Esclusivo

'Night Gallery: The Art of Darkness' offre una proiezione privata della serie post-Twilight Zone di Rod Serling

>

Salve...siamo i vostri piccoli curatori e vorremmo darvi il benvenuto al Galleria Notturna .

Se quel titolo non suona un campanello, forse lo farà il nome Rod Serling. La prima cosa che probabilmente mi viene in mente è Ai confini della realtà , ma quella serie di successo non è stata l'unica incursione del nativo di Siracusa nel mondo delle antologie televisive con un tocco di genere. Tra il 1969 e il 1973, la NBC diresse tre stagioni di Galleria Notturna , un altro spettacolo definito da una raccolta di storie sconnesse ambientate nei regni del fantasy, dell'horror e della fantascienza. Ospitato anche da Serling - e dalla sua voce immediatamente riconoscibile - questo programma utilizzava una galleria d'arte inquietante e scarsamente illuminata come dispositivo di inquadratura generale. Ogni episodio è stato suddiviso in due o tre segmenti e ogni racconto dell'altro mondo è stato preceduto da un dipinto originale (e spesso inquietante).

Per tutto questo tempo dopo, un libro - Galleria notturna: l'arte delle tenebre — esaminerà ogni singola opera d'arte realizzata per la mostra. Lavorando instancabilmente con l'editore di Creature Features Taylor White, gli autori Scott Skelton e Jim Benson hanno rintracciato il maggior numero possibile dei 101 dipinti originali e, quando non è stato possibile localizzare gli originali, Universal (proprietario della proprietà intellettuale) ha dato una mano.



'Parte del motivo per cui questo libro è affascinato e ha impiegato così tanto tempo è perché la tecnologia ha dovuto adeguarsi a ciò che stavamo facendo', dice White a SYFY WIRE. 'Se avessimo fatto questo libro cinque, dieci o quindici anni fa, avremmo usato queste terribili immagini granulose prese dal monitor di un computer o da una TV o altro. Non sarebbe stato quello che è. La Universal è stata così gentile da permetterci di entrare nelle loro stampe master da 35 mm e fare scansioni gigantesche del frame grab, che erano stupende.'

In un caso, un ritratto incredibilmente raro di Joan Crawford utilizzato nell'episodio pilota è stato scoperto all'ultimo minuto in un magazzino dell'Oregon. 'Abbiamo ricevuto un'e-mail casuale da una famiglia', rivela White. Il loro padre era un dirigente televisivo a Hollywood negli anni '60 e '70 e nessuno di noi lo sa davvero perché ha viaggiato da una fattoria all'altra per 50 anni. Non ne abbiamo mai avuto la minima idea e poi in una e-mail, tutto è cambiato … avevano un fotografo che ha scattato bellissime foto ed è nel libro. È uno dei santi graal.'

Una volta che lo spettacolo è stato cancellato, la Universal ha collocato l'opera d'arte in un magazzino di oggetti di scena per diversi decenni. Anni dopo, il magazzino veniva trasformato nel E.T. giro agli Universal Studios e la compagnia ha chiesto ai dipendenti di comprare i vecchi oggetti di scena per fare spazio. Altrove, i dipinti sono passati di mano all'asta o sono stati semplicemente rubati. Il punto è: questi pezzi erano sparsi ovunque, ma Skelton offre una parola di ringraziamento a coloro che hanno deciso di utilizzare lo sconto a cinque dita.

'Devo ringraziare queste persone, se hanno rubato dei dipinti perché non sarebbero sopravvissuti alla Universal - non voglio chiamarla negligenza - semplicemente non sapevano cosa avevano', dice, aggiungendo che i cimeli di Hollywood lo hanno fatto. t diventare davvero un business redditizio fino agli anni '90. «Quello su cui erano seduti era una miniera d'oro nei loro magazzini di oggetti di scena. Queste persone che sono riuscite a portarli in un luogo sicuro probabilmente hanno fatto molto bene».

