Le Terrificanti Avventure Di Sabrina

L'evoluzione del fumetto di Sabrina the Teenage Witch

>

Sabrina the Teenage Witch è forse attualmente più conosciuta per la sua serie Netflix infusa di horror, che ha avuto una corsa acclamata dalla critica prima della notizia della sua cancellazione durante l'apice dell'epidemia di coronavirus. a luglio 2020 . La serie ha ancora più episodi da mandare in onda, ma per ora, questo segna almeno una fine temporanea delle avventure televisive di Sabrina.

Tuttavia, ci sono sempre dei fumetti di Sabrina a cui guardare, e la sua storia nei libri divertenti è un viaggio di reinvenzione e adattabilità. Vedendo il suo debutto in Il manicomio di Archie #22 nel 1962, riconoscerai una strega che è stata cruciale per il continuo successo e la popolarità del franchise di Archie. Proprio come il suo coetaneo dai capelli rossi, Sabrina si è costantemente adattata alle tendenze ed è cambiata con i tempi in modo che ogni generazione dal suo debutto abbia avuto la propria interpretazione della strega adolescente. Indipendentemente dal suo status sul piccolo schermo, quello di Sabrina è un retaggio di fumetti in costruzione da decenni.

sabrina 2

Credito: Archie Comics / Il manicomio di Archie #22, scritto da George Gladir, disegnato da Dan DeCarlo e Rudy Lapick, scritto da Vincent DeCarlo



La prima avventura a fumetti di Sabrina è stata una breve storia introduttiva scritta da George Gladir e disegnata da Don DeCarlo. Sabrina ci guida attraverso la sua vita quotidiana a Greendale, raccontando al lettore le molte prove della sua vita come strega adolescente. Sposare il moderno con l'antico per un effetto comico simile a Sogno Jeannie o stregato , Sabrina ci fa conoscere le prove e le tribolazioni dell'essere una strega, incluso il fatto che non ha problemi a usare i suoi poteri a suo vantaggio e che innamorarsi le farebbe perdere i suoi poteri di forza da strega. Sabrina si diverte a essere una strega, quindi questo la preoccupa a non finire.

Sebbene fosse stata intesa come una semplice storia gag una tantum, Sabrina è stata un successo, e così è diventata una guest star ricorrente nelle varie antologie di Archie. Non ha avuto la sua serie fino al 1971, ma quando lo ha fatto, è andata avanti fino al 1983. Le prime avventure di Sabrina erano simili nel formato ad altri fumetti di Archie dell'epoca in quanto, piuttosto che nella narrazione di lunga durata, avrebbero concentrati su più brevi strisce di gag con un'impostazione chiara e una battuta finale, tutte rivolte a un pubblico giovane.

Nonostante queste storie siano brevi e sciocche, in senso positivo! - sono comunque riusciti a stabilire alcuni degli aspetti più seri della vita di Sabrina. Cercare di bilanciare il tempo trascorso con i suoi interessi amorosi e impegnarsi nella sua formazione come strega rimane un tratto essenziale. La maggior parte delle storie di Sabrina riguardano il suo tentativo di prendere scorciatoie con i suoi poteri e dare il via a una serie caotica di eventi così facendo, e questo difetto è esattamente ciò che la rende un personaggio così riconoscibile dopo tutti questi anni.

il tavolo alto john wick

Le zie di Sabrina, Hilda e Zelda, il gatto Salem e Harvey sono stati tutti i suoi personaggi ricorrenti più importanti. Harvey è una persona ben intenzionata che non sa a quale famiglia davvero strana appartenga Sabrina e Salem è un comico e amico di Sabrina. Nel frattempo, le sue zie, che sono personalità caotiche in sé e per sé, cercano di aiutare Sabrina a superare gli infiniti problemi in cui si trova. Le zie hanno subito riprogettazioni apparentemente infinite nel corso dei decenni, ma per la maggior parte, Zelda è la sorella dominante che fa funzionare le cose, mentre Hilda è più comprensiva e disposta a dare un po' di tregua a Sabrina. Entrambi amano chiaramente Sabrina e accettano le sfide che derivano dal crescerla. Occasionalmente, vediamo menzione del loro fratello, Thomas, il padre di Sabrina, che è misteriosamente scomparso anni prima.

