Pacific Rim: The Black

Pacific Rim: The Black è davvero un anime di Pacific Rim, nel bene e nel male

>

Prima di leggere oltre, per favore capisci che margine Pacifico è un film perfetto Semplicemente non ascolterò alcuna bestemmia contraria che suggerisca il contrario. Guillermo del Toro prende una premessa francamente stupida (robot giganti che prendono a pugni mostri giganti) e la esegue con così tanta cura e passione che diventa cinema trascendente. Si basa su tropi di genere consolidati e li trasforma in qualcosa di nuovo e distinto. È, in parte, un anime live-action, eppure non è davvero sorprendente che il nuovo margine Pacifico l'anime su Netflix è molto al di sotto della perfezione del film del 2013. Pacific Rim: The Black non è male margine Pacifico anime. Semplicemente è davvero un anime.

tempo di avventura re dei ghiacci e marceline

Il nero segue Taylor e Hayley Travis - fratelli adolescenti i cui nomi sono Taylor e Hayley invece di qualcosa di assurdo e figo come Pentecoste dell'impilatore - mentre cercano di fuggire da un Land Down Under che è stato invaso da kaiju. I genitori della coppia erano piloti Jaeger che li hanno lasciati e un piccolo gruppo di sopravvissuti nell'entroterra australiano mentre tentavano di ottenere aiuto dopo che il continente è caduto sotto i mostri invasori. Quando non sono tornati dopo cinque anni, Taylor e Hayley cercano di aiutarsi con l'assistenza di un vecchio Jaeger di addestramento in cui si imbattono. Insieme, la coppia incontra kaiju di tutti i tipi e dimensioni, un ragazzo misterioso che sembra avere una sorta di legame con le bestie, e altri umani che stanno tentando di sopravvivere e fare del bene nell'Australia gestita da kaiju - 'The Black', come è noto. Il nero è al limite del post-apocalittico, il che è un po' una seccatura considerando i primi film linea più iconica .

Le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono dell'autore e non riflettono necessariamente quelle di SYFY WIRE, SYFY o NBCUniversal.





^