Acqua

Gli scienziati rivelano nuove prove che infuriano antichi fiumi d'acqua su Marte

>

Anche se probabilmente non sarebbero stati consigliati per andare in kayak o fare rafting, gli antichi corsi d'acqua di Marte stanno contribuendo a ridefinire il modo in cui vediamo il nostro mondo vicino, poiché un team di ricerca internazionale ha recentemente scoperto nuovi indizi per fiumi di miliardi di anni che un tempo scorreva attraverso il paesaggio del Pianeta Rosso. Le loro scoperte acquose sono state recentemente pubblicate sulla rivista scientifica online Comunicazioni sulla natura .

Analizzando un nuovo raccolto di immagini ad alta risoluzione catturate dalla telecamera HiRISE installata sul Mars Reconnaissance Orbiter della NASA, gli scienziati sono stati in grado di trasformare gli scatti in mappe topografiche 3D dell'area marziana identificata come Hellas Basin, uno dei crateri da impatto più massicci del sistema solare. Ciò che hanno trovato lungo una parete rocciosa di una montagna rocciosa erano depositi di sedimenti profondi circa 656 piedi di altezza, creati da fiumi impetuosi, che torreggiavano quasi il doppio dell'altezza delle Bianche Scogliere di Dover e si estendevano per quasi un miglio.

fiume di Marte

Credito: Credito: NASA JPL-Caltech UoA Matt Balme & William McMahon



Sfortunatamente non abbiamo la capacità di arrampicarci, di guardare i dettagli su scala più fine, ma le sorprendenti somiglianze con le rocce sedimentarie sulla Terra lasciano molto poco all'immaginazione, ha detto l'autore principale dello studio Francesco Salese dell'Università olandese di Utrecht Nuovo scienziato . Per formare questi depositi di 200 metri di spessore avevamo bisogno di condizioni che avrebbero richiesto un ambiente in grado di mantenere volumi significativi di acqua liquida.'

1 Marzo

Credito: NASA JPL-Caltech UoA Matt Balme e William McMahon

È già stato stabilito nel corso degli anni che Marte un tempo ospitava più laghi, fiumi e forse persino oceani che avrebbero potuto sostenere la vita a un livello primordiale. Oggi Marte è ghiacciato ai poli e soggetto a intense tempeste di polvere, senza alcun accenno di acqua liquida esistente sulla sua superficie. Tuttavia, circa il periodo di tempo in cui la vita sulla Terra stava iniziando a muoversi 3,7 miliardi di anni fa, Marte era molto più temperato e avrebbe potuto fornire l'habitat giusto per la formazione della vita.

'Qui sulla Terra, le rocce sedimentarie sono state utilizzate dai geologi per generazioni per porre vincoli su come erano le condizioni sul nostro pianeta milioni o addirittura miliardi di anni fa', dice l'autore dello studio William McMahon. phys.org . 'Ora disponiamo della tecnologia per estendere questa metodologia a un altro pianeta terrestre, Marte, che ospita un'antica documentazione di roccia sedimentaria che si estende ancora più indietro nel tempo del nostro.'

2 marzo

Credito: NASA JPL-Caltech UoA Matt Balme e William McMahon

Secondo loro risultati , i fiumi impetuosi che hanno scavato queste rocce sono stati molto probabilmente attivi da decine a centinaia di migliaia di anni. Questi antichi letti di sedimenti potrebbero contenere la promessa della vita e fornire più risposte sul lontano passato di Marte, in particolare a partire dal 2023, quando l'Agenzia spaziale europea (ESA) dispiegherà il suo Rosalind Franklin ExoMars Rover per esplorare il misterioso terreno del Pianeta Rosso.




^