Cane Cattivo

Neil Druckmann scherza sul fatto che 'potrebbe' esserci un Last of Us Part III, ma non trattenere il respiro

>

I fan stanno ancora giocando, smanettando e discutendo su Naughty Dog's The Last of Us Parte III – ma l'architetto della serie Neil Druckmann sta già diventando creativo su ciò che potrebbe venire dopo. Quindi significa che vedremo un Parte III ?

morticia addams l'hai fatto prima gif

Forse.

In un'intervista con GQ , Druckmann ha preso in giro che una volta che ha iniziato a concludere il lavoro su Seconda parte , la sua mente inizia a spostarsi verso la cosa successiva. Dopo averci pensato un po', ha ammesso che la prossima cosa potrebbe essere un Parte III , o la prossima cosa potrebbe essere un nuovo IP. Quindi sì, sta pensando a come potrebbero continuare questa storia con un altro gioco. Non è molto lontano nel processo e, naturalmente, potrebbe anche trasformarsi in qualcosa di completamente diverso.



Druckmann ha detto un po' altro su Indiewire sulle probabilità di un potenziale Parte III per tornare alla post-apocalisse preferita da tutti, ma si è aperto su come la legge dei rendimenti decrescenti rende ogni potenziale riunione molto più difficile da realizzare. Fondamentalmente, ci sono voluti anni per capire una storia che valesse la pena raccontare Seconda parte - quindi non è estremamente sicuro che lo troveranno per Parte III in qualunque momento presto, anche se potrebbe succedere.

Jonathan Strange e Mr Norrell stagione 2

Penso che il test se fare o meno un Parte III dovrebbe essere un test simile a quello che abbiamo fatto con Seconda parte . Con la prima partita non c'erano aspettative ed era come se potessimo fare qualsiasi cosa. Ma ora che abbiamo stabilito alcuni personaggi, temi e processi, mi è sembrato di giustificare la realizzazione di un Seconda parte dovevamo fare qualcosa con cui i fan non si sarebbero sentiti a proprio agio, ma fare qualcosa che corrispondesse al nucleo emotivo che abbiamo trovato nel primo gioco, ha spiegato. E senza quello, non ci sarebbe motivo di fare un Parte III . Trovarlo con il sequel è stato molto più difficile che con il primo gioco, e andando avanti sarebbe stato esponenzialmente più difficile giustificare il ritorno in quel mondo e trovare un modo per variare le cose. Ci sono già così tante cose che hai visto sul retroscena, su come si verifica l'epidemia, quindi dovremmo davvero capire come creare una nuova esperienza che corrisponda all'impatto emotivo di queste storie e non so cosa è. Attualmente.

Ha senso, soprattutto considerando come Seconda parte giocato. Non per entrare in spoiler, ma il gioco ne ha fatti alcuni grandi scossoni alle aspettative dei fan , con morti a sorpresa e cambiamenti di prospettiva che hanno portato al mondo una serie di domande completamente nuove e ambiziose. È stato abbastanza difficile da realizzare. Trovare un modo per sovvertire ulteriormente le aspettative e sorprendere i fan sarebbe ovviamente ancora più difficile.

Intanto, The Last of Us Parte II è ora disponibile su PS4. L'originale Ultimo di noi è disponibile anche su PS4 in forma rimasterizzata o nella sua versione OG se hai ancora una PS3 in giro.



^