X-Men

One for the Ages: una storia orale di Age of Apocalypse, il massiccio crossover degli X-Men, 25 anni dopo

>

L'anno è il 1994, e non sarebbe svendere nulla dire che è un punto culminante in un'era impennata per l'allegra banda di mutanti della Marvel. Gli X-Men stanno ancora cavalcando l'onda delle vendite da record del 1991 X-Men #1 delle superstar del settore Jim Lee e Chris Claremont , e a questo punto ci sono non meno di sette titoli mensili e un libro trimestrale dedicato alle nuove storie nell'X-Universe.

È il tipo di successo in franchising di cui sono fatti i sogni degli editori, quindi è più che un po' sconcertante quando la Marvel rivela i suoi piani per cancellare tutti i suoi titoli X mensili e sostituirli con una trama rivoluzionaria, nota come il L'età dell'Apocalisse . È un nome appropriato, dato lo shock che molti fan di X stanno provando sulla scia del grande annuncio.

Ma come sappiamo ora, tutto ha funzionato, per non dire altro. La storia, estesa nel corso di un evento di quattro mesi, ha tracciato come la rimozione del Professor Xavier avrebbe portato a una distopia oscura governata dall'Apocalisse di X-Villain. Roba cupa, ma un colpo di genio col senno di poi. Non che sia stata una grande idea di qualcuno: alla Marvel, ci vuole una squadra per realizzare qualcosa di così grande.



Per guardare indietro all'evento 25 anni dopo, SYFY WIRE ha parlato con molti dei contributori che hanno lavorato alla storia, che è ancora una delle saghe di X-Men più impegnative e durature di tutti i tempi.

All'epoca, quello che era noto come l'X-office presso la sede della casa editrice della Marvel a New York non era estraneo a vasti crossover all'interno dell'universo di titoli di X-Men. Fenice Oscura , Giorni di futuri passati , La saga della covata , Il massacro dei mutanti , Inferno , Attrazione fatale — tutti gli eventi rivoluzionari in X-history. Eppure questo li supererebbe tutti.

Ben Raab (assistente editore, L'età dell'Apocalisse ): Avevamo un brain trust. Bob Harras, Scott Lobdell e Fabian Nicieza erano una sorta di menti centrali dietro questo. Bob essendo l'editor del gruppo all'epoca, penso che questo fosse prima che fosse ufficialmente redattore capo per tutta la Marvel.

Fabian Niceza (sceneggiatore): L'intero progetto, credo, è iniziato con l'editor Bob Harras che faceva la doccia. È stato ad un certo punto all'interno di quel ciclo di schiumatura che ha fatto una domanda.

nelle scarpe del versetto del ragno

Scott Lobdell (sceneggiatore): Ricordo che ero a New York. Stava piovendo. Ho superato un telefono pubblico e ho pensato di controllare i miei messaggi. C'era un messaggio di Bob, che diceva: 'E se Jubilee andasse alla X-mansion e tutti là dichiarassero di essere X-Men, ma lei non ne conoscesse nessuno?' Quindi ho richiamato e ho detto: 'Sarebbe fantastico, ma se fossero davvero gli X-Men? E se si fosse sbagliata? Ed era in realtà in un mondo in cui all'improvviso tutto ciò che sapeva sugli X-Men era sbagliato.'

Nizza: L'ha presentato per primo a Scott, dal momento che erano più simpatici con quel tipo di sviluppo della storia insieme. I due hanno parlato delle possibilità, poi me l'hanno proposto.

Lobdell: Bob e io alla fine ci siamo incontrati di persona. Abbiamo iniziato a parlare di 'Come possiamo creare un mondo in cui gli X-Men non sono realmente gli X-Men?' Alla fine, abbiamo deciso che l'unica cosa che avrebbe davvero cambiato la squadra sarebbe stata la morte del Professor X. Quindi siamo tipo, 'Possiamo tornare indietro nel tempo e uccidere il Professor X?'