Skelton e Benson erano adatti per questo libro, in sviluppo da quasi 30 anni. Alla fine degli anni '90, il duo ha scritto La galleria notturna di Rod Serling: un tour serale , una guida dello spettatore allo spettacolo che è alla pari con quella di Marc Scott Zicree Compagno Ai confini della realtà .

Copertina di Night Gallery The Art of Darkness

Credito: caratteristiche della creatura

Creature Features è stato così gentile da fornire a SYFY WIRE tre pagine interne esclusive di Galleria notturna: l'arte delle tenebre (in vendita all'inizio di dicembre), inclusa una prefazione della figlia di Rod, Anne Serling ( Come lo conoscevo: mio padre, Rod Serling: Serling ), e un'introduzione del regista premio Oscar Guillermo del Toro ( Forma dell'acqua ). La nostra prima offerta dello strano e dell'orribile viene da Galleria Notturna 's pilot, andato in onda 51 anni fa questo mese.

Di seguito, l'inquietante tableau (raffigurante un'anima torturata vestita con gli stracci a brandelli di un'uniforme a strisce del campo di concentramento e crocifissa su una croce) è stato creato per 'The Escape Route', la storia di un criminale di guerra nazista nascosto in Sud America. Braccato da agenti del Mossad israeliano, il fuggitivo impenitente (interpretato da Richard Kiley) cerca di fuggire nel dipinto sereno di un pescatore solitario. Finisce per realizzare il suo desiderio, ma non nel modo in cui si aspettava. Dopotutto, doveva esserci una specie di colpo di scena che finiva con Rod Serling al timone.

Il dipinto per questo segmento (ora di proprietà di del Toro) è stato uno dei pochi pezzi non creati dall'artista/regista Tom Wright. In realtà è stato realizzato dall'artista dello staff della Universal Jaroslav Gebr, un immigrato europeo che ha avuto un'esperienza diretta con gli orrori della crudeltà nazista durante la seconda guerra mondiale. Sebbene Gebr e la sua famiglia non fossero ebrei, furono perseguitati perché intellettuali. Suo fratello maggiore, un poeta, fu essenzialmente lavorato fino alla morte in una fabbrica di munizioni e, dopo la guerra, Jaroslav visitò Dachau e gli ospedali dove si stavano riprendendo i sopravvissuti all'Olocausto.

'Si ricordava di quei volti', dice Skelton. 'E quando l'ha dipinto, quando Rod gli ha dato l'opportunità di dipingerlo, è stato uno sforzo enorme per lui e ci ha messo il corpo, l'anima, il sangue e le lacrime. È davvero un orribile esame della sofferenza... è stata un'enorme influenza e credo che Jaroslav e il suo giovane figlio, Tom, siano d'accordo sul fatto che si sia sempre sentito grato a Rod Serling per avergli dato l'opportunità... È viscerale. È un bel colpo».

'Trovo che sia il più inquietante in assoluto e un po' inquietante a modo suo e funziona su così tanti livelli diversi per tutti i modi in cui Scott ha appena spiegato', aggiunge White. 'Ma è uno che porta il dipinto a un livello che ti colpisce in un luogo inquietante'.

La galleria notturna della via di fuga

Credito: Caratteristiche della creatura/Universale Galleria Notturna è un marchio e copyright di Universal Studios. Tutti i diritti riservati

La galleria notturna della via di fuga

Galleria Notturna è un marchio e copyright di Universal Studios. Tutti i diritti riservati

L'idea di un criminale nazista che affronta una punizione soprannaturale per i suoi crimini efferati era familiare a Serling, che ha presentato una storia simile nella terza stagione di Ai confini della realtà con 'Deaths-Head Revisited.' Come persona di origine ebraica, Serling non ha avuto paura di esplorare il proprio background nelle sceneggiature che ha scritto. L'ebraismo è un argomento che avrebbe poi rivisitato nella seconda stagione di Galleria Notturna con 'The Messiah on Mott Street', una profonda riflessione sulla cultura, la storia e la fede ebraiche che non risulterebbe fuori luogo in un progetto dei fratelli Coen.

