Dune Di Platino

A Nightmare on Elm Street e la deludente mediocrità dei remake horror

>

C'è un momento famoso in Wes Craven's Un incubo in Elm Street dove Nancy, interpretata da Heather Langenkamp, ​​quasi si addormenta nella vasca da bagno dopo aver cercato inutilmente di rimanere sveglia dopo la scoperta che una figura vendicativa di nome Freddy sta uccidendo le persone nei loro sogni. Mentre sonnecchia nella vasca, l'iconico guanto con lama fissa di Freddy Krueger raggiunge lei dall'acqua tra le sue gambe. È un'immagine terrificante che aleggia ancora nell'immaginazione dopo tutti questi decenni, un momento di snervante intimità tra una giovane donna e un predatore che è allo stesso tempo onirico e fin troppo reale. Nel remake, il momento viene ricreato – se non battito per battito, quindi dannatamente vicino ad esso – e semplicemente non funziona. È una copia carbone, ma non del tutto. Col senno di poi, è la perfetta esemplificazione della moda dei remake di Platinum Dunes.

Nel 2010, il remake di Un incubo in Elm Street ha debuttato con ottimi numeri al botteghino ma recensioni schiaccianti. Il film è stato il sesto remake di un classico titolo horror della società di produzione Platinum Dunes, co-fondata da un certo Michael Bay. Mentre questi remake in genere facevano soldi, tutti erano odiati dalla critica. Nessuno di questi titoli — che include remake di Il massacro della motosega in Texas, The Amityville Horror , e venerdì 13 — ha un punteggio Rotten Tomatoes superiore al 37%. Un incubo in Elm Street non è stato il peggior recensito di questo gruppo, ma è arrivato abbastanza vicino a rivendicare quel titolo e ha segnato la fine della mediocre frenesia di remake dell'azienda. Al giorno d'oggi, sono meglio conosciuti per La purga franchising e Un posto tranquillo. Allora di cosa si trattava? Un incubo in Elm Street che ha portato al declino di questo trend di remake?

Le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono dell'autore e non riflettono necessariamente quelle di SYFY WIRE, SYFY o NBC Universal.





^