Nizza: Ho adorato l'idea e sapevamo che sarebbe diventata ancora più grande dei nostri soliti crossover previsti dal budget editoriale.

Lobdell: In origine doveva essere solo in Uncanny X-Men , come l'originale Giorni di futuri passati storia. Più ne parlavamo, dicevamo: 'Se uccidessimo il Professor X, cambierebbe praticamente tutto ciò che c'è da cambiare sugli X-Men. È troppo folle per il nostro crossover?'

Raab: Bob era un grande Star Trek fan. Penso che la Prossima generazione l'episodio 'L'impresa di ieri' ha avuto un enorme impatto sulla concezione di questa storia. Quell'idea di Tasha Yar che ha una seconda possibilità. Nasce quest'altra nuova realtà, che ha ispirato ciò con cui volevamo fare AoA .

Lobdell: Bob e io ci siamo resi conto che sarebbe stata una Legione (il figlio del Professor Xavier) a uccidere il professore, principalmente a causa della sua capacità di tornare indietro nel tempo. Ebbene, perché Legion dovrebbe voler uccidere il Professore? Non aveva senso per me. Era Mark Waid, credo, che a quel punto si stava dirigendo verso l'ufficio X, che ha suggerito: 'E se non stesse cercando di uccidere suo padre, ma in realtà volesse uccidere Magneto ma il professore è entrato il modo?'

L'elemento del viaggio nel tempo ci riporterebbe a un punto nella prima infanzia di Magneto e Xavier in cui non erano solo alleati, ma anche amici.

Legion Age of Apocalypse – Legion uccide il Professor X

Credito: Marvel Comics

Lobdell: C'erano altri dettagli che dovevano essere risolti. Jubilee non avrebbe funzionato come quel personaggio che avrebbe ricordato il mondo com'era, quindi siamo andati con Bishop (che era intrappolato in passato con una squadra di X-Men che era tornata indietro per fermare Legion. Il loro fallimento nel fermare Legion è risultato in Bishop che è solo e bloccato nella nuova linea temporale). Era tornato da un futuro alternativo nel nostro tempo, quindi sarebbe stato quello che più probabilmente si sarebbe reso conto che c'era qualcosa di completamente sbagliato in questo nuovo mondo. Eppure a tutti quelli intorno a lui si sarebbe imbattuto come un veterano di guerra affetto da PTSD.

Vescovo Age of Apocalypse

Credito: Marvel Comics

Nizza: Non ero molto coinvolto nelle prime fasi, a dire il vero. Quello era il momento in cui scrivevo titoli semestrali e avevo un lavoro editoriale a tempo pieno, quindi non ero nella posizione di sminuirlo. Avevo affrontato un sacco di lavori pesanti sugli Avengers Operazione Tempesta Galattica e Nomad's La mano dell'uomo morto crossover, stava lavorando al Nuovi guerrieri / X-Force crossover, non avevo la larghezza di banda per preoccuparmi troppo di un altro X-crossover.

Lobdell: Ero nell'ufficio di Bob e lo ricordo molto chiaramente. Spesso mi metto nei guai per aver detto quelle che penso siano cose palesemente ridicole che alla fine mi mettono nei guai perché le persone non si rendono conto che quello che sto dicendo è chiaramente la cosa più ridicola a cui riesco a pensare in quel momento. Ma in questo caso, Bob era al telefono e dice: 'Non lo so. Oh, questa è una domanda interessante' — [poi] mette la mano sul ricevitore [e chiede]: 'I ragazzi del marketing si chiedono come faranno a commercializzare questa serie.' E io dico: 'Dì loro che cancelleremo tutto! Cancelliamo tutti gli X-book e ricominciamo da capo con nuovi numeri uno.' E lui va, 'Va bene!' Toglie la mano dal ricevitore e ripete quello che ho detto. Riattacca e dice: 'Sì, hanno detto che lo adorano! Sono tutti eccitati.'

