 milioni di donne sono state aggiunte alla forza lavoro durante la guerra.

Ciò che era diverso nella WAAF era che questa era una chiusura in quanto le donne britanniche potevano entrare in servizio attivo durante la seconda guerra mondiale, a parte le posizioni infermieristiche. Sebbene non siano mai stati addestrati per essere piloti da combattimento, erano comunque esposti a molti degli stessi pericoli del fronte di guerra dei piloti maschi. Hanno seguito lo stesso addestramento di base degli uomini e, attraverso il lavoro in aree come palloni di sbarramento e decrittazione, hanno svolto compiti cruciali per gli sforzi alleati. Durante questo periodo, le donne lavoravano sotto l'Ausiliario del trasporto aereo (ATA), che trasportava aerei e rifornimenti tra varie località, oltre a offrire lavoro in aeroambulanza e trasporto di soldati. Le donne pilota dell'ATA furono soprannominate le Attagirls e divennero figure di alto profilo nella stampa britannica. Erano visti come figure perfette per rappresentare il dovere di una donna in tempo di guerra. Durante la seconda guerra mondiale, c'erano 166 donne pilota nell'ATA, che costituivano circa una su otto delle loro reclute, e si offrivano volontarie da tutto il mondo. Dopo essere stati inizialmente limitati al pilotaggio solo di velivoli non da combattimento, alla fine fu loro permesso di pilotare quasi tutti gli aerei utilizzati dalla RAF in quel momento, inclusi gli Spitfire. Le donne dell'ATA hanno fatto la storia nel 1943 quando hanno ricevuto la parità di retribuzione per i loro colleghi maschi, la prima volta che il governo britannico lo ha fatto. In confronto, le loro controparti americane guadagnavano solo il 65% di quello che guadagnavano gli uomini.



come si chiamano i trasformatori
Aeronautica ausiliaria femminile

L'Aeronautica ausiliaria femminile. Credito: Wikimedia Commons

Un pilota ATA, Jacqueline 'Jackie' Cochran, ha portato le sue abilità come pilota da corsa (e amica di Amelia Earhart) all'ATA, quindi ha contribuito a convincere Eleanor Roosevelt ad avviare una divisione di volo femminile nelle Army Air Forces of America. Questo alla fine sarebbe diventato il Women Airforce Service Pilots, o WASP. I WASP si sono formati attraverso la fusione del Women's Flying Training Detachment (WFTD) e del Women's Auxiliary Ferrying Squadron (WAFS), e la loro missione era simile a quella delle loro controparti britanniche. Hanno trasportato aerei militari e merci, hanno testato gli aerei per il servizio attivo e hanno partecipato a pratiche di tiro al bersaglio. Alcune di queste donne pilota erano così abili da poter testare aerei nuovi e difficili che molti degli uomini erano riluttanti a provare se stessi, come il B-29 Super Fortress. Ciò si è rivelato utile per tenere in riga gli uomini, poiché il generale Henry H. Arnold sapeva di poter mettere a tacere un sacco di lamentele maschili mostrando come le loro colleghe fossero pronte, disponibili e abbastanza talentuose da svolgere i lavori che cercavano di evitare .

Jacqueline Cochran

Pilota Jacqueline Cochran e un monoplano Northrop Gamma. Credito: Flickr

Mentre i WASP erano pionieristici, dovevano ancora affrontare immensi problemi. La discriminazione di genere è stata immensa, con alcuni piloti che hanno ammesso che i loro colleghi maschi si sarebbero rifiutati di volare con loro o che le loro abilità sarebbero state completamente negate. Il maggiore Stephenson, comandante della base a Camp Davis nella Carolina del Nord, disse alle donne che 'sia loro che gli aerei erano sacrificabili'. Le donne di stanza lì sono state bloccate in ogni occasione, negato il tempo di pratica e, in alcuni casi, sono diventate oggetto di sabotaggio quando sono state trovate tracce di zucchero nei motori di un luogo di incidente WASP. Due donne WASP sono morte mentre erano in servizio a Camp Davis. La forza iniziale del Women's Army Ferrying Service (WAFS) ha messo il limite all'età delle reclute a 35 anni perché 40 era visto come l'inizio della menopausa e volevano 'evitare l'irrazionalità delle donne' quando ciò accadeva. Alcuni piloti sono stati messi a terra durante i loro periodi perché gli uomini pensavano che fossero troppo emotivi e inaffidabili durante quei tre o quattro giorni.

