Netflix

Una serie di sfortunati eventi inietta un tocco di fantasia sartoriale in un paesaggio oscuro

>

Le circostanze continuano a essere disastrose per gli orfani Baudelaire nella seconda stagione di Una serie di sfortunati eventi di Lemony Snicket , ora su Netflix. Un mondo di oscurità chiama, ma il colore filtra attraverso i vestiti che indossano. Pastelli e impermeabili lucidi sono sostituiti da percalle giallo, tute arancioni, camicie a quadri e gessati, oltre a una serie di altri stili. Genere e periodo sono difficili da individuare; l'estetica del design dei costumi si mescola e si abbina a una varietà di decenni, iniettando un tocco di fantasia retrò in ogni luogo terrificante.

Il conte Olaf (Neil Patrick Harris) continua a farsi strada travestimenti dopo travestimenti. Nella seconda stagione, è affiancato dall'ossessionata dalla moda Esmé Squalor (Lucy Punch) nella sua missione per ottenere la fortuna di Baudelaire.

Anche unendo Una serie di sfortunati eventi per la nuova stagione è la costumista Cynthia Summers. Summers ha parlato con SYFY FANGRRLS, mentre si prendeva una breve pausa dalle riprese della terza stagione, di cosa aspettarsi dalle varie sfortunate circostanze in cui si trovano gli orfani Baudelaire dal Vile Village al Carnivorous Carnival. Inoltre, Summers ha discusso di generi ibridi, di come lavorare con attori in crescita, di moda sostenibile nella progettazione dei costumi e di aiutare Neil Patrick Harris a uscire con Halloween.



Com'è entrare in un progetto all'inizio della seconda stagione? Ha già i look consolidati e c'è il film anche. Come ci metti il ​​tuo timbro?

È più difficile di quanto si pensi davvero per tutte queste ragioni. O stai cercando di portare avanti la visione di un altro designer o la stai cambiando, il che è stato leggermente il caso di questo spettacolo. La stagione 1 sembra abbastanza diversa dalla stagione 2 e 3, ma era intenzionale e segue la storia, quindi non credo che sarà stridente per i fan.

C'è una netta sensazione retrò nei costumi. Puoi parlarci degli aspetti che hai dovuto prendere in considerazione?

La nota più importante che ho ricevuto da Barry Sonnenfeld, il nostro leader senza paura, è stata che volevamo che questa stagione fosse più colorata perché le situazioni di Baudelaire stanno diventando sempre più terribili e difficili da risolvere per loro. Gli adulti stanno diventando più scuri e i bambini stanno diventando più luminosi. Si uniscono verso la fine della stagione 2 ed è allora che vediamo molto più colore negli adulti.

Quando qualcuno ci chiede cos'è questo genere, è davvero un genere ibrido. Il periodo fantasy è il modo più semplice in cui posso dirlo. Non c'è un vero periodo. Quando ho iniziato ho chiesto, che periodo è questo? Perché i libri erano edoardiani. Voglio dire che siamo da qualche parte tra la fine degli anni '40 e la metà degli anni '70. Quindi le spalline [Punch] di Lucy sono qualcosa da guardare nella seconda stagione perché c'è sicuramente una storia con loro. Le sue spalline erano ispirate alle spalle oversize degli anni '40 e decisamente influenzate da spalle curve in stile Balmain . Siamo un po' nel presente e siamo nel passato.

Anche tutte queste diverse situazioni; siamo al Vile Village, che ha un'atmosfera occidentale/mennonita, siamo al circo alla fine della seconda stagione e all'Ersatz Elevator, che ha un'atmosfera newyorkese anni '40.

Per quanto riguarda il lato della moda, mi ricorda l'estetica stravagante ma oscura delle fate che continua ad avere un momento. Hai guardato per niente alla passerella? Hai citato Balmain; ci sono altri marchi che hai usato nella tua ricerca?

Decisamente. E ovviamente con Google puoi inserire quello che cerchi come le spalle larghe per esempio e ottieni tutto da look passati, presenti e anche futuri. Olaf in Ersatz Elevator si riflette in qualcuno che tutti conosciamo. La sua estetica della moda lì.

Karl Lagerfeld?

Era sicuramente l'ispirazione. Il suo collare in realtà derivava dal 1800 e c'è un cenno a Karl. Non ci sono dubbi al riguardo. Neil [Patrick Harris] ci ha giocato.

Neil è un genio tra l'altro. Viene ad ogni prova che abbiamo con la voce che farà per il suo personaggio travestito. Di solito arriva con il trucco protesico. È molto metodico in questo modo. Proprio un grande attore con cui lavorare. Entra con tutto questo pronto a partire. Ed è così gioioso e creativo in questo momento.

Cosa puoi dirmi dei costumi della seconda stagione del Conte Olaf?

Penso che il look del direttore di circo per il Carnevale carnivoro sia stato un po' difficile perché in questo momento ci sono molti temi circensi nel cinema e in TV; storia dell'orrore americana fatto e ovviamente Il più grande showman appena uscito. Andremo in onda dopo, ma lo stavamo preparando e girando contemporaneamente a queste altre produzioni. Quindi è stato difficile perché non volevamo essere esattamente uguali a tutti gli altri.

