Leggende Metropolitane

Spostati, Slender Man: 4 Ways Bye Bye Man è un classico della leggenda metropolitana

>

Il Bye Bye Man non è reale. Beh, probabilmente no. A meno che... forse?

Come molte leggende metropolitane, il personaggio principale del nuovo film horror in uscita questo fine settimana si basa su alcuni frammenti di prove circostanziali, un sacco di narrazione orale a livello di 'C'era una volta questo amico' e iconografia familiare.

Un vagabondo albino originario del quartiere di Algeri a New Orleans negli anni '20, si dice che Bye Bye Man si sia evoluto in un'entità soprannaturale con rancore dopo essere rimasto orfano e trattato come un estraneo. Indossa un caban e un cappello a tesa larga in cima ai suoi lunghi capelli, sfoggia anche occhiali da sole dipinti e ha un tatuaggio sul polso.



Morto che cammina trapelato clip della morte

Sebbene cieco, è accompagnato da Gloomsinger, una poltiglia animata patchwork di bulbi oculari e lingue dalle vittime del Bye Bye Man (le parti extra per Gloomsinger sono conservate nella borsa da marinaio dell'uomo chiamata Sack of Gore, che porta ovunque).

Se pensi anche solo al Bye Bye Man, percorrerà lunghe distanze lungo la ferrovia per te. Indirizzerà Gloomsinger per localizzarti e comunicheranno tramite un fischio segreto, attirando l'Uomo Bye Bye sempre più vicino fino a quando non diventerai la sua prossima vittima - e la tua lingua e i tuoi occhi saranno cuciti sul suo animale domestico da cane da caccia.

Anche se il Bye Bye Man sarebbe nato quasi un secolo fa, la storia stessa proviene dal folklorista ed esperto di storia strana Robert Damon Schneck. Schneck ha raccontato la storia, che gli è stata raccontata da un amico che credeva di essere perseguitato dalla creatura (dopo aver evocato Bye Bye tramite la comunicazione spirituale con una tavola Ouija, ovviamente), nel suo libro del 2005 Il vampiro del presidente . Da allora, la storia ha guadagnato popolarità ed è stata raccontata nei circoli del paranormale e delle leggende metropolitane, nei forum web e nei programmi radiofonici a tarda notte come Da costa a costa AM .

Più che Slender Man, dichiaratamente inquietante di Eric Knudsen – preceduto da Bye Bye Man di quattro anni – questa creazione relativamente recente ha un'aria passeggera di credibilità e precedente folcloristico (sebbene Slendy sia sicuramente una parte del folklore a sé stante) . Mentre il nuovo film lo porta in una direzione diversa rispetto alle sue origini, diamo un'occhiata al motivo per cui Bye Bye potrebbe rimanere una parte memorabile del folklore americano.

Ingrandire
Il look

Per cominciare, chi soffre del disturbo congenito albinismo hanno storicamente affrontato pregiudizi e sono stati ostracizzati. La mancanza di pigmento nella pelle, nei capelli e negli occhi non solo rende un individuo più suscettibile a problemi di vista, gravi scottature solari e cancro della pelle, ma la condizione fa risaltare una persona. E come sappiamo, le persone che 'sembrano diverse' spesso non sono trattate bene nella società. (Anche nel 21nsSecolo, in alcune parti dell'Africa, gli stregoni usano parti del corpo albino in pozioni, il che ha portato a un aumento degli omicidi di persone con albinismo.)

Ora immagina se un malato fosse un uomo di colore nel sud della comunità prevalentemente afroamericana di Algeri nell'America degli anni '20. Sarebbe stato sicuramente maltrattato, anche all'interno della comunità nera. Rendere Bye Bye Man un malato di albinismo rafforza gli stereotipi ed è chiaramente uno sfruttamento, ma crea un'efficace scorciatoia per un 'estraneo'.

