Netflix

Black Mirror: Bandersnatch di Netflix è davvero una nuova Alice nel Paese delle Meraviglie

>

Se ti ritrovi perso in Bandersnatch è il labirinto digitale di pixel e paranoia, prenditi cura di non essere il primo: questo è davvero il paese delle meraviglie di Alice.

L'ultimo episodio di Netflix di Specchio nero è una saga di avventura in cui tu, spettatore, puoi controllare le decisioni prese da un programmatore di videogiochi di nome Stefan. Invariabilmente, metterà in discussione la realtà fino al punto di un crollo che Lewis Carrol potrebbe aver scritto e, a seconda della tua forza d'animo e del tuo livello di pazienza, potrebbe trascinarti nella tana del coniglio con lui. C'è così tanto da considerare; la sola scelta dei cereali che Stefan mangia a colazione può avere o meno un impatto sul fatto che quel giorno si ammazzi.

Bandersnatch prende il nome da una spaventosa creatura che alza la sua brutta testa in una poesia chiamata 'Jabberwocky', che Alice trova casualmente - scritta al contrario - in un libro nel seguito di Le avventure di alice nel paese delle meraviglie , che era intitolato Attraverso lo specchio e cosa vi trovò Alice . Tutto quello che sappiamo su questo predatore del Paese delle Meraviglie è che deve essere evitato.



Mentre la creatura è stata lasciata all'immaginazione ed è stata oggetto di molto fascino, ispirazione almeno due gruppi rock omonimi e persino un videogioco inedito degli anni '80 , la sua furia dilania Bandersnatch . L'assurdo di Wonderland si riflette attraverso uno specchio che mostra il graduale crollo di Stefan mentre la sua ossessione per la creazione di un videogioco lo divora vivo.



^