Inoltre, i WASP non avevano diritto ai benefici militari e dovevano pagare per le proprie uniformi, trasporto, vitto e alloggio. Il generale Arnold, tra gli altri, ha spinto forte per un corpo aereo separato guidato da un colonnello donna che sarebbe stato pronto per il servizio attivo, ma un massiccio rifiuto dei media si è opposto all'idea. Le WASP furono accusate di aver rubato posti di lavoro agli uomini e l'eminente giornalista Drew Pearson affermò persino che il generale Arnold era stato manipolato dalle 'astuzie femminili' di Jackie Cochran. Alla fine, il programma WASP è stato mantenuto come organizzazione civile. Il programma alla fine terminò nel 1944, con un comitato della Camera che insisteva sul fatto che fosse troppo costoso e inutile a lungo termine. Molte donne volevano continuare a volare, ma hanno trovato i loro sforzi ostacolati. Non riuscivano a trovare lavoro come piloti commerciali perché gli era stato detto che il pubblico non l'avrebbe sopportato. Nonostante fossero qualificate per i programmi spaziali degli anni '50 e '60, e per molti versi più adatte a tale lavoro a causa del loro peso ridotto, le donne erano essenzialmente escluse dall'applicazione a causa di un requisito non necessario che tutti i soggetti fossero laureati in jet militare programmi di test pilota.

Ci sono molti esempi di gruppi aeronautici guidati da donne e unità dell'aeronautica di tutto il mondo. L'Unione Sovietica aveva un'unità di volo da combattimento tutta al femminile durante la seconda guerra mondiale, soprannominata le streghe notturne. L'Aeronautica dell'Esercito Popolare di Liberazione della Cina comprendeva 55 tirocinanti durante gli anni '50. La Women's Auxiliary Australian Air Force della seconda guerra mondiale ha arruolato quasi 27.000 donne per svolgere importanti compiti durante questo periodo.

Per le donne nel settore dell'aviazione nel 21° secolo, molto è cambiato, ma rimangono molte barriere all'ingresso. La discriminazione di genere rimane un grosso problema e la partecipazione delle donne sul campo rimane bassa, con poco più del 7% dei piloti civili certificati (sia privati ​​che commerciali) negli Stati Uniti sono donne, secondo un rapporto del 2010. La media globale per le donne pilota con compagnie aeree commerciali è un misero 3%. Le donne dei programmi ATA e WASP possono aver fatto la storia, ma a malapena è stato permesso loro di andare oltre una volta finita la guerra. Come per le migliaia di donne che lavoravano nelle fabbriche e trovavano l'indipendenza sul posto di lavoro durante i primi anni '40, furono quasi costrette a tornare a casa attraverso diffuse campagne di propaganda, licenziamenti di massa e un rifiuto della società di riconoscere i loro importanti contributi. Pensa a come sarebbero state diverse le cose ora se WASP come Jackie Cochrane, Hazel Ying Lee, Verneda Rodriguez e Ola Mildred Rexroat fossero state in grado di trasferire le loro abilità in tempo di guerra nei fiorenti programmi spaziali degli anni '50. Finché le donne saranno emarginate in questo modo, il nostro mondo sarà solo un po' più piccolo.

WASP WW2 Wikimedia

Credito: Wikimedia Commons (foto dell'aeronautica americana // Pubblico dominio)



^