Al di là dell'albinismo, l'aspetto di Bye Bye è sorprendente e iconico. Il cappotto scuro, il cappello e gli occhiali da sole evocano abiti funebri. Evoca immagini del Grim Reaper, i cosiddetti 'uomini ombra' o uomini in nero (o, se preferite, il Silenzio di Dottor chi , Uomo snello o I signori di Buffy l'uccisore di vampiri R). Il suo look è memorabile perché possiamo immediatamente associarlo a una presenza classicamente minacciosa.

Ingrandire
La posizione

La stessa Algeri è il luogo di nascita perfetto per una leggenda. Dopotutto, la Crescent City di New Orleans è la culla dell'incompreso sistema di credenze noto come Louisiana Voodoo (trattato come esotico e minaccioso nei film). È la sede della Lalaurie Mansion, forse la 'casa stregata' più popolare d'America (una storia imbastardita, insieme a quella della sacerdotessa Voodoo Marie Laveau, apparsa in Storia dell'orrore americano: Coven ).

Allo stesso modo, la città non è estranea a racconti macabri, crimini strani e mostri della vita reale come il presunto serial killer amante del jazz The Axeman di New Orleans e Madame Lalaurie, che ha torturato i suoi schiavi. Anche la storia della Sultan Massacre House, che è probabilmente interamente romanzata, si aggiunge alla bizzarra reputazione della città. È sicuramente una buona città natale per una leggenda violenta per mettere radici.

Ingrandire
Un killer in movimento

Le ferrovie sono inesorabilmente intrecciate alla crescita e alla prosperità dell'America. Risalenti al 1820, collegavano una giovane nazione e il posizionamento di binari e stazioni aveva il potere di costruire o distruggere comunità. Prima di essere una nazione di autisti (incontrando fantasmi in autostop), eravamo una nazione che viaggiava sui binari. E il Bye Bye Man presumibilmente non è diverso.

chi è cole in mortal kombat

Dopo un primo violento sfogo - o almeno così diceva lo spirito della tavola Ouija che avrebbe comunicato con l'amico dell'autore Schneck - il giovane Bye Bye è sceso sui binari dove ha saltato i carichi come un vagabondo e ha iniziato la sua follia omicida.

Ciò è degno di nota perché il concetto di serial killer che operano sui binari o sulle autostrade non è un'idea particolarmente nuova, il che conferisce alla storia di Bye Bye Man un'ulteriore risonanza (come, ad esempio, una giovane coppia che 'parcheggia' a Lover's Lane prima di incontrare Hook Man ). C'è un senso di disagio che capiamo innatamente nel guidare lungo una strada da soli a tarda notte, o quando si considerano gli strani personaggi che potrebbero viaggiare da una città all'altra.

sono cose più strane basate su un libro di Stephen King

The Mad Butcher di Kingsbury Run che decapitava e smembrava le vittime sui binari dell'Ohio negli anni '30; la violenta banda di vagabondi The Freight Train Riders of America; L'assassino del vagone merci Robert Joseph Silveria; l'inquietante L'autostrada delle lacrime terreno di caccia di serial killer in Canada nel corso dei decenni; e gli omicidi commessi da Aileen Wuornos lungo le strade della Florida nel 1989-90... questo è un continente in movimento, e anche alcuni dei nostri assassini si muovono.

È interessante notare che il Bye Bye Man sarebbe nato alla fine dell'età dell'oro delle ferrovie, intorno al 1920.

Dati binari_Candyman- Tony ToddIngrandire
Cosa c'è nel nome di un (leggendario)?

Hook Man, Bunny Man, Lizard Man, Goat Man, Slender Man, persino Cropsey. Molti spauracchi classici del nostro folklore e delle nostre leggende vengono da noi con designazioni che un bambino potrebbe inventare. Sono semplici e dal suono quasi innocente. Anche la nostra triade di slasher cinematografici – Michael Myers, Freddy Krueger e Jason Voorhees – ha nomi che sarebbero banali se non fosse per il potere di cui li abbiamo impregnati.

In questo modo, Bye Bye Man si adatta perfettamente.

