Netflix

La vera Red Room era un inferno (e altri dettagli su Haunting of Hill House dell'attore di Luke Crain Oliver Jackson-Cohen)

>

Povero Luke Crain. Quasi nessuno in L'infestazione di Hill House gli crede quando è un ragazzino, non quando dice alla sua famiglia che ha visto qualcosa di spaventoso, e non quando racconta loro la storia molto più credibile che si è fatto un nuovo amico, che loro considerano immaginario.

**Questa storia contiene spoiler per Netflix 's L'infestazione di Hill House **

Purtroppo, Abigail Dudley era fin troppo reale. Solo la sua gemella Nell gli credeva, ma avere l'un l'altro come unico sostegno non ha salvato la coppia dalla sofferenza tragicamente lunga fino all'età adulta. (La paralisi del terrore notturno di Nell e la dipendenza da narcotici di Luke). Quando Nell muore, un Luke appena sobrio cerca di porre fine a Hill House una volta per tutte, solo per vedersi quasi mettere fine alla casa.



L'attore di Luke Oliver Jackson-Cohen ha chiacchierato con SYFY WIRE sull'importanza delle ispezioni domestiche per le case infestate, su quanto fosse terrificante e reale Hill House sul set e su cosa fosse necessario per sopravvivere alla famigerata Red Room.

Quindi ho sentito che stai per trasferirti in un nuovo posto?

Oh mio Dio, sono il più grande idiota. [Ride] Ho deciso, 'Sì, cambierò casa la settimana in cui uscirà lo spettacolo.' È un vecchio loft industriale convertito.

Ti sei assicurato che non fosse infestato prima?

[Ride] Sai, l'altro giorno sono andato fuori di testa. Ero in casa, ed è così stupido, ma c'era una specie di forte rumore proveniente dal retro della casa. In realtà ho avuto un minuto in cui ero tipo, 'Mi chiedo...' E poi mi sono subito ripreso. [Ride] Penso che andrà tutto bene. Incrociamo le dita, sono solo i tubi.

Una delle grandi cose che impariamo dalla vendita della proprietà di Hill House è l'importanza della divulgazione. Come si fa a comprare un posto del genere in primo luogo? Non li vediamo mai interagire con i precedenti proprietari, ma devono aver saputo qualcosa.

Lo so! Avevamo spesso quella conversazione sul set. Andavo da Carla [Gugino] e Henry [Thomas] e dicevo, scherzando, 'Cosa cazzo c'era che non andava in te?' Perché dici, 'Come sei entrato qui e hai pensato, 'Questo è il posto più inquietante di sempre'? Cosa ti ha fatto pensare di poter capovolgere questo posto?'

È un peccato che non abbiano invitato le persone per le visite sul set perché i dettagli in quella casa erano incredibili: tutti gli ornamenti sul camino, tutte le modanature, tutti i dettagli della carta da parati. Se guardi lo sfondo abbastanza a lungo, inizi a vedere dei volti.

È molto, molto inquietante. Quindi cazzo sa perché i Crains si sono trasferiti!

Qual è secondo te il fascino delle storie della casa stregata?

È un concetto interessante perché l'idea è che una casa sia qualcosa che dovrebbe tenerci al sicuro. Dovrebbe essere un posto sicuro lontano dal mondo. E penso che sia questo che affascina le persone, l'unico posto che dovrebbe essere sicuro e whoa! È ostile! È un concetto così terrificante. Ecco perché sembra attingere alle più grandi paure delle persone.

The Haunting of Hill House, Luke Crain

Credito: Netflix

E penso che quello che [lo showrunner] Mike Flanagan stava creando fosse prendere questa idea della casa stregata e renderla un dramma sul trauma infantile, dove potevi vedere i fantasmi nella casa come una metafora di eventi traumatici. Scambia la casa, e potrebbe trattarsi di abusi sui minori o qualcosa del genere, ed è questo che c'è di così intelligente. E Mike ha analizzato le diverse scale di come i traumi infantili colpiscono persone diverse.

Quando guardi i fratelli Crain da adulti, hanno idee diverse su come hanno affrontato la cosa, specialmente l'ultima notte in casa e la perdita della madre. Ti spaventerebbe per la vita. Potresti non ricordare tutto, ma il tuo corpo lo fa: inconsciamente, il tuo corpo raccoglierà quel terrore e lo porterà. Soprattutto per queste persone perché lottano per funzionare in un mondo in cui è successo, ma gli viene costantemente detto che non è successo, o che l'hanno inventato, o che c'era qualcosa di sbagliato in loro.

E soprattutto per Luca. Ha vissuto non solo l'infestazione, ma anche l'omicidio di sua madre della sua amica Abigail.

Si. Mike e io ne abbiamo parlato molto, specialmente per l'episodio 6, quando Luke vede il corpo di Nell perché l'ultimo cadavere che aveva probabilmente visto era Abigail.

E Luke è una vittima del disturbo da stress post-traumatico da manuale. Sta lottando con quello. Il suo meccanismo di coping sta sviluppando una dipendenza da oppiacei, ma soffre molto di PTSD per tutto quello che è successo quando era bambino e ha visto morire il suo amico, e poi non ha più visto sua madre. Nessuno dei ragazzi sapeva cosa fosse realmente successo quella notte, e nessuno poteva davvero ricordarlo, ed era una ricetta per il disastro.

Parliamo di quell'ultima notte a Hill House che Luke ha da adulto.

Penso che la sua ragione per tornare indietro sia che Nell era probabilmente la cosa più preziosa per Luke, e c'è una parte di lui che si sente responsabile della sua morte. E il suo motivo per tornare indietro è come dire: 'Basta! Abbastanza!'

Una parte di lui sta cercando di prendere il controllo della sua vita, quindi quando si presenta a casa e cerca di darle fuoco, e il fuoco si spegne, dimostra solo che non c'è via di fuga. Diventa una metafora più grande. Non puoi semplicemente far saltare in aria qualcosa e farlo andare via. E questo gioca nell'idea che la casa sia sempre più potente di te. Quindi, quando si sveglia nel sogno e viene salvato da Nell, si tratta di abbattere l'illusione e tornare alla realtà.

HOHH_110_Unità_01516R (1)

Credito: Netflix

Com'è stato girare quei momenti nella Red Room? Quando Luke ha un'overdose da fantasma?

Tutta la schiuma era come un sorbetto al limone. Ti mettono la polvere in bocca, e poi un denso sangue liquido, e poi aggiungono acqua. Quindi era disgustoso!

vicolo dell'artista dei fumetti di new york

Ed è stato piuttosto difficile, perché volevano ottenere il sangue giusto, e il fluido mi gocciolava nell'orecchio. Ci è voluta una settimana per girare tutta quella roba, e la prima notte che sono tornato a casa, sono saltato sotto la doccia e avevo il sangue incrostato addosso, e fango e roba in fibra di vetro. Tutta quella muffa nella Red Room, è un tipo di fibra di vetro che è stata riscaldata, quindi ero praticamente sdraiato su mini schegge di vetro. Ed ero sdraiato a letto, e potevo sentire questo frizzante, ed era perché la polvere mi era entrata nelle orecchie e faceva schiuma! È stato pazzesco. Non chiederò quella schiuma tanto presto. È stato... un inferno.

Quella Red Room era un inferno per tutti. Abbiamo creato un mucchio di magliette che dicevano: 'Siamo sopravvissuti alla Red Room'.



^