Interviste

Le misteriose origini dei megaliti di Stonehenge sono state finalmente portate alla luce

>

Stonehenge ci ha sussurrato i suoi segreti dopo migliaia di anni e innumerevoli albe e tramonti, e finalmente ci sta dicendo da dove provenivano i suoi megaliti.

Dove la sarsen pietre per il sito mistico in realtà sono rimaste un mistero fino ad ora. I pagani celebrano ancora l'estate e l'inverno solstizio lì come facevano nei tempi antichi, e sappiamo come Stonehenge sia stata costruita per consentire l'alba all'angolo giusto in quei giorni sacri. Dopo secoli di dibattiti, le origini di tutti tranne due degli imponenti sarsen sono stati finalmente rintracciati a West Woods, dopo l'analisi chimica del geologo David Nash, professore di geografia fisica all'Università di Brighton, e il suo team di ricercatori.

record del mondo di super mario 64

Nell'area di Marlborough Downs, erano le proporzioni degli elementi Tm (Thulium) e Pr (Praseodymium) che distinguevano i sarsen di West Woods da altre aree, Nash, che ha recentemente pubblicato uno studio in Progressi scientifici, dice a SYFY WIRE riguardo a quali firme chimiche hanno confermato la provenienza della maggior parte dei sarsen.



I sarsen costituiscono la maggior parte del cerchio principale e della parte interna di Stonehenge. Mentre le pietre blu più piccole vicino al centro sono già note per essere state portate dal Galles, non è stata data molta attenzione alle rocce più evidenti. I sarsens sono massi di arenaria che si trovano nel sud dell'Inghilterra. Alcuni di quelli a Stonehenge stanno da soli, mentre massicci architravi (travi orizzontali) collegano altri. Per anni si pensava che la fonte di questi colossi fossero i Marlborough Downs, ma Nash e il suo team hanno utilizzato combinazioni di analisi a raggi X e spettrometria di massa per tracciare la loro composizione geochimica a West Woods, un'area appena a sud-ovest di Marlborough e a circa 20 miglia a nord di Stonehenge.

Come queste pietre da 25-30 tonnellate siano state trascinate a 20 miglia dalla fonte e poi costruite in un monumento neolitico non è ancora esattamente chiaro, anche se Nash crede che la ricerca continua alla fine risponderà a queste domande.

Pietra di Sarsen

Come sono iniziati i Sarsens che hanno costruito Stonehenge. Credito: Katy Whitaker

Non possiamo aggiungere molto su come è stata costruita Stonehenge, dice Nash. Tuttavia, il fatto che la maggior parte delle pietre provenga da un'unica fonte e (come scoperto da precedenti ricerche archeologiche) sia stata eretta allo stesso tempo suggerisce che si sia trattato di uno sforzo concertato e mirato. Inoltre, non possiamo dire molto su come sono stati spostati. Possiamo iniziare a fare luce sui possibili percorsi. Con ulteriori ricerche, potremmo essere in grado di collegare i frammenti di sarsen scavati nei siti archeologici lungo possibili percorsi con West Woods o altre aree e quindi a Stonehenge.

La maggior parte dei massi di sarsen si trova nei Marlborough Downs. Molto prima che la tecnologia avanzata permettesse di capire la loro composizione chimica, i sarsen di Stonehenge erano sospettati essere stati trasportati da lì già nel XVI secolo a causa delle loro dimensioni e della rara presenza nella pianura di Salisbury, dove sorge Stonehenge. L'uso di queste pietre per altri monumenti megalitici ha reso possibili candidati anche Kent, Dorset e Oxfordshire. Distanza ovviamente non era un problema . Queste erano persone che erano disposte a portare in qualche modo pietre blu dal Galles in nome della terra santa. Tuttavia, ci sono ancora due dei sarsen la cui origine sfida ogni spiegazione. Ciò che è davvero sconcertante è che non appaiono diversi dagli altri.

perso nello spazio Gary Oldman

Fisicamente, le pietre hanno lo stesso aspetto di tutti gli altri 50 sarsen di Stonehenge, dice Nash. Non posso dire quale aspetto chimico specifico abbia reso le pietre 26 e 160 diverse: l'analisi statistica che abbiamo condotto esamina un'intera serie di elementi insieme. Tutto quello che possiamo dire è che le due pietre sono diverse dal resto dei sarsen e l'una dall'altra. Non sappiamo da dove provengano: è necessario più lavoro per determinare se sono locali o provengono da più lontano.

Un'altra cosa che le pietre ultraterrene ci nascondono (almeno per ora) è esattamente da quali aree di West Woods hanno avuto origine. Ci sono non ne è rimasto quasi in quell'area più, quindi sarà estremamente difficile determinare se c'è o meno una corrispondenza chimica. È possibile che le due anomalie siano state portate da qualche altra parte da un gruppo diverso. Se questo è quello che è successo, le ragioni non sono ancora chiare, ma Nash è ancora determinato a vedere nel passato.

C'è una grande sfida: la maggior parte dei sarsen sono stati rimossi (a Stonehenge o durante le cave del 19° secolo), quindi qualsiasi lavoro futuro dovrà analizzare la chimica di una distribuzione parziale, dice. Dovremmo, tuttavia, essere in grado di svolgere ulteriori lavori per identificare i siti di cava e risolvere il mistero.



^