sabrina 6

Credito: Archie Comics / Sabrina la Strega Adolescente vol. 2 #11, copertina di Dan DeCarlo

Nel 1996, è iniziata una serie a fumetti come controparte dell'allora attuale serie TV con protagonista Melissa Joan Hart. Le copertine presentavano spesso foto di Hart che interagiva con il suo fumetto tramite giochi di parole classici in stile Archie. L'effetto è un po' disorientante, con le tecniche di stampa dell'epoca che faticavano a riprodurre un'immagine chiara accanto alla tavolozza di colori brillante e pop art di Archie, ma a metà degli anni '90 doveva essere fantastico. La serie ha funzionato per 32 numeri, quindi è passata al terzo volume di Sabrina , questo basato sulla sua serie animata del 1999. La versione a fumetti del cartone è durata più a lungo del cartone animato, ma con #57 abbiamo visto un'altra revisione stilistica con Tania del Rio al timone creativo. Questo assumere Sabrina è stato più ispirato dai manga che dai classici fumetti di Archie, anche se non hanno perso completamente il classico formato gag. Abbiamo incontrato un nuovo cast di personaggi e il formato è cambiato per concentrarsi su archi narrativi più lunghi. Dopo che la storia del manga si è conclusa, c'è stata una breve storia incentrata sulle avventure del giovane Salem, quando era umano, prima che diventasse un gatto. La serie si è conclusa con il numero 104 e Sabrina ha preso una pausa per un po' ed è tornata alle apparizioni.

Quando la linea di Archie è stata rinnovata nel 2015 per portare un pubblico più maturo con il marchio New Riverdale, lo stile gag dei primi libri è quasi svanito dalle pagine a favore di archi più lunghi che trattavano drammi più complicati. Le storie ora erano più lunghe e significativamente più serie, anche se molte delle personalità chiave rimanevano più o meno le stesse. Questo cambiamento avrebbe continuato a ispirare la creazione di CW's Riverdale e Netflix Le terrificanti avventure di Sabrina, portando un'intera nuova generazione di spettatori al passo con i personaggi che erano in circolazione dai primi anni '40.

sabrina 5

Credito: Archie Comics / Sabrina la Strega Adolescente #38, copertina di Holly G!

Sabrina ha fatto la sua comparsa in questo New Riverdale con Jughead #9, ma non passò molto tempo prima che si autodichiarasse la sua serie. Riavviarla come un fumetto horror si è rivelato essere l'aggiornamento di cui il mondo aveva bisogno dopo che il personaggio aveva in qualche modo perso la sua strada, e Le terrificanti avventure di Sabrina è stato un successo. Più di recente, Sabrina è apparsa nella serie rinnovata, Sabrina la Strega Adolescente , che ha avuto abbastanza successo da essere immediatamente seguito da un sequel.

C'è una grande differenza tra i programmi TV Sabrina del 1996 e del 2018, ma la sua traiettoria ha un po' più senso se si guarda al retroscena dei suoi fumetti, in cui ha subito innumerevoli rivisitazioni. Tuttavia, anche se i dettagli potrebbero cambiare, la storia di una caotica ma ben intenzionata strega adolescente che diventa maggiorenne è un concetto perfetto proprio per questa versatilità chiave. Indipendentemente da qualsiasi cosa, è una scommessa sicura dire che l'evoluzione dei fumetti di Sabrina è tutt'altro che finita.

sabrina 3

Credito: Archie Comics / Le terrificanti avventure di Sabrina #8, scritto da Roberto Aguirre-Sacasa, disegnato da Robert Hack e Jack Morelli



^