È un nome semplice da ricordare, eppure inquietante con quella semplicità. Ciò che è anche interessante è che conoscere il suo nome e semplicemente pensarlo serve come invito o convocazione. Come Bloody Mary, o anche Candyman nel film, esistono teorie all'interno degli studi paranormali e di demonologia religiosa, per così dire, che affermano che se si pronuncia il nome di un demone ad alta voce, si aprirà una persona agli attacchi dell'entità (come come chiacchierare su 'Captain Howdy' ha fatto impazzire Regan in Pazuzu L'esorcista ).

I 'veri nomi' sono cose potenti all'interno delle leggende. Per inciso, nelle storie popolari o nelle fiabe, conoscere il nome di un essere può concedere a chi lo impugna il potere su di esso (vedi: Nix nelle storie scandinave; Tremotino; il nome di Mr. Mxyzptlk pronunciato al contrario; e riti di esorcismo cattolico).

Per coincidenza, questi racconti e credenze possono fornire un indizio sulla vulnerabilità di Bye Bye Man all'interno del folklore. Chiamato da una vittima che pensa a lui, arriva a raccogliere cosa? Occhi e lingue. Sebbene la storia di Schneck dica che sta cucendo queste parti sull'abominio che è Gloomsinger per qualche empio mantenimento, forse sta anche proteggendo contro chiunque ottenga potere su di lui conoscendo il suo nome.

Ingrandire
Evoluto in modo soprannaturale

Nel capitolo Bye Bye Man del libro di Schneck - che si basa molto su un racconto in prima persona di un amico e manca di molto supporto fattuale - l'autore tesse un filo interessante che inizia con gli oggetti più famosi che si trovano nelle leggende metropolitane e il folklore americano moderno: la tavola Ouija.

Il dispositivo di comunicazione gioco di società/spirito è il punto zero per le storie di pigiama party, con una storia di 126 anni che è affascinante, a volte strana ea volte molto oscura. E come ho detto sopra, è stato anche ciò che ha dato il via a tutti i problemi nel 1973 L'esorcista (e ha inflitto il maggior danno al rappresentante del gioco nei tempi moderni).

Pur non affermando che il testimone di Schneck abbia inventato la storia che lui e i suoi amici hanno collegato al Bye Bye Man con una vecchia Ouija, non è stato possibile trovare un dispositivo migliore di quello, considerando le reazioni istantanee che la tavola suscita nella maggior parte dei casi. Non tutte le leggende coinvolgono il soprannaturale, ma non fa male. Il mistero che viene avvolto da spiriti, demoni, esseri antichi - o mostri domestici fatti di lingue e bulbi oculari - è snervante per chiunque desideri vivere in un mondo riconoscibile e definito. Una buona narrativa soprannaturale parla al nostro cervello di lucertola e ci fa dubitare della nostra esistenza sicura in cima alla catena alimentare come predatori, non come prede.

Inoltre, l'evoluzione del Bye Bye Man da essere umano (afflitto da una condizione, poi diventando sempre più violento e infine trasformandosi in un predatore psichico immortale) in 'qualcos'altro' entra sotto la nostra pelle perché nessuno sa veramente cosa si nasconde dietro la superficie del tuo vicino, fattorino della pizza o commesso. Anche all'interno dei film, Freddy e Jason sono nati come mortali prima di diventare forze soprannaturali. E come facciamo a sapere che qualunque cosa abbia cambiato qualcosa di simile non accadrà a nessuno dei personaggi casuali che incontriamo ogni giorno?

spider man la nuova serie animata

Per essere chiari, non posso parlare della veridicità del resoconto di Schneck. È un solido ricercatore di strane storie nella storia, ma questo è qualcosa di diverso. Ma mentre la storia del Bye Bye Man è difficile da accettare come legittima, è certamente avvincente.

Le ossa della storia di Bye Bye Man suonano abbastanza vere. A causa di aneddoti fattuali bizzarri ed essendo collegato al folklore esistente, ha le caratteristiche di un incubo che sarà condiviso e si espanderà nel tempo.



^