Scienza

La mummia rivela come il faraone egiziano sia stato brutalmente ucciso nell'antica guerra causata dal russare degli ippopotami

>

Non tutti i re sedevano sui loro cavalli nella parte posteriore del campo di battaglia mentre guardavano i loro uomini morire in prima linea, almeno non questo.

Faraone Seqenenre Taa II The Brave ha letteralmente dato la vita per l'Egitto quando il nemico Hyksos governava la parte superiore del regno e ancora chiedeva a quelli nella parte inferiore di inchinarsi davanti a loro. Frammenti di antichi papiri raccontano di una battaglia iniziata quando il sovrano degli Hyksos, Apophis, si lamentò che gli ippopotami in una piscina sacra russavano troppo forte per fargli addormentare. L'ippopotamo era sia a temuto e venerato animale nell'antico Egitto. Quando Seqenenre seppe che Apophis voleva che la piscina fosse distrutta (un grave insulto al faraone), provocò uno spargimento di sangue.

La radiologa Sahar Saleem, specializzata in paleoradiologia, ha co-diretto uno studio con l'egittologo ed ex ministro delle Antichità egiziano Zahi Hawass, che è stato recentemente pubblicato in Frontiere in Medicina . Ha esaminato la mummia utilizzando scansioni TC non invasive che hanno rivelato nuove prove di come è caduto difendendo la sua gente dagli Hyksos. La sua morte è stata triste.



Ho confrontato le ferite con cinque armi Hyksos che includevano una lancia, un'ascia e tre pugnali di forme diverse, ha detto Saleem a SYFY WIRE. La dimensione e la forma delle fratture correlavano bene con le armi degli Hyksos. L'analisi della morfologia delle lesioni ha permesso di comprendere meglio il meccanismo del trauma, l'eventuale numero degli aggressori e la loro posizione relativa al Re. Una qualsiasi delle ferite alla testa avrebbe potuto essere fatale, ma la combinazione era decisamente fatale.

mummia di Seqenenre Taa II

La mummia di Sequenenre Taa II. Potrebbe essere stato infine ucciso dallo squarcio sulla fronte. Credito: Sahar Saleem, da Studio di tomografia computerizzata della mummia del re Seqenenre Taa II: nuove intuizioni sulla sua morte violenta

Apophis chiaramente ce l'aveva con Seqenenre. Se avesse altri motivi (oltre al dominio dell'Egitto) rimane sconosciuto, ma gli ippopotami che russavano lo mandarono su tutte le furie. Fu catturato in battaglia dai soldati Hyksos che poi procedettero brutalmente a giustiziarlo con qualsiasi arma avessero. Chiunque gli avesse tagliato la fronte superiore con una spada o un'ascia avrebbe potuto ucciderlo, anche se avrebbe potuto morire anche per una ferita alla base del cranio che era pericolosamente vicino al tronco cerebrale. Non si è fermato qui. Gli Hyksos sono entrati in modalità eccessiva, come si può vedere da ulteriori ferite sul naso, sullo zigomo destro e sull'occhio destro.

Quando la mummia di Seqenenre Taa fu scartata e identificata per la prima volta nel 1886, anche l'odore di putrefazione era sopravvissuto per secoli con essa, portando alcuni archeologi a credere che il faraone caduto fosse stato frettolosamente mummificato ai margini del campo di battaglia. C'era anche la speculazione sul fatto che gli fosse stato inferto il colpo fatale nel sonno. Il cervello essiccato che era stato persino lasciato nel cranio (quando il cervello veniva normalmente rimosso) suggerisce che il corpo di Seqenenre sia stato portato via su un fianco. È molto probabile che avesse già iniziato a decomporsi mentre veniva portato di corsa dalla battaglia per essere adeguatamente preparato per l'aldilà.

Gli imbalsamatori nascondevano abilmente alcune ferite utilizzando strati di materiale per l'imbalsamazione; questa tecnica assomiglia a una sorta di chirurgia plastica, ha detto Saleem. Ciò indica che il processo di mummificazione non ha avuto luogo in un luogo remoto non attrezzato, ma piuttosto è stato effettuato da imbalsamatori professionisti presso il laboratorio di mummificazione reale. Sulla base dell'aspetto TC, sospettiamo che la resina e il lino siano stati utilizzati per coprire le lesioni.

Il faraone mummificato in uno studio di imbalsamazione è l'unico modo per spiegare come parti del suo viso siano state meticolosamente ricostruite. La mummificazione era un'arte e coloro che avevano lavorato a Seqenenre erano stati abbastanza abili da far passare inosservato il loro lavoro di ricostruzione per così tanto tempo. Il suo grave trauma cranico suggerisce che i suoi assalitori fossero ovviamente assetati di sangue. Tuttavia, gli Hyksos potrebbero aver avuto un altro motivo per colpirlo in faccia: disonorare il sovrano che ha osato opporsi al loro re.

La sfigurazione del viso avveniva nell'antico Egitto quando i morti avevano nemici che volevano vendetta oltre la tomba . Indipendentemente dal fatto che potessero raggiungere o meno la mummia reale, i vandali avrebbero sfigurato le statue con il volto del defunto per grattarlo in qualsiasi murale o altra opera d'arte che decorava la tomba. La maggior parte dei sudditi del faraone Akhenaton erano contrari alla sua strana religione monoteista del culto del sole che aveva imposto loro, il che può spiegare alcune statue ora senza volto. Il figliastro geloso della regina Hatshepsut Thutmose III e il nipote Amenhotep II hanno cercato di cancellare la sua immagine da tutto ciò che potevano.

Seqenenre non è stato solo abbattuto in battaglia. Probabilmente è stato giustiziato, come ha scoperto Saleem mentre esaminava la sua mummia estremamente fragile, le cui mani erano state legate prima della mummificazione. Crede che quello che è successo sia andato ben oltre l'esecuzione di un prigioniero legato con una sola arma.

Diversi assalitori sembrano aver contribuito alla morte del re in un'esecuzione cerimoniale, ha detto. Poiché il corpo di Seqenenre è stato mummificato, supponiamo che i soldati egiziani siano stati in grado di sconfiggere gli Hyksos e riportare il corpo del re da mummificare probabilmente nell'officina reale di Tebe. Abbiamo basato questo scenario sui dati scientifici disponibili, comprese le armi Hyksos e la mummia, ma rimane comunque uno scenario.

Sebbene Seqenenre Taa II non visse abbastanza da vedere cacciati gli Hyksos, il suo coraggio ispirò i suoi successori a continuare a combattere. La diciottesima dinastia sorse su un Egitto riunificato e suo figlio Ahmose io come faraone. Quanto a quello che è successo agli ippopotami, nessuno lo sa.



^