Bo Peep

PETA dice al regista di Toy Story 4 che il crudele truffatore di Bo Peep è un truffatore

>

Mentre alcuni fan adorano il nuovo look di Bo Peep, che sta per fare il suo epico ritorno in Pixar's Toy Story 4 , non tutti sono contenti di vederla tenere il suo accessorio caratteristico. La PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) non è contenta che Bo Peep stia ancora usando il suo arcaico truffatore.

In una dichiarazione al regista del film, Josh Cooley , PETA espone il loro caso. Iniziano scrivendo che sono tutti grandi fan del franchise prima di dedicarsi al nuovo look di Bo Peep.

'Dato che è stata progettata per avere un aspetto 'moderno', perché non ha 'perso' quel truffatore obsoleto e crudele?' loro scrivono. 'Potresti non sapere che questi 'bastardi da pastore' sono usati esclusivamente per agganciare il collo di una pecora e costringere questi animali gentili a muoversi. Non è qualcosa che un Bo Peep progressista accetterebbe nel 2019! Un 'cazzo' Bo Peep probabilmente colpirebbe i tosatori, non le pecore.'



Anche se visto nell'immagine sopra, ecco un altro sguardo al nuovo look di Bo Peep, che assomiglia decisamente a Daisy Ridley (Rey) in Star Wars: Il Risveglio della Forza più di un po', posa inclusa:

Bo Peep Toy Story 4

Credito: Disney Pixar

Lauren Thomasson di PETA continua a scrivere su come stanno cercando di cambiare il modo in cui le persone 'considerano e trattano' gli animali, e questo include ovviamente le pecore. Spiegano come le pecore vengono 'normalmente prese a pugni, calci, trascinate e calpestate' dai tosatori, e lei chiama il ladro 'un simbolo di dominio' e 'una cosa del passato'. Aggiunge che non è qualcosa che dovrebbe essere nel film, come chiede a Cooley se vorrebbe 'considerare la possibilità di rimuovere il truffatore di Bo Peep dall'animazione finale?'

Bo Peep non è apparso in Toy Story 3 , quindi questa è la prima volta che il pubblico la vedrà da un po' di tempo. A causa del resto dei cambiamenti nel suo stile, il truffatore è uno dei pochi significanti rimasti per far sapere alla gente che questo è infatti Bo Peep, e non un personaggio completamente diverso. Detto questo, possiamo capire il punto di PETA: il gentile e amorevole Bo, l'amore della vita di Woody, sarebbe incline a usare un oggetto così crudele? Potrebbe essere storico, ma se Bo può cambiare il resto del suo look, perché non finire il lavoro?

il vecchio programma televisivo flash

Tutto questo potrebbe essere un argomento controverso: il film uscirà a giugno e gli animatori potrebbero non avere il tempo di sviare Bo Peep. Poi di nuovo, nel mondo dell'animazione al computer, tutto potrebbe essere possibile. Far rimuovere i pastori imbroglioni da ogni spettacolo della vigilia di Natale dal vivo in tutto il mondo sarebbe un compito molto più difficile. Pixar (e Cooley) ascolteranno le suppliche di PETA o il truffatore rimarrà in gioco? Il tempo e i giocattoli lo diranno.

Con nessun gancio e forse nessun truffatore, Toy Story 4 prenderà vita il 21 giugno.




^