Botteghino

La star di Rogue One Donnie Yen spiega perché i film di Star Wars non fanno soldi in Cina

>

Il mercato cinematografico cinese è sulla buona strada per diventare un giorno il più grande del mondo, ed è già ha guidato il gruppo per il primo trimestre del 2018 . I consumatori cinesi sono pronti a spendere soldi per i biglietti del cinema e sono particolarmente attratti dai grandi successi nordamericani basati sugli effetti. Quindi, perché la Disney non può? Guerre stellari i film sembrano fare soldi lì?

Il Risveglio della Forza , il primo Guerre stellari film nell'era Disney, è andato bene in Cina con un weekend di apertura di oltre $ 50 milioni, ma le cose sono andate andato in discesa da lì . Rogue One: una storia di Star Wars e Star Wars: Gli ultimi Jedi sono stati successi mondiali, ma hanno avuto scarsi ritorni al botteghino in Cina, al punto che quest'ultimo è stato famigerato ritirato dai cinema lì dopo appena due settimane. poi è arrivato Solo: un negozio di Star Wars , che ha lottato ovunque ma ha raggiunto solo $ 16 milioni nel mercato cinese.

È sorprendente di per sé, ma lo è particolarmente quando lo si confronta con altri blockbuster americani e come si esibiscono lì. Prendi l'ultima versione di Dwayne Johnson, Grattacielo , che si è comportato male nella sua apertura in Nord America, ma fino ad oggi ha tirato dentro 85 milioni di dollari in Cina , oltre $ 10 milioni oltre il suo botteghino nazionale finora. Poi ci sono i film Marvel, che vanno sempre bene in Cina. Come un esempio, Thor: Ragnarok ha guadagnato $ 112 milioni dei suoi eventuali $ 853 milioni in tutto il mondo nel paese.



Allora, qual'è il problema? Perché è Guerre stellari solo non atterrare con il pubblico cinese? Ci sono molte teorie, ma forse una delle persone migliori per analizzare questo problema è qualcuno che è sia a Guerre stellari star e leggenda vivente del cinema cinese: Rogue One è Donnie Yen . Yen, che ha interpretato il guerriero cieco Chirrut Imwe in Guerre stellari spinoff, stava promuovendo il suo nuovo film Grande Fratello durante un'intervista con JoBlo quando il soggetto di Guerre stellari ' Sono emerse le lotte cinesi. Ecco come l'ha messa Yen:

' Guerre stellari – Il pubblico cinese non è cresciuto con Guerre stellari cultura quindi purtroppo non ha funzionato. La Marvel è molto più facile da capire. Guerre stellari , c'è un intero universo là fuori', ha detto. 'Marvel, dai costumi, alla musica, agli idoli, alle star, è molto più facile colmare il divario tra il film stesso e il pubblico'.

Gif Luke Skywalker Ultimo Jedi

Guerre stellari è stato notoriamente costruito su alcuni principi universali della narrazione che hanno affascinato George Lucas durante i suoi studi sulla mitologia, e puoi ancora vedere alcuni di quegli archetipi e tropi in gioco nelle storie, ma Yen ha ragione sulla crescente complessità della saga e dei suoi mondi. Certo, i blaster sembrano pistole e astronavi spesso funzionano allo stesso modo di aerei o barche, ma molto di Guerre stellari è costruito da zero, con le sue regole e stranezze, che è onestamente facile capire perché qualcuno che non è mai stato investito in esso non si preoccuperebbe di raccogliere tutto questo. Per contratto, film come Grattacielo e I Vendicatori sono relativamente semplici e si svolgono nel nostro mondo. Non hai bisogno di un dottorato in storia Marvel per capire Capitan America e i suoi amici che salvano New York dagli alieni.

Yen ha anche sollevato un altro punto interessante, qualcosa che ha visto evolversi in prima persona con la crescita del mercato cinematografico cinese: i registi cinesi, pieni di nuove risorse e pubblico, sono ansiosi di scoprire come il cinema occidentale è diventato la forza dominante nel mondo. I registi occidentali sono meno desiderosi di conoscere il cinema cinese.

'E quelle risorse, con la nostra comprensione, dal guardare e studiare i film americani, aggiungendo il modo in cui abbiamo fatto film... parlando per me stesso essendo stato in un paio di film americani - beh - voglio dire, quando sei parlando di film americani stai essenzialmente parlando di cinema occidentale. Come fare un film e cosa c'è di buono in un film. La struttura, la finanza, la distribuzione, il marketing. Questo è il gold standard, questa è la Bibbia e sto ancora imparando', ha detto. 'I registi cinesi stanno ancora imparando, ma allo stesso tempo abbiamo un vantaggio. Abbiamo guardato e studiato questi film. Ma - viceversa - non credo che abbastanza registi occidentali abbiano dedicato del tempo ad analizzare davvero il mercato asiatico - ecco perché noterai che molti film americani non funzionano da queste parti...'

Questo è un punto particolarmente interessante di Yen che significherà molto per vari registi e studi in futuro. Abbiamo già visto molti registi nordamericani tentare di incorporare personaggi e luoghi asiatici ( Grattacielo , ad esempio, è ambientato a Hong Kong) nei loro film come un'attrazione per il mercato cinese, ma quanto andrà oltre? Non c'è dubbio che vedremo una maggiore mescolanza dei due mercati mentre i produttori cercano di capitalizzare sempre di più sul botteghino internazionale, e Yen - con le sue mani nei film su entrambe le sponde del Pacifico - potrebbe essere una parte importante di questo .



^