E così è andata. La Marvel ha proceduto al rebrand dei suoi otto titoli mensili ( Uncanny X-Men divenne Stupefacente , Ghiottone divenne Arma X , Cavo divenne X-Man , eccetera.). Sebbene per il mondo in generale, pre-internet, e senza alcuna indicazione che questo fosse solo un evento di quattro mesi, questo sembrava completamente la fine della X-line. I fan non erano entusiasti.

Raab: Quando i libri sono stati cancellati, i fan stavano impazzendo. Questo era il momento in cui la gente chiamava gli uffici della Marvel e ci informava. Non dimenticherò mai che ero al telefono con questo fan che era così incazzato e ho detto: 'Guarda, aspetta e vedrai, provaci'. E dopo che i libri sono finalmente usciti, il ragazzo mi ha richiamato e mi ha detto: 'Sì, hai ragione!'

Lobdell: C'è anche una conversazione che abbiamo avuto su Generazione X , che era appena iniziato e sarebbe stato solo fino al numero 5 ad entrare L'età dell'Apocalisse . Ci siamo resi conto che se non facciamo niente con Generazione X , ignora AoA e ha continuato così, quindi corriamo il rischio di dire che questo libro non è una parte importante dell'Universo X.

Nizza: Le formazioni sono state praticamente consegnate a tutti noi. Questi sono i libri alterati e i personaggi in essi contenuti. Onestamente non ricordo di aver giocato per personaggi o qualcosa del genere. Anche se mi piaceva l'idea di AoA , il mio livello di entusiasmo per gli X-book a quel punto era in serio declino, quindi ho deciso di andare avanti per il giro.

Raab: Al pranzo iniziale, in cui abbiamo avuto quasi tutti coloro che avrebbero lavorato su questo, abbiamo cercato di eliminare le domande principali. Allora come saranno i diversi libri? cosa c'è? Uncanny X-Men sembrerà quando si trasformerà in Sorprendenti X-Men ? Cosa c'è senza aggettivi? X-Men [sarà] quando diventerà Incredibili X-Men ? Come fa Ghiottone diventare Arma X ? eccetera.

Lobdell: Ad un certo punto del pranzo, ci siamo seduti intorno e abbiamo iniziato a chiedere se potevi iniziare le cose dalla zuppa alle noccioline: chi avrebbe avuto quale personaggio, quale personaggio andrebbe a quale libro?

Raab: I roster creativi sono stati decisi in anticipo. Come scriverebbe Scott Stupefacente e Fabian facendo Sorprendente , ecc. Ma c'era un margine di manovra nel contesto della storia più ampia per raccontare qualunque versione della storia volessero raccontare. X-Men: Alpha e X-Men: Omega avrebbero posto fine all'intero crossover, ma ogni storia potrebbe essere il suo viaggio per quei singoli personaggi in quei singoli raggruppamenti lungo la strada.

Lobdell: Sai, a quei tempi, leggevi un crossover e dovevi leggerne tutte le 23 parti per avere un senso. Ero irremovibile e Bob mi ha sostenuto dicendo: 'Non facciamo in questo modo. Questi personaggi devono essere qui entro la fine del tuo quarto numero per entrare in X-Men: Omega . Il modo in cui li ottieni è completamente nelle tue mani.' Ci è voluto un po' da parte dei nostri colleghi creatori per farlo. All'inizio dicevano: 'Beh, ci stai semplicemente lasciando qui fuori'. E io dico: 'Potremmo dirti dove andare, ma penso che ti stiamo dando la libertà. Vai a divertirti.'

la cosa (film 2011)

Nizza: Sono sicuro che sia quello che Bob ha detto in teoria, ma non lo era nemmeno lontanamente nell'applicazione pratica. Poiché Scott e Bob non avevano una vera idea di come sarebbe andata a finire questa storia, molti dei titoli hanno dovuto fare un'enorme quantità di giocolieri al volo per applicare nuove idee o correzioni, tutto per stabilire un finale che non abbiamo non l'ho ancora fatto.