'Era estremamente orgoglioso della sua eredità. So che si è arruolato in guerra, credo il giorno dopo essersi laureato, e voleva davvero andare in Germania perché voleva combattere i nazisti. Ma, naturalmente, è stato mandato nel Pacifico», dice Anne Serling. 'Come hai detto, riguardo a 'Death's-Head Revisited' e questo Galleria Notturna sceneggiatura, queste sono cose di cui mio padre era appassionato, sentiva il bisogno di essere raccontate più e più volte e ricordate. Hanno ancora bisogno di essere ricordati e di cui parlare.'

Riguardo al dipinto di Gebr, lo descrive come 'agghiacciante'.

La sera in cui il pilot è andato in onda per la prima volta, Anne stava facendo da babysitter e ha deciso di fare uno pseudo scherzo per assicurarsi che suo padre avesse un altro pezzo di televisione di qualità tra le mani.

'Sapevo che mio padre era molto preoccupato, quando Galleria Notturna stava per andare in onda, che sarebbe stato visto o paragonato a The zona crepuscolare ', ricorda. 'Facevo da babysitter la sera in cui è andato in onda e quando i bambini sono andati a letto, ho chiamato un numero a caso e ho fatto finta di essere qualcuno della Nielsen Ratings e [ha chiesto] hanno visto lo spettacolo? Solo qualcosa di stupido che ho fatto, ma ero molto protettivo nei confronti di mio padre e volevo che andasse bene e chiunque abbia risposto ha detto 'Sì', l'ha fatto, e ho subito riattaccato perché sapevo che non avrei dovuto farlo. '

La nostra prossima offerta della galleria viene dal segmento della stagione 1 'Make Me Laugh', la storia di un comico in difficoltà (Godfrey Cambridge), che ottiene più di quanto si aspettasse dopo che uno swami (Jackie Vernon) trasforma tutto ciò che dice, non importa quanto banale , in una battuta esilarante. Questo segmento era uno dei due Galleria Notturna sceneggiature dirette da un pre- mascelle Steven Spielberg (ha anche diretto la suddetta storia con Joan Crawford che per primo ha introdotto lo spettacolo al mondo).

Wright, che spesso si destreggiava da tre a cinque dipinti in un dato momento durante la produzione frenetica dello spettacolo, descrive in dettaglio la 'tecnica unica' che ha utilizzato per incapsulare i temi centrali dell'episodio nel suo dipinto introduttivo:

'La maggior parte dei dipinti sono stati realizzati su masonite con acrilico perché ha resistito a tutta l'azione: i battiti, le camminate. Ma il clown è stato fatto arricciando la carta da lucido gialla che i disegnatori usano per fare i loro disegni. L'ho stropicciato, incollato tutto alla lavagna, e il dipinto è stato fatto su questa vera carta spiegazzata solo perché aveva bisogno di un aspetto diverso e, naturalmente, il pagliaccio aveva un aspetto diverso. Aveva una storia interessante e a molte persone piaceva molto il dipinto. C'era un modo completamente interessante per arrivarci.'

Fammi ridere notte Gallery

Credito: Caratteristiche della creatura/Universale Galleria Notturna è un marchio e copyright di Universal Studios. Tutti i diritti riservati

Fammi ridere notte Gallery

Galleria Notturna è un marchio e copyright di Universal Studios. Tutti i diritti riservati

'Avrei messo [i dipinti] in fila nel mio studio e una volta che ho avuto l'idea, avrei iniziato a lavorarci su', continua Wright, che ha usato le sue figlie e l'allora moglie come modelli dei personaggi. “Avevamo degli orari, quindi stavo seguendo gli orari, ovviamente. Continuavo a colpirli e poi questo si avvicinava, dovevano averlo, quindi tiravo fuori i ragazzi di scena, mi facevano le cornici, dipingevano le cornici per me, prendevo tutto pronto ad andare. Chiamerei [e direi] 'La pittura è pronta' e boom! Salivano, lo prendevano, mettevano tutto insieme e la prossima volta che li vedevo, eravamo sul palco a fare l'allestimento nella galleria.'