Il nostro circo è davvero fatiscente, quindi è stato utile renderlo diverso. Il suo vestito è tutto bianco, questo era intenzionale solo per portarci via da quello che stavano facendo le altre produzioni, perché il costume da direttore di circo è il direttore di circo.

È stato anche interessante perché [Neil Patrick Harris] era attivo quell'episodio di storia dell'orrore americana quindi non voleva davvero indossare un cappotto rosso da direttore di circo.

a_series_of_unfortunate_events_season_2.jpg Com'è lavorare con attori così giovani?

Il nostro problema più grande con i bambini per la seconda stagione è stato cosa fare con loro perché nei libri non invecchiano; ovviamente abbiamo a che fare con persone vive e bambini che invecchiano davanti ai tuoi occhi. Cerchiamo di mantenerli giovani. Passare da un bambino che doveva essere portato tutto il tempo a un bambino che cammina e parla. Ragazzi che ora sono adolescenti e ritraggono ragazzini più piccoli. È tutto fumo e specchi per cercare di mantenerli fisicamente giovani.

Abbiamo deciso di abbracciare l'aspetto che stanno cambiando, quindi quando torniamo in accademia all'inizio della stagione c'è un disclaimer all'inizio; i ragazzi aspettano da mesi di vedere il vice preside Nero (Roger Bart). Sono mesi che sono seduti su quella panchina ad aspettarlo.

Poiché la stagione 2 va in questi posti davvero specifici, abbiamo deciso che invece di avere i bambini bloccati in un solo sguardo, avremmo insinuato che avevano delle valigie con loro o che qualcuno ha portato loro un guardaroba del passato. Abbiamo ideato come potevano cambiare lungo la strada, il che ci ha dato un po' di spazio su come vestirli per l'occasione. Chiaramente a Ersatz Elevator, Esmé li ha vestiti con i loro completi gessati in modo identico come se fossero tre gemelli.

Mettere un piccolo abito gessato su un bambino è la cosa più adorabile del mondo e anche un abito gessato su Malina [Weissman] è fantastico perché è molto alla moda per una ragazza indossare un abito da ragazzo. Ha portato un po' più di connettività e giovinezza nel modo in cui si vestono. Connettività con il pubblico, che è anche il motivo per cui abbiamo questo arco di tempo indeterminato e anche il dialogo a cui si riferiscono a volte a Internet, si riferisce a cose chiaramente moderne. Questo è intenzionale per cercare di mantenere coinvolto il pubblico giovane.

Puoi rivelare qualcosa sul? casting appena annunciato di Allison Williams?

Lei è top secret. Stiamo lavorando con lei in questo momento. [Nella] Stagione 3, ci sono alcuni personaggi di cui si è parlato per tutta la Stagione 1 e per tutta la Stagione 2; ora si stanno materializzando nel passato come flashback o nel presente nella stagione 3. Ci sono molte domande a cui è stata data risposta nella stagione 3.

Hai lavorato a spettacoli come Irreale , Guida per fidanzate al divorzio e La parola l . Il tuo processo è diverso quando lavori a uno spettacolo come Eventi sfortunati rispetto al contemporaneo?

La differenza è il volume. Invece di acquistare sempre grandi pezzi di alta moda, sto acquistando grandi tessuti. Mi piacciono molto le pellicce finte e cerco di non usare la pelle dove posso. Devi ancora considerare tutti gli elementi dalla testa ai piedi e dentro e fuori nella funzionalità. È abbastanza simile, ma è ovviamente diverso.

he-man e i padroni dei personaggi dell'universo

Hai parlato di eco-pelliccia e di non usare la pelle, su Instagram metti in mostra la moda sostenibile. Come lo metti in pratica? È più difficile costruire i costumi o è più facile?

Penso che sia più facile. Ad esempio, il mio prossimo progetto sarà molto probabilmente un progetto contemporaneo; finirà per essere un progetto di moda come Guida delle amiche o L Parola . Devo impegnarmi nella moda.

In realtà quello che si tratta per me è la mia etica personale, penso di dover mettere da parte in una certa misura quando faccio contemporaneo perché non ho il controllo sulla lana o sul cotone o su come le cose vengono coltivate allo stesso livello come faccio quando cerco il tessuto dall'inizio. Quindi potrei ancora non sapere da dove provenga tutto, ma eticamente posso lavorare più facilmente in qualcosa che è stato creato da zero.

Hai aiutato con i costumi di Halloween per Neil Patrick Harris e la sua famiglia . So che è solo marzo, ma ci sono programmi per quest'anno? Com'è stata quell'esperienza?

È stato fantastico. La sua famiglia ha un piccolo cameo a Vile Village, quindi è stato davvero divertente. I suoi figli sono fantastici; sono un gruppo così completo, tutta la famiglia. Sono così stretti ed erano gemme con cui lavorare. È un tale gentiluomo ed è stato davvero riconoscente per noi che lo abbiamo aiutato.

È stato così divertente fare il loro Halloween. Non lo sapevo davvero era una cosa con loro finché non mi ha chiesto se potevo aiutarlo. All'epoca stavamo facendo il carnevale, motivo per cui il loro Halloween era ispirato al carnevale, quindi avevo alcune cose a portata di mano.

Non so cosa sarà questo Halloween, ma se siamo nella stessa città mi piacerebbe sicuramente aiutarli.

Questa intervista è stata modificata e condensata per chiarezza.



^