Lobdell: Sono migliorato nel corso degli anni per quanto riguarda la trama di una storia sei mesi prima. Ma allora lo facevo infuriare Fabiano. Fabian di solito ha in programma 25 numeri per qualsiasi libro su cui sta lavorando. Ero come se qualcuno mi dicesse: 'Ehi, questo è un grande cliffhanger', io direi: 'Sì, non vedo l'ora di capire cosa succede dopo'. Essendo razionale, se potessi sorprendere me stesso, potrei sorprendere il lettore. Per me, se pianificassi troppo in anticipo, sarebbe come masticare il cibo due volte.

Raab: Anche Howard Mackie alla fine è stato coinvolto, poiché lui e Bob erano molto amici.

L'età dell'Apocalisse scelta

Credito: Marvel Comics

Mackie, un veterano editoriale Marvel di sette anni che aveva lasciato la sua posizione di staff per scrivere a tempo pieno, all'epoca stava riscuotendo un grande successo scrivendo molti titoli Marvel, primo fra tutti il ​​rilancio di grande successo del Cavaliere fantasma franchising.

Howard Mackie (sceneggiatore, Cavaliere fantasma e Cronache di X-Men ): Ero negli uffici della Marvel, come spesso accadeva allora. Ho finito per arrivare il giorno in cui i dati di vendita per Cavaliere fantasma , Ghiottone , e Punitore: Cuori di tenebra venne fuori. Anche se non ricordo i numeri, so che erano molto buoni. Sono entrato nel bullpen e dall'altra parte c'era il mio amico Bob Harras, che urla dall'altra parte della stanza: 'Howard, cammina con me!' Ha detto: 'Hai mai voluto fare qualcosa per l'X-office?' Ho detto, 'Non proprio!' Ma quella conversazione è diventata un Gambetto miniserie. E all'improvviso ero nell'Universo X.

Dal punto di vista logistico, non sarebbe stata un'impresa da poco coinvolgere otto diversi team creativi per inventare nuove storie da far volare sotto il AoA bandiera.

Mackie: Quindi Bob, per qualsiasi ragione, mi ha trascinato in uno dei summit degli X-Men che stava tenendo, cosa che faceva periodicamente per scrittori e artisti. Ha detto: 'Beh, perché non vieni?' Al che ho detto: 'Bob, in realtà non lavoro più nell'editoria'. Al che Bob dice: 'Sì. Ma sei bravo in queste cose. Allora perché non entri e basta?'

Questo era quando Scott stava iniziando a diventare più di una forza nell'X-office, ma Chris Claremont era ancora lì. Alla fine ho cercato di fare da ponte tra loro. È a questo incontro che hanno iniziato a stabilire i concetti per AoA . Ho pensato che fosse intrigante. Ho finito per fare un sacco di cose che altre persone a quell'incontro si sentivano a disagio o non potevano fare. A quel punto ero un allevatore di gatti. Sono stato portato dentro per cercare di fare il simpatico tra alcune forze opposte che esistevano nella stanza in quel momento. Avevo la reputazione di essere un bravo ragazzo e di essere una persona che sapeva come far lavorare bene le persone tra loro. Tieni presente che a questo punto non avevo alcun incarico di scrittura per il progetto, ed ero uno scrittore a tempo pieno con libri completamente estranei a questo. Ma dal punto di vista editoriale, sono stato coinvolto esclusivamente per la mia capacità di farlo.

Raab: Un'altra domanda era: quali nuovi personaggi verranno introdotti?

Lobdell: Ci siamo seduti intorno e abbiamo iniziato a parlare se si potesse iniziare le cose dalla zuppa alle noci chi avrebbe ottenuto quali personaggi e quale personaggio andrebbe in quali libri. Se ricordi Fabian, che era una puttana, e lo dico con nient'altro che affetto, era tipo, 'Voglio Magneto, Storm, Quicksilver, Wolverine e Gambit.' All'epoca stava chiaramente caricando il suo libro con i personaggi popolari. E ho ribattuto con 'Voglio Changeling, sai, il ragazzo con cui il Professor X ha cambiato posto? Ma cosa succede se qui dentro, si chiama Morph come il personaggio dello show televisivo, e sembra una gomma da matita numero due finché non sceglie una forma?' Ho continuato a chiedere Sunfire, con la sua pelle bruciata, e Sabertooth con Wildchild su una catena. Per tutto il tempo Joe Madureira, Dio lo benedica, è seduto di fronte a me come, 'Cosa stai facendo?'