Quando la rete ha visto il filmato che Spielberg aveva girato per 'Make Me Laugh', l'hanno assolutamente odiato. 'In effetti, c'era un dirigente della NBC che ha detto: 'Non voglio vedere questo ragazzo avere un altro spettacolo mai più', il che avrebbe potuto terminare la sua carriera proprio lì. Fortunatamente, [il produttore esecutivo] Jack Laird gli ha detto di riempirlo', dice Skelton. Tuttavia, Jeannot Szwarc (un altro regista emergente che ha diretto circa due dozzine Galleria Notturna segmenti) è stato portato a fare alcune riprese.

'Quello che stai vedendo è essenzialmente un amalgama di ciò che Spielberg ha girato e ciò che qualcun altro ha cercato di aggiustare, ma anche Jeannot ha detto: 'Non riuscivo a vedere cosa aveva fatto di sbagliato. In sostanza, ho girato tutto come ha fatto lui'', continua Skelton. 'Non è mai stato di gradimento per la NBC; non è all'altezza perché francamente, la scrittura di Rod è incontaminata e se fosse stata lanciata in modo leggermente diverso, sarebbe stato un pezzo più forte. Ma visivamente, non ho lamentele. La cosa è sensibile a ciò che Rod sta scrivendo, è ricca di buone immagini ed è una grande televisione fino a un certo punto.'

Il nostro ultimo articolo di questa sera si chiama 'The Caterpillar', un dipinto creato per quello che potrebbe essere il più famigerato Galleria Notturna segmento mai prodotto. Scritto da Serling e diretto da Szwarc, questo filato scomodo ha a che fare con un intrigante espatriato britannico (Laurence Harvey) nelle giungle del Borneo, che ha un incontro piuttosto spiacevole con un tipo di insetto che si insinua nel cervello umano.

L'opera d'arte per 'The Caterpillar' è tra le preferite di Wright e attualmente è appesa a casa sua. Invece di concentrarsi sulla bestia titolare, ha deciso di catturare l'ambientazione della giungla, così come la brama dell'ex-pat per una giovane donna (Joanna Pettet), che intende corteggiare dopo aver ucciso suo marito (Tom Helmore) con un strategicamente- forbicina posizionata. Naturalmente, le cose non vanno come previsto e le carte in tavola si capovolgono sul personaggio principale in un modo raccapricciante karmico.

'L'ho trovato uno dei copioni più interessanti e mi è piaciuto l'intero luogo, l'intero genere, tutto funzionava bene per me', ricorda l'artista. 'Noterai il nativo nel dipinto e poi il viso della ragazza: era la protagonista, davvero oltre al gentiluomo in questo spettacolo. Alla fine mi è venuta l'idea di metterli insieme in un modo strano ed è venuta fuori, ho pensato, molto bene ed è diventato uno dei miei dipinti preferiti tra gli altri cento o qualunque cosa io abbia fatto ... È l'atmosfera del dipinto e la composizione. La gente l'ha guardato e ha detto 'Dio, questo mi spaventa davvero'. Questa è la prima cosa che molti fan mi dicono: 'Il mio dipinto preferito è questo e mi ha spaventato a morte' perché avevano sei anni l'hanno visto e hanno detto che non potevano andare a dormire. Questi erano i dipinti, nemmeno lo spettacolo!'

The Caterpillar Page Night Gallery

Credito: Caratteristiche della creatura/Universale Galleria Notturna è un marchio e copyright di Universal Studios. Tutti i diritti riservati

La galleria notturna del bruco

Credito: Caratteristiche della creatura/Universale Galleria Notturna è un marchio e copyright di Universal Studios. Tutti i diritti riservati

'Ha una sorta di pop art e un'atmosfera primitiva allo stesso tempo. Ho pensato che avesse catturato perfettamente il concetto alla base della storia. Sembra una sorta di maschera primordiale o qualcosa del genere', aggiunge Skelton. 'Il dipinto è uno dei suoi migliori concettuali, ho sempre pensato. Semplice perché [essendo] l'insetto che mangia via [qualcosa], che sarebbe stata una scelta ovvia. Non ha scelto quello; scelse il volto della donna che lo divorava. Ho pensato che fosse un concetto brillante e ha davvero catturato quell'episodio davvero bene.'

