Eva Green

Morgan Le Fay di Camelot di Starz è stata uccisa con i suoi trucchi da strega

>

Ribelle. Ambizioso. Seducente. Sinistro. Anche se questo può sembrare un po' un test di vocabolario, in realtà sono parole che possono descrivere al meglio il personaggio del dramma fantasy sfortunato di Morgan Le Fey di Starz Camelot .

In questa rivisitazione del 2011 della classica fiaba celtica di Re Artù, Morgan (interpretata dall'illustre Eva Green) è la figlia evitata di un re insensibile e desidera solo una cosa: sedersi sul trono che è il suo diritto di nascita.

Quando incontriamo per la prima volta Morgan, era stata bandita per circa 15 anni dalla sua casa dopo che suo padre, il re Uther, non solo aveva orchestrato l'omicidio di sua madre, ma ne aveva sposato un'altra e l'aveva fatta sua regina. Uther afferma quindi di non avere una figlia, incitando ancora più risentimento e rabbia da parte della figlia maggiore.



MorganLeFay

Attestazione: Starz


Per vendetta, Morgan prende la vita di suo padre, solo per scoprire di avere un fratellastro più giovane che ora è l'unico erede maschio e con maggiori legami al trono di lei. Questo, ovviamente, la riempie fino all'orlo di furia e accende una catena di eventi che mettono alla prova le sue ricerche e il suo potere.

Mentre alcuni adattamenti vedono Morgan (nota anche come Morgana) come una strega malvagia determinata alla morte di Arthur, la nostra strega cattiva è qui raffigurata più come una vittima delle circostanze, una che soccombe all'oscurità per avanzare le sue giustificabili ambizioni di essere regina. Onestamente, un padre emotivamente violento e distante e un fratellastro segreto non porterebbero via tutto ciò che hai sempre voluto guidare tu fare alcune cose cattive?

Durante lo spettacolo, apprendiamo che l'esilio di Morgan ha portato alla sua istruzione in alcune arti oscure; tuttavia, poiché Morgan usa una potente magia nera per eseguire i suoi piani, è davvero la padronanza della manipolazione di Morgan che è la vera magia in questo riavvio.

Per gran parte di questa magica serie TV, Morgan usa la sua lingua d'argento (con l'aiuto delle sue domestiche più fidate) per pianificare la sua strada verso il trono. Lo vediamo per la prima volta quando si allea con il nemico più fidato di suo padre, re Lot, nel tentativo di unire i due regni - Lothian e Pendragon - per sconfiggere il nuovo reintegrato a Castle Camelot. È chiaro che Morgan non è del tutto innamorata dell'idea di portare a termine il suo piano di sposare il re Lot e consegnargli il regno di Pendragon, ma manipola il re guerriero facendogli credere che aiutandola avrà la meglio entrambi i mondi: un diritto su di lei e sul regno di Camelot.

MorganLeFay

Eva Green nei panni di Morgan Le Fay in 'Camelot'/ Per gentile concessione di Starz

Non tutti gli schemi di Morgan arrivano a buon fine, ma quando vengono incorporati nella sua borsa di trucchi mutaforma, è in grado di creare un livello impressionante di caos. Assumendo il volto dell'amata madre di Re Artù, Igraine, o della sua amante Ginevra (che era sposata con il suo cavaliere Leonte), Morgan fece il danno maggiore. Sotto le spoglie della sua odiata matrigna, Morgan è stata in grado di ottenere la fiducia di molti, incluso l'onnipotente Merlino, e ha usato quella fiducia per seminare semi di dubbio e far germogliare le radici dell'intrigo per sbriciolare Camelot dall'interno verso l'esterno. E come Ginevra, Morgan potrebbe essere riuscita benissimo nei suoi piani attraverso uno scambio di identità con Arthur; se non fosse mai stata una regina, avrebbe potenzialmente dato alla luce lei stessa un re legittimo.

Camelot potrebbe essere durata solo una stagione prima della sua cancellazione, ma la sua strega Morgan Le Fay ha lanciato un incantesimo nel breve tempo in cui è stata sullo schermo.

Le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono dell'autore e non riflettono necessariamente quelle di SYFY WIRE, SYFY o NBC Universal.



^