Incredibile X-Men Age of Apocalypse

Credito: Marvel Comics

Raab: Joe avrebbe consegnato progetti per personaggi come Sunfire o Blink. Vedremmo queste riprogettazioni e penseremmo: 'Sono fantastici!'

Ken Lashley (artista, Excalibur / X-Caliber ): Penso di aver fatto solo una manciata di numeri, e penso di aver iniziato con il numero 70. Fino a quel momento avevo scritto numeri a una cifra. Ricordo che a quei tempi, qualsiasi cosa sotto le 100.000 copie erano cancellazioni. [ Nota: rispetto ad oggi, quando 100,00 copie rappresentano una Top 10 dei libri più venduti. ] Penso X-Caliber all'epoca erano gli anni '90, tipo 95.000. Quindi hanno assunto me, questo ragazzo canadese, e il libro ha fatto un salto in avanti. È stato il mio primo lavoro nel settore, e dopo un anno lo sto facendo AoA . Quindi, guardando indietro, sono stato molto fortunato ad essere su un libro di quelle dimensioni, senza rendermi conto in cosa mi stavo cacciando.

X-Calibre copertina Age of Apocalypse

Credito: Marvel Comics

Tony Daniele ( X-Force / Gambit e gli esterni ): Sono stato con la Marvel per circa due anni dove ho lavorato X-Force . Ricordo di aver pensato che fosse una mossa radicale, ma su cui sarebbe stato divertente lavorare. Ricordo di aver pensato che questo fosse un grande evento. Ero felice di averne fatto parte.

Steve Skorce (Artista, X-Man ): Jeph Loeb e io siamo stati accoppiati dall'editoriale. Avevano incaricato tutti gli X-writer di reimmaginare i personaggi dei loro rispettivi libri in un mondo in cui il Professor X non è mai vissuto per creare gli X-Men, una distopia in cui l'umanità veniva sistematicamente eliminata e c'erano pochissimi posti sicuri per loro. nel mondo. Jeph ha immaginato una versione di Cable che eliminasse tutti i suoi tropi; è diventato un ragazzo senza passato alla ricerca di uno scopo invece di un uomo di mezza età con una missione, e il cui potere è stato liberato dal virus tecnoorganico. Invece, era minacciato dal suo stesso potenziale distruttivo e dalla manipolazione di nemici segreti e dallo stesso Apocalisse. Ero al settimo cielo, pensavo fosse la cosa più bella che avessi mai sentito e mi sentivo così fortunato a lavorarci.

Lashley: Di nuovo, ero nel business solo da cinque minuti. Quindi, dal punto di vista del design dei personaggi, penso che Joe Madureira abbia fatto la riprogettazione di Nightcrawler. Ho fatto il Juggernaut e alcuni altri personaggi che erano nel mio libro.

Daniele: Ho ridisegnato tutti i personaggi che erano in Gambit e gli X-ternals . È stato divertente dare il mio tocco personale ai miei personaggi preferiti. Ricordo quanto mi divertivo a disegnare Jubilee e Gambit. Erano i miei preferiti. E anche Strong Guy è stato divertente, perché mi piace disegnare personaggi enormi.

X-Man Age of Apocalypse

Credito: Marvel Comics

Skroce: Ho fatto molte versioni e revisioni, ma generalmente è così che funziona. Mi sono ispirato alle stillsuit di David Lynch Duna , non sono sicuro che sia facilmente riconoscibile ma è lì dentro. È stato davvero stimolante vedere anche i concetti di tutti gli altri. Sono stati giorni entusiasmanti!