'Una grande cosa fare i dipinti - hai avuto così tanti da fare, che cosa puoi fare sarà diverso, perché volevamo che ognuno di loro sembrasse un artista diverso li avesse fatti. La tecnica cambiava un po' su ogni quadro, lo stile, i colori, tutto. È stata davvero una sfida', rivela Wright, che ha iniziato la sua carriera come concept artist per i film di Hitchcock e Coppola prima di saltare sulla sedia del regista per una serie di programmi TV come Castello e Soprannaturale .

Tornando all'argomento in questione, la svolta scioccante in 'The Caterpillar' è tra i migliori Serling mai messi sullo schermo. Basato sul racconto 'Boomerang' di Oscar Cook, è sicuramente degno di stare accanto agli episodi più iconici di Ai confini della realtà .

'Dall'intera serie, se chiedi a qualcuno, è l'unico finale che praticamente tutti ricordano di 50 anni fa', dice White. 'Se ne è parlato, penso che Stephen King l'abbia scritto, Guillermo del Toro ne parla. È davvero solo questa svolta impensabile che si è letteralmente scavata la strada nella nostra psiche e non se n'è mai andata. Anche cinque decenni fa, è la cosa più spregevole e grottesca a cui pensare.'

Nel dicembre 2018 è stato annunciato che un revival della serie era in sviluppo da Jeff Davis ( Teen Wolf ) e David Janollari ( Mezzanotte, Texas ). Da allora non ci sono stati aggiornamenti, il che porta White a credere che il progetto non stia più andando avanti.

'Penso che al momento sia morto nell'acqua, ma è un'idea che penso che sia arrivato di nuovo il momento', dice. 'Le antologie stanno ribollendo a frotte con' Spettacolo inquientante e [il nuovo zona crepuscolare ]. Sono su ogni canale ora, quindi ha senso che a Galleria Notturna il riavvio troverebbe la via del ritorno. Vedremo. Intendo parlare di un sogno che diventa realtà per avere Tom che fa nuovi dipinti per un reinventato Galleria Notturna . Sarebbe sorprendente.'

re scorpione: libro delle anime
Galleria Notturna

Galleria Notturna è un marchio e copyright di Universal Studios. Tutti i diritti riservati

'Posso dirti inequivocabilmente che mio padre sarebbe sbalordito dal fatto che siamo tutti coinvolti in questa conversazione', continua Anne. '[Lui] sarebbe così sorpreso perché una volta è stato citato in un'intervista che non pensava che sarebbe stato ricordato. Che la sua scrittura non avrebbe resistito alla prova del tempo. Ovviamente, [è stato ricordato] e questo perché ha affrontato problemi umani di cui ci occupiamo ancora tristemente adesso: razzismo, ecc.'

Conclude: 'È fantastico per me e sento persone che mi scrivono e mi dicono quale influenza ha avuto mio padre su di loro a livello professionale. Sono diventati scrittori, dicono, a causa di mio padre o perché quando erano bambini guardavano lo spettacolo e molti hanno avuto un'infanzia tumultuosa e pensavano a mio padre come a loro padre. È così toccante, commovente e sorprendente ascoltare queste storie dopo tutto questo tempo. Ovviamente, sento questa tremenda perdita personale, ma sentire altre persone che esprimono la loro perdita, è solo - cosa posso dire? - è fantastico.'

Galleria notturna: l'arte delle tenebre inizia la spedizione martedì 1 dicembre. Puoi preordinare una copia giusto qui e scegli tra due diverse edizioni: la copertina rigida ($ 95) e la copertina morbida ($ 75).



^