Lashley: Ricordo che vendette una quantità pazzesca di numeri. Se non ricordo male, il mio primo AoA il numero ha venduto qualcosa come 400.000 copie, il che è folle. Considerando anche tutti i X-Men libri durante l'evento, il mio è stato il libro meno venduto di tutti. So che sembra folle, ma ho ricevuto un assegno in percentuale da quel numero e ho comprato una casa con esso, che è la casa in cui vivo ancora oggi.

Skroce: A quei tempi lavoravo da solo dal mio appartamento a Vancouver — questo era prima di Internet e le mie interazioni con la Marvel erano tutte per telefono, quindi le mie esperienze dietro le quinte erano principalmente io da solo, disegnando, ma ricordo il divertimento e l'entusiasmo Avevo in quei giorni. Ho lavorato così tante lunghe ore ma non me ne sono mai pentito, e ancora non lo faccio.

Lashley: AoA sarebbe probabilmente la cosa per cui sono più conosciuto, ed è pazzesco che sia qualcosa che ho fatto 25 anni fa. Le persone continuano a venire al mio tavolo quando vado a fare uno spettacolo, e sono tipo, 'Ehi, puoi farmi un disegno di Nightcrawler o Mystique da AoA ?' Guardo quelle pagine e una parte di me è un po' imbarazzata perché mi dico: 'Oh cavolo, sono così verde, non sapevo cosa stavo facendo'. Un'altra parte di me è così orgogliosa perché hai la possibilità di farne parte, anche se una parte molto piccola, di una delle trame più belle della storia dei fumetti.

Skroce: Sapevo che il libro sarebbe andato bene solo perché faceva parte di questo grande evento, ma molte persone hanno apprezzato Nate Grey. Ogni volta che sono a una truffa, incontro sempre persone che hanno amato quel personaggio e l'era degli X-Men. Ha molto del classico DNA Marvel in lui: giovane, sopravvissuto a un trauma e un orfano che è stato dotato di un grande potere e deve scegliere come esercitarlo.

Lobello: Siamo rimasti sorpresi dalle vendite di X-Man . C'è stata qualche discussione perché è stato un tale successo ed eravamo avanti di tre mesi e alla fine abbiamo detto: 'Possiamo estenderlo oltre AoA ?'

Skroce: Abbiamo scoperto verso la fine del terzo numero che X-Man è diventata una serie in corso, ma sono sicuro che il grande successo di AoA aveva qualcosa a che fare con esso. La gente voleva di più! Penso che sia ancora il fumetto di cui ho fatto il maggior numero di numeri consecutivi. Le ore che ho messo allora!

Il post-script per AoA ha visto la nascita di nuovi personaggi oltre a Nate Grey, molti dei quali appaiono ancora nell'attuale linea di X-books fino ad oggi. All'epoca fu un successo assoluto per la Marvel, sebbene guardato indietro con più affetto da alcuni che da altri.

X-Men Omega

Credito: Marvel Comics

data di uscita di mortal kombat 1

Nizza: Il mio rapporto all'interno della dinamica di gruppo - da un punto di vista lavorativo, non sociale - era diventato molto teso, quindi l'intero processo era antitetico a come mi piace scrivere. La maggior parte dei fan ricorda AoA come un progetto tremendamente interessante che ha capovolto l'editoria mainstream di supereroi per diversi mesi, mentre lo ricordo come un progetto tremendamente interessante che ha capovolto l'editoria mainstream di supereroi per diversi mesi e che è stata un'esperienza di lavoro incredibilmente insoddisfacente.

Raab: È stata una decisione di provare a fare qualcosa di diverso. Gli anni '90 sono quelli che sono stati gli anni '90, con l'ascesa di Wildstorm, Image e Todd McFarlane, c'era sempre questo senso di 'Dobbiamo inventare qualcosa di interessante', sai? Hai avuto la caduta e l'ascesa e tutte queste diverse fazioni che stanno in qualche modo distogliendo l'attenzione dai due grandi, si potrebbe dire. Cosa potremmo fare per scuotere le cose e far emozionare tutti? Diventò L'età dell'